Il Papa: il peccato dei nostri tempi è non rispettare la natura

1 commento
News - 7 luglio, 2014
Sfruttare la natura senza rispettarla è uno dei peccati dei nostri tempi: le parole a difesa dell’ambiente di Papa Francesco.

Nel suo discorso all'Università del Molise, tenuto pochi giorni fa a Campobasso durante la visita pastorale, Papa Francesco ha chiesto più rispetto per la natura, facendo riferimento alla distruzione delle foreste pluviali del Sud America e alle altre forme di sfruttamento ambientale.

Parole di grande impatto che hanno già fatto il giro del mondo: "Una delle grandi sfide del nostro tempo – ha dichiarato il Pontefice rispondendo alla denuncia di un giovane sul tema della custodia della natura – è quella di inventare un modello di sviluppo che sappia rispettare il Creato. Quando guardo la mia America, vedo così tante foreste che sono state distrutte... sono diventate terra che non si può coltivare, che non può più dare vita. Il nostro peccato è sfruttare la terra e non lasciare che ci dia quello che ha dentro".

(Foto in homepage da Ansa.it)

Categorie
1 Commento Aggiungi commento

fiordaliso ha detto:


Papa Francesco ha indubbiamente ragione quando sostiene che si commette peccato quando non tuteliamo la natura.

Non ci rendiamo conto che il pianeta su cui viviamo merita rispetto! Lo sfruttamento intensivo provoca una lenta agonia dello stesso, dobbiamo imperativamente modificare il nostro stile di vita onde evitare la catastrofe!

Basta rimandare occorre Agire! Salviamo la Terra prima che sia irrimediabilmente compromessa!!!

Coloro che hanno in mano il potere si mettano una mano sulla coscienza, non pensino unicamente ai loro profitti personali. La smettano una volta per tutte di continuare a sfruttare le risorse indiscriminatamente!

Ciao!!!!

Posted 25 luglio, 2014 a 14:16 Segnala un abuso Reply

Invia un commento 

Per inviare un commento devi essere registrato.