Anche la Commissione Europea chiede FreeTheArctic30

Aggiungi un commento
News - 24 ottobre, 2013
Il Commissario europeo Janez Potočnik, intervenendo ieri al Parlamento Europeo a Strasburgo, a nome della Commissione Europea ha espresso la sua preoccupazione per la situazione degli Arctic30, da ieri accusati di vandalismo e non più di pirateria.

“Mentre la nostra immediata preoccupazione va alla detenzione che continua e alle accuse manifestamente sproporzionate rivolte ai detenuti – ha dichiarato Potočnik - non dovremmo perdere di vista la questione verso la quale queste persone stavano attirando la nostra attenzione e che dovremmo prendere tutti sul serio: come assicurare che le attività economiche nell’Artico non danneggino il fragile ambiente di questa regione”.

Secondo il commissario europeo, “il cambiamento climatico sta già avendo un impatto significativo sull’ambiente artico e lo sfruttamento delle  risorse naturali della regione pone una minaccia aggiuntiva se nonavviene in modo sostenibile, con tutte le necessari precauzioni e consultando le popolazioni locali. Non possiamo neanche immaginare l’impatto che avrebbe una fuoriuscita di petrolio nell’Artico e la difficoltà e i costi dell’eventuale bonifica”.

Oltre 90 eurodeputati di 20 Paesi e di 7 differenti partiti hanno chiesto il rilascio immediato degli Arctic 30, chiedendo anche un bando alle trivellazioni nell’Artico.

Un riconoscimento molto importante per la nostra battaglia in difesa dell’Artico e un’ulteriore autorevole voce che si alza per chiedere #FreeTheArctic30, dopo quella di Angela Merkel, Dilma Rousseff, di 11 Nobel per la Pace e di numerose ONG internazionali.

Non ci sono commenti Aggiungi commento

Invia un commento 

Per inviare un commento devi essere registrato.