OGM resistenti agli erbicidi. I rischi per l'Europa

News - 22 ottobre, 2012
Cosa ne sarebbe dell'agricoltura in UE se la Commissione europea seguisse l'esempio degli Stati Uniti e autorizzasse la coltivazione di OGM tolleranti agli erbicidi? Lo abbiamo chiesto al noto economista agrario Charles Benbrook che ha elaborato per noi il rapporto Colture resistenti al glifosato nell'Unione europea.

lunedì 22 ottobre 2012

La previsione elaborata da Benbrook - prima nel suo genere per l'Europa - parte dall'esperienza degli Stati Uniti. Secondo Benbrook, se gli agricoltori europei dovessero utilizzare OGM tolleranti agli erbicidi con la stessa velocità degli Stati Uniti, l'uso del glifosato nella coltivazione del mais - la più importante e ampiamente diffusa in Europa - aumenterebbe di oltre il 1.000% entro il 2025, e l'uso totale di erbicidi raddoppierebbe.

Negli Stati Uniti gli agricoltori non riescono a liberarsi dal circolo vizioso in cui sono finiti a causa degli OGM tolleranti agli erbicidi. Il ricorso a questi prodotti ha innescato lo sviluppo e la rapida diffusione di quasi due dozzine di varietà di piante infestanti resistenti al glifosato, facendo aumentare sia i costi di produzione, che il volume e l'ecotossicità dei diserbanti necessari per prevenire perdite eccessive dei raccolti.

Le affermazioni di Benbrook e di Greenpeace, da anni impegnata nella lotta agli OGM, sono confermate dalle testimonianze degli agricoltori statunitensi vittime delle false promesse del mondo del biotech. In questo video abbiamo raccolto le loro storie, un monito per gli agricoltori europei.

Con gli OGM, le comunità agricole in Argentina e negli Stati Uniti sono diventate dipendenti dalle multinazionali del biotech e hanno visto lievitare i costi di produzione. È chiaro che, autorizzando la coltivazione di questi OGM in Europa, la Commissione Europea si schiererebbe contro il mondo agricolo comunitario che invece chiede un rafforzamento delle procedure di valutazione dei rischi OGM.

La Commissione europea sta valutando l'autorizzazione alla coltivazione di 19 colture OGM resistenti agli erbicidi. Ci auguriamo che lo studio presentato oggi possa essere un elemento determinante per dire no agli OGM in Europa

Leggi il rapporto integrale in inglese.

Categorie