Una nuova minaccia OGM in arrivo in Europa?

Aggiungi un commento
News - 7 novembre, 2013
Per la prima volta dopo tre anni e mezzo, ieri mattina a Bruxelles il collegio dei commissari europei ha avallato il dossier per l'approvazione della coltivazione in Europa di un nuovo mais transgenico, il Pioneer-DuPont 1507.

Questo nonostante dal 2011 l'Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, abbia pubblicato una serie di pareri scientifici secondo cui alcuni insetti utili come farfalle e falene potrebbero subire gravi conseguenze dall'emissione deliberata nell'ambiente di questa coltura OGM della multinazionale americana.

Proprio sulla base dei risultati dell’Efsa, la Commissione europea aveva chiesto per ben due volte a Pioneer di modificare il dossier di notifica del mais transgenico, per sviluppare programmi di monitoraggio e proporre misure specifiche per la riduzione dei rischi. Ma Pioneer si è ripetutamente rifiutata di modificare la sua richiesta di autorizzazione.

Il mais Pioneer-Dupont 1507 è una coltura che produce la tossina pesticida Bt ed è in grado di resistere a forti dosi di glufosinato, un erbicida che, a causa della sua elevata tossicità, sarà gradualmente bandito in agricoltura entro il 2017. Nonostante la tolleranza della pianta transgenica all’erbicida, l'Efsa non ha mai effettuato test sulla sicurezza legati a un incremento dell’uso di glufosinato: secondo le norme europee sugli OGM, l’Efsa dovrebbe verificare i possibili effetti sulla biodiversità e gli organismi non-target che ogni coltura OGM resistente agli erbicidi può causare a causa delle modifiche delle pratiche agricole (incluse quelle dovute a usi differenti degli erbicidi).

Una scelta totalmente irresponsabile quella assunta ieri a Bruxelles, una mossa che incoraggia l’uso dilagante di un erbicida talmente tossico da essere già in fase di eliminazione in territorio comunitario. Visti i rischi per l'ambiente e la salute, la totale assenza di benefici e la diffusa opposizione pubblica alle colture OGM, l’interrogativo che sorge spontaneo è: per conto di chi e di quali interessi sta agendo la Commissione?

Al momento l'unico OGM autorizzato per la coltivazione in Europa è il mais MON810 della Monsanto, lo stesso seminato in Friuli quest’anno e fonte di contaminazione a causa dell’inutile tergiversare delle autorità nazionali. Il nostro cibo e la nostra agricoltura sono troppo importanti per permettere che vengano messi a rischio da coltivazioni OGM. La coalizione #noOGM ha lanciato una petizione per chiedere un chiaro stop agli OGM.. Firmiamo su: http://www.change.org/friuliogmfree

Categorie
Non ci sono commenti Aggiungi commento

Invia un commento 

Per inviare un commento devi essere registrato.