“Sostieni chi pesca sostenibile” tour - sull'Arctic Sunrise a Trapani

News - 25 aprile, 2013
Il passaggio della lanterna tra il pescatore sloveno Matjaz e l'italiano Nino, simbolo della fratellanza che unisce i pescatori artigianali europei. L'artista Massimo Catalani che trasforma l'Arctic Sunrise in una sposa insieme a tanti bambini che sul velo bianchissimo disegnano pesci colorati per ripopolare il mare. La mostra fotografica sulla pesca sostenibile, esposta sulla banchina del porto di Trapani. E le tantissime persone pronte a salire a bordo per visitare la nave e conoscere il suo equipaggio.

giovedì 25 aprile 2013

© Markel Redondo/Greenpeace

 

Inizia oggi la tappa italiana del tour europeo “Sostieni chi pesca sostenibile” a sostegno dei pescatori artigianali. Tantissime le attività in programma per i giorni 25, 26 e 27 aprile, scoprile qui. E per tutte le persone che non potranno raggiungere l'Arctic Sunrise in Sicilia, sul sito http://myboat.gp/it/ è possibile prendere parte al tour virtualmente, creando la propria barchetta online.

L'Arctic Sunrise è partita il 18 marzo dalla Romania. Ha già visitato Bulgaria, Grecia, Croazia e Slovenia. Dopo l'Italia proseguirà per raggiungere Spagna, Francia e Gran Bretagna con un solo obiettivo: portare il messaggio dei pescatori sostenibili a Bruxelles dove si sta decidendo della nuova Politica Comune della Pesca.

Vogliamo far arrivare la voce dei pescatori artigianali ai rappresentanti dell'Unione europea incaricati di decidere della pesca in Europa. Se a Bruxelles non verranno prese misure capaci di favorire una gestione sostenibile delle risorse ittiche, questi pescatori scompariranno per sempre.

In Italia le imbarcazioni appartenenti al sistema della "piccola pesca" sono quasi novemila, pari al 66,4 per cento della flotta nazionale. Un settore importante che dà lavoro a oltre 14 mila addetti, circa la metà del totale dei pescatori italiani e che rischia di scomparire. La Sicilia è la Regione ove questa flotta è tra le più importanti.  

giovedì 25 aprile 2013

© Markel Redondo/Greenpeace

 

Intanto, i nostri mari si stanno svuotando. Le risorse del Mediterraneo sono allo stremo, con oltre il 95 per cento delle popolazioni in stato di pesca eccessiva. Queste risorse possono riprendersi solo se la smettiamo di promuovere attività distruttive, dalle trivellazioni alla pesca industriale, e tuteliamo le economie locali, a partire da chi pesca sostenibile.

I pescatori artigianali europei usano attrezzi selezionati a basso impatto ambientale, che riducono al minimo gli scarti, sono i proprietari delle imbarcazioni su cui lavorano, pescano quanto necessario per le loro famiglie e rispettano i limiti naturali del mare.

Unisciti alla nostra flotta su www.myboat.greenpeace.org e fai sentire la tua voce insieme a quella di chi pesca sostenibile in Europa.  

Categorie