Facciamo la storia: quest’anno abbiamo la possibilità di creare la più grande area protetta del Pianeta!
Preservare l’Oceano Antartico significa proteggere animali straordinari come pinguini, balene, foche.


L’Oceano Antartico fornisce cibo e riparo ad animali unici che purtroppo, oltre ad essere messi a dura prova dal cambiamento climatico, sono anche minacciati dalle attività di pesca industriale al krill, un piccolo crostaceo alla base della loro catena alimentare.

La buona notizia è che quest’anno possiamo difendere l’Oceano Antartico: chiediamo insieme la creazione di un’area marina protetta, la più grande del Pianeta!

Difendi con noi l’Oceano Antartico, casa di pinguini, balene, foche.
Chiedi la creazione della più grande area protetta del Pianeta.

 FIRME  

Campo Obbligatorio.

Campo Obbligatorio.

Campo Obbligatorio. Email non valida.

Campo Obbligatorio. Inserisci un numero di cellulare valido.

Partecipando alla petizione riceverai informazioni in linea con le tue preferenze e interessi su questa ed altre attività di Greenpeace. Tuteliamo la tua privacy.

L’Oceano Antartico fornisce cibo e riparo ad animali unici che purtroppo, oltre ad essere messi a dura prova dal cambiamento climatico, sono anche minacciati dalle attività di pesca industriale al krill, un piccolo crostaceo alla base della loro catena alimentare.

La buona notizia è che quest’anno possiamo difendere l’Oceano Antartico: chiediamo insieme la creazione di un’area marina protetta, la più grande del Pianeta!

COSA CHIEDIAMO?

Chiediamo alla Antarctic Ocean Commission - l’organismo internazionale incaricato di tutelare l’ecosistema marino dell’Antartide - di fare un passo in avanti nella protezione degli oceani. Insieme possiamo fare pressione sui paesi membri (tra cui l'Italia), affinché sostengano la creazione di un santuario protetto nell'Oceano Antartico, un’area off-limits per i pescherecci industriali che saccheggiano l'oceano a caccia di krill.

SEI DEI NOSTRI?

Firma la petizione e segui la spedizione di Greenpeace in Antartide, a bordo della nostra rompighiaccio Arctic Sunrise. Equipaggio e ricercatori si sono spinti al punto più a sud del Pianeta per monitorare la fauna antartica, documentare i fondali inesplorati e puntare i riflettori sulle attività che minacciano questo delicato ecosistema.

firma ora