Cosa facciamo noi

Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!

 

Salviamo il clima

Salviamo il clima

Le temperature globali aumentano. I segnali di cambiamento climatico si moltiplicano, dalla fusione dei ghiacci alla desertificazione, fino all'inasprirsi degli eventi estremi. È necessario un percorso che ci porti subito fuori dal regno dei combustibili fossili, verso le fonti rinnovabili. Una rivoluzione energetica pulita è possibile.
Per saperne di più

Deforestazione Zero

Deforestazione Zero

Ci battiamo per proteggere le ultime grandi foreste primarie del pianeta, le piante, gli animali e le comunità che le abitano. Per questo indaghiamo sul commercio di legno di provenienza illegale e facciamo pressione su governi e imprese perché mettano fine alla deforestazione. Promuoviamo alternative reali, come la carta riciclata e i prodotti certificati FSC.
Per saperne di più

Difendiamo mari e oceani

Difendiamo mari e oceani

Ci impegniamo a difendere la salute dei mari del Pianeta, e del Mediterraneo in particolare. Il Mare nostrum ospita una ricca biodiversità, minacciata però dallo sfruttamento eccessivo delle risorse e dalla pesca illegale. Proteggere la vita marina comporta benefici per le comunità costiere, per un turismo s sostenibile e per la pesca tradizionale.
Per saperne di più

Agricoltura e OGM

Agricoltura e OGM

Ci opponiamo al rilascio nell'ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM) a causa dei rischi imprevedibili e sconosciuti che ciò comporta. Facciamo campagna per salvaguardare la biodiversità e sviluppare un'agricoltura sostenibile, l'unica strada per garantire nel tempo cibo per tutti e la salute della Terra.
Per saperne di più

Liberi da sostanze tossiche

Liberi da sostanze tossiche

Il nostro obiettivo è eliminare gradualmente la produzione e l'uso di sostanze pericolose che sono fonte di contaminazione del suolo, dell'acqua, del cibo e degli organismi viventi. Come? Promuovendo l’impiego di sostituti più sicuri per l'uomo e per l'ambiente e chiedendo alle aziende una politica orientata al ritiro e al recupero dei prodotti a fine vita.
Per saperne di più

Fuori dal nucleare

Fuori dal nucleare

Abbiamo sempre combattuto con forza – e continueremo a combattere – l’energia nucleare perché rappresenta un rischio inaccettabile per l’ambiente e l’umanità, costa troppo, e non dà indipendenza energetica. L’unica soluzione è fermare l’espansione della tecnologia nucleare, e la chiusura degli impianti esistenti.
Per saperne di più

 

Gli ultimi aggiornamenti

 

Caso Enel. Nucleare all'estero. I reattori dell'assurdo

News | 2 maggio, 2006 a 0:00

L'Enel ha annunciato l'acquisizione della società slovacca "Slovesnke Elektrarne", principale impresa del settore con l'83% della potenza istallata. Il 38% dell'energia erogata dalla SE deriva dallo sfruttamento del nucleare. In cambio della...

Elena con la sorella Irina.

Immagine | 26 aprile, 2006 a 0:00

Elena con la sorella Irina.

Venti anni fa, la catastrofe nucleare di Cernobyl

News | 26 aprile, 2006 a 0:00

Il 26 aprile del 1986, a causa di un esperimento avventato, esplode l'unità numero 4 della centrale nucleare di Cernobyl, in Ucraina. I rischi del nucleare diventano di colpo una minaccia concreta per centinaia di migliaia di persone, non solo in...

Attivisti di Greenpeace in azione presso

Immagine | 24 aprile, 2006 a 19:41

Attivisti di Greenpeace in azione presso la sede dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica, che si trova a Vienna. Gli attivisti hanno recapitato un campione di suolo contaminato da radiazione e proveniente dalla zona di Cernobyl

Una foto storica

Immagine | 20 aprile, 2006 a 0:00

Una foto storica. Alcuni degli attivisti che presero parte alla prima missione di Greenpeace contro i test nucleari condotti a largo delle coste canadesi. Patrick Moore, che ha contribuito a fondare Greenpeace, ma che non fa più parte della...

Il nucleare non serve. La risposta di Greenpeace a Patrick Moore.

News | 20 aprile, 2006 a 0:00

Alcuni giorni fa, sulle pagine del "Washington Post" è stata pubblicata un'intervista nella quale uno dei fondatori di Greenpeace, Patrick Moore, si pronunciava a favore dell'energia nucleare, indicandola come l'unica fonte di energia in grado di...

Le vere cifre di Cernobyl. Un rapporto di Greenpeace

News | 19 aprile, 2006 a 0:00

Greenpeace ha presentato ieri un rapporto redatto con la collaborazione di 52 scienziati e dell'Accademia delle Scienze russa per fare il punto della situazione, a vent'anni di distanza, sugli impatti sanitari di quello che è il più grave...

Cernobyl, il costo umano di una catastrofe

Pubblicazione | 18 aprile, 2006 a 0:00

Il ventesimo anniversario del disastro di Cernobyl ci riporta alla necessità di indagare meglio le conseguenze ambientali e sanitarie di quel tragico evento nel lungo periodo. Con questo obiettivo Greenpeace ha raccolto, in questo rapporto, i...

Coesistenza Ogm: sai cosa semini, non sai cosa raccogli

News | 6 aprile, 2006 a 0:00

L'avanzare degli Ogm in Spagna - l'unico paese europeo dove vengono coltivati su larga scala - sta causando enormi problemi di contaminazione alle altre colture e minaccia la sussistenza degli agricoltori stessi, che sono spesso costretti a...

I coltivatori spagnoli di mais danno fuoco

Immagine | 5 aprile, 2006 a 0:00

I coltivatori spagnoli di mais danno fuoco alle proprie coltivazioni dopo aver scoperto che sono state contaminate dai vicini campi di mais geneticamente modificato.

1801 - 1810 di 2158 risultati.