IV Edizione dell'Ecoguida: la Apple è in rimonta

News - 27 giugno, 2007
Oggi Greenpeace presenta la quarta versione dell'Eco Guida ai Prodotti Elettronici. Una guida aggiornata ogni tre mesi che valuta l'impegno delle aziende per l'eliminazione di sostanze chimiche pericolose e il riciclaggio dei rifiuti elettronici. Finalmente Apple risale dall'ultima posizione e si piazza al decimo posto. In cima alla classifica ritorna Nokia. Sony è ultima.

La schermata della home del sito ufficiale Apple, sul quale è comparsa una mela verde, a sottolineare la svolta ambientale della società di Cupertino. Oggi Apple è in rimonta nella classifica dell'ultima versione dell'Ecoguida di Greenpeace.

Nell'ultima versione della Guida, Apple fa il salto in avanti più grande: è l'effetto della campagna GreenmyApple che ha convinto Steve Jobs, il leader maximo di Cupertino, a promettere una Apple più verde. Mentre Nokia è al comando, Dell e Lenovo lottano per il secondo posto. Seguono Sony-Ericsson e Samsung. Sony e LG, rispettivamente ultima e penultima in classifica, sono state sanzionate per i "doppi standard" utilizzati nelle loro politiche di gestione dei rifiuti.

L'ultimo aggiornamento della eco-guida di Greenpeace.

È in atto una vera e propria gara per produrre prodotti più verdi. La tutela dell'ambiente sta diventando una sfida per l'intero settore dell'informatica. È un buon risultato che nove delle quattordici aziende esaminate si siano piazzate tra il quinto e il sesto posto nel corso dei vari aggiornamenti dell'Eco guida.

Cresce sempre più il numero delle aziende che forniscono informazioni sui prodotti privi dei composti chimici più pericolosi. Nel marzo scorso, per esempio, Panasonic, ha messo sul mercato diversi prodotti totalmente privi di PVC. Anche Nokia, Sony Ericsson e, in alcuni casi, Motorola stanno introducendo un numero crescente di modelli privi di ritardanti di fiamma bromurati e di PVC.

Si stanno inoltre diffondendo sempre più programmi volontari in cui le aziende diventano responsabili del ritiro e del riciclaggio dei propri prodotti, informando  i clienti su cosa fare con i rifiuti elettronici.

Le aziende leader dell'informatica iniziano a rendere pubblici i tassi di riciclaggio: si tratta di politiche di trasparenza che spingono anche il resto delle aziende ad applicare - e comunicare - programmi di questo tipo.

L'Eco Guida di Greenpeace è lo strumento che testimonia chiaramente i passi in avanti che le aziende stanno compiendo verso un'industria elettronica sempre più verde.

Categorie