Cristian rilasciato su cauzione

Aggiungi un commento
News - 2013-11-19
Accordato il rilascio su cauzione da parte della Corte di San Pietroburgo. Decisione analoga anche per altri 9 degli Arctic30. Estesa la detenzione cautelare per l'australiano Colin Russell.

Oltre che per Cristian, tra ieri ed oggi stesso verdetto per Camila Speziale, Paul Ruzycki, Tomasz Dziemianczuk, Miguel Hernan Perez Orsi, David John Haussmann, Ana Paula Maciel, Denis Sinyakov, Andrey Allakhverdov, Ekaterina Zaspa. Per Colin Russell invece prorogata la detenzione preventiva fino al 24 febbraio 2014.

Per tutti rimane in piedi l’accusa di vandalismo e, formalmente, anche quella per pirateria, che al momento non è stata ancora ritirata. Non sappiamo ancora a quali condizioni i nostri amici verranno rilasciati, se dovranno rimanere ai domiciliari o se potranno lasciare il Paese. Inoltre non capiamo perché Colin sarà costretto a restare in carcere.

Tornando per un secondo a Cristian, come ribadito anche da Ivan Novelli, presidente di Greenpeace Italia, siamo molto soddisfatti per la decisione odierna di accogliere la cauzione per la custodia cautelare e per questo vogliamo ringraziare il ministro Emma Bonino, il suo staff, l'ambasciatore Cesare Ragaglini e il console Luigi Estero per il lavoro fatto con partecipazione e determinazione in questi due mesi.

Da domani saremo nuovamente in trincea perché rimangono ancora in piedi accuse gravissime e manifestamente infondate. Gli Arctic30 non saranno liberi fino a quando anche l’ultimo di loro non sarà tornato a casa dalle proprie famiglie.

Non ci sono commenti Aggiungi commento

Invia un commento 

Per inviare un commento devi essere registrato.