Elezioni nazionali 2013: ma di che ambiente si parla?

News - 2013-02-11
Il Green Deal, caldeggiato dalle associazioni ambientaliste, è entrato nella sensibilità delle forze politiche e delle liste in lizza nelle elezioni nazionali 2013, ma ancora manca la volontà di farne uno dei temi al centro del confronto.

Si stenta a dare la giusta rilevanza al messaggio che la gravità della crisi economico-finanziaria del Paese impone una Ri/Conversione ecologica delle scelte di fondo nei settori di energia, trasporti, infrastrutture, agricoltura e tutela e valorizzazione della biodiversità e dei beni culturali. Manca la consapevolezza che la necessità di risparmiare risorse economico-finanziarie e ambientali, non serve a superare solo il declino attuale, ma ad impostare il modello di sviluppo del futuro.Nelle ultime due settimane di campagna elettorale ci attendiamo parole chiare e pubbliche sull'ambiente quale chiave di volta delle scelte economiche e sociali.

Leggi il Diario Elettorale 2013, che oggi pubblichiamo insieme a sette tra le più importanti associazioni ambientaliste (CAI, FAI, Federazione Pro Natura, Legambiente,Touring Club Italiano, WWF). Il prossimo ciclo di incontri prevede: il 19 febbraio un confronto con il segretario federale della Lega Nord Padania, Roberto Maroni, mentre attendiamo risposta - alla richiesta di incontro inviata lo scorso 22 gennaio - da Silvio Berlusconi, presidente Pdl, Gianfranco Fini, presidente Fli, Pierferdinando Casini, leader dell'Udc.

Categorie