Ci sono notizie in grado di cambiare il verso di una giornata, in meglio o anche in peggio. Oggi la “buona nuova” viene dalla California, paese del sole, e in particolare dall'azienda Spectrolab, di proprietà della più famosa Boeing, leader mondiale nella costruzione degli aerei. Spectrolab è a sua volta leader nella costruzione di pannelli solari ad alto rendimento. L'azienda fornisce i pannelli di alimentazione della gran parte dei satelliti che ruotano sulla nostra testa e anche della Stazione spaziale internazionale.
Spectrolab ha annunciato di aver iniziato la produzione industriale di una nuova generazione di pannelli destinati non allo spazio ma ad alimentare le nostre case. E con un'efficienza di conversione energetica del 39,2%: praticamente il doppio rispetto a quelli presenti sul mercato mondiale.
Si tratta di pannelli multi giunzione il cui costo non è stato ancora comunicato dall’azienda ma la produzione industriale fa pensare a una sostanziosa riduzione rispetto a quelli prodotti finora, il cui prezzo era ancora troppo alto per il pubblico.

Questo tipo di pannelli è in grado di cambiare lo scenario energetico mondiale, pochi metri quadri sarebbero in grado di soddisfare le esigenze di intere famiglie, e con superfici poco più grandi le esigenze elettriche di aziende piccole e medie.

Mentre attendiamo con impazienza maggiori particolari, dalla finestra spunta un raggio di sole dopo giorni di pioggia.

Domenico Belli
(responsabile campagna Energia e Clima)