IV rapporto IPCC. Emergenza clima

News - 2007-02-02
Siccità, alluvioni, uragani, scioglimento dei ghiacciai e innalzamento dei mari: è allarme rosso sul clima. Il quarto rapporto dell'Ipcc – il panel di scienziati che studia il cambiamento climatico – afferma che, entro il 2100, le temperature potranno aumentare anche di 6,4 gradi centigradi. Greenpeace chiede risposte concrete e immediate.

Gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più evidenti e importanti. Questa foto documenta la desertificazione in Australia.

Il surriscaldamento globale non è più - da tempo - uno scenario da fantascienza, ma un'ingombrante realtà. Gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più evidenti. Il sistema finanziario è in allarme. Le assicurazioni segnalano un aumento dei danni legati ai fenomeni climatici estremi: dai 4 miliardi / anno degli anni ottanta si è passati ai 40 miliardi degli anni novanta, con un picco di 225 miliardi nel 2005.

Il clima cambia. Velocemente. In tutto il mondo.

Gli allevatori e gli agricoltori australiani stanno affrontando le condizioni climatiche più difficili dell'ultimo secolo: il sistema idrico dei fiumi Murray e Darling, che un tempo era la più estesa e importante rete di laghi, fiumi e bacini idrici di tutta l'Australia è ridotto ormai a un gomitolo di rivoli. In Italia, invece, una spedizione di Greenpeace sulla Marmolada ha documentato lo scioglimento dei ghiacciai alpini.

Effetti del cambiamento climatico: la desertificazione in Australia.

Servono risposte concrete e rapide: è ancora possibile fare qualcosa per impedire che il cambiamento climatico diventi una catastrofe irreversibile. Bisogna abbattere di oltre la metà le emissioni di gas serra entro il 2050.

Proprio la settimana scorsa Greenpeace ha presentato il rapporto "Energy [R]evolution" nel quale si dimostra come sarà possibile soddisfare i consumi energetici mondiali dimezzando le emissioni di CO2 entro il 2050 attraverso efficienza energetica e rinnovabili.

In Italia, le politiche adottate per abbattere le emissioni di CO2 non sono state efficaci: dal 1990 a oggi le emissioni sono aumentate del 13 per cento. Occorre agire con determinazione sul fronte dell'efficienza energetica e delle rinnovabili. Senza investire sul carbone.

Categorie