Diario di bordo dalla Maria Teresa. Giorno 1

News - 23 luglio, 2014
Questa mattina all’alba la nostra imbarcazione “Maria Teresa” è arrivata al Giglio.

A bordo i nostri esperti e quelli di Legambiente, tecnici delle telecomunicazioni e alcuni giornalisti. Con questo equipaggio seguiremo la Concordia per circa 4 giorni, fino al suo arrivo a Genova.

Speriamo che tutto vada bene, ma noi saremo una voce indipendente in favore del mare e del prezioso ecosistema del Santuario dei Cetacei.

Il mare è calmo e le condizioni meteo, almeno quelle delle prossime ore, sono buone. Speriamo che tutto si mantenga cosi, anche se oramai le statistiche sul meteo degli ultimi anni vengono spesso disattese dalla realtà di un cambiamento climatico sempre più evidente.

Appena arrivati veniamo avvicinati da un'imbarcazione della Guardia Costiera che ci chiede di mantenere una distanza di 900 metri dalla Concordia. Da qui assistiamo allo spostamento del relitto che viene prima ruotato e poi verso le 12 inizia ufficialmente la sua navigazione.

Per il mare e i fondali del Giglio è la fine di un incubo. Oggi è un buon giorno per chi ha a cuore la tutela del mare e in particolare dei preziosi fondali dell'Arcipelago toscano, ma saremo del tutto tranquilli solo quando questo gigante entrerà in porto a Genova per essere smantellato.

Mentre scriviamo la Concordia è oramai a 10 miglia dalla costa e viaggia a circa due nodi di velocità direzione Nord.

Categorie