Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Cosa facciamo noi

Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!

 

Salviamo il clima

Salviamo il clima

Le temperature globali aumentano. I segnali di cambiamento climatico si moltiplicano, dalla fusione dei ghiacci alla desertificazione, fino all'inasprirsi degli eventi estremi. È necessario un percorso che ci porti subito fuori dal regno dei combustibili fossili, verso le fonti rinnovabili. Una rivoluzione energetica pulita è possibile.
Per saperne di più

Deforestazione Zero

Deforestazione Zero

Ci battiamo per proteggere le ultime grandi foreste primarie del pianeta, le piante, gli animali e le comunità che le abitano. Per questo indaghiamo sul commercio di legno di provenienza illegale e facciamo pressione su governi e imprese perché mettano fine alla deforestazione. Promuoviamo alternative reali, come la carta riciclata e i prodotti certificati FSC.
Per saperne di più

Difendiamo mari e oceani

Difendiamo mari e oceani

Ci impegniamo a difendere la salute dei mari del Pianeta, e del Mediterraneo in particolare. Il Mare nostrum ospita una ricca biodiversità, minacciata però dallo sfruttamento eccessivo delle risorse e dalla pesca illegale. Proteggere la vita marina comporta benefici per le comunità costiere, per un turismo s sostenibile e per la pesca tradizionale.
Per saperne di più

Agricoltura e OGM

Agricoltura e OGM

Ci opponiamo al rilascio nell'ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM) a causa dei rischi imprevedibili e sconosciuti che ciò comporta. Facciamo campagna per salvaguardare la biodiversità e sviluppare un'agricoltura sostenibile, l'unica strada per garantire nel tempo cibo per tutti e la salute della Terra.
Per saperne di più

Liberi da sostanze tossiche

Liberi da sostanze tossiche

Il nostro obiettivo è eliminare gradualmente la produzione e l'uso di sostanze pericolose che sono fonte di contaminazione del suolo, dell'acqua, del cibo e degli organismi viventi. Come? Promuovendo l’impiego di sostituti più sicuri per l'uomo e per l'ambiente e chiedendo alle aziende una politica orientata al ritiro e al recupero dei prodotti a fine vita.
Per saperne di più

Fuori dal nucleare

Fuori dal nucleare

Abbiamo sempre combattuto con forza – e continueremo a combattere – l’energia nucleare perché rappresenta un rischio inaccettabile per l’ambiente e l’umanità, costa troppo, e non dà indipendenza energetica. L’unica soluzione è fermare l’espansione della tecnologia nucleare, e la chiusura degli impianti esistenti.
Per saperne di più

 

Gli ultimi aggiornamenti

 

In azione contro le baleniere giapponesi

News | 18 gennaio, 2008 a 0:00

Gli attivisti di Greenpeace - a bordo dei gommoni – hanno aggiunto "Falso" in giapponese alla scritta "Ricerca" che campeggia sulla fiancata della Nisshin Maru. La caccia baleniera della flotta del Governo giapponese, infatti, viene spacciata...

L'Esperanza intercetta le baleniere. Al via il confronto nell'Oceano Antartico

News | 12 gennaio, 2008 a 0:00

Missione compiuta. Dopo dieci giorni di ricerca la nave di Greenpeace "Esperanza" intercetta le baleniere giapponesi nell'Oceano Antartico. Le navi baleniere accelerano ma non riescono a staccare l'Esperanza, che naviga alla massima velocità.

L'Esperanza e le balene fianco a fianco

News | 8 gennaio, 2008 a 0:00

Circa cinquanta megattere hanno fatto visita alla nave di Greenpeace "Esperanza", in viaggio nell'Oceano Antartico per bloccare la caccia baleniera giapponese. Il team internazionale di scienziati e video operatori a bordo è riuscito a...

Megattere "graziate" dal Giappone

News | 2 gennaio, 2008 a 0:00

Il governo giapponese "concede la grazia" alle megattere - specie a rischio di estinzione - ma non rinuncia alla "condanna a morte" di circa mille balene nel Santuario dell'Oceano Antartico. Anche quest'anno la nave di Greenpeace "Esperanza" è...

Parquet di lusso. Merbau a rischio

News | 19 dicembre, 2007 a 0:00

La continua richiesta di parquet da parte del mercato europeo sta condannando all’estinzione le foreste di merbau. Un nuovo rapporto di Greenpeace e Friends of the Earth denuncia il traffico illegale di merbau, dalle foreste di Indonesia e Papua...

Eroi dei videogiochi contro gli agenti tossici

News | 18 dicembre, 2007 a 0:00

Greenpeace arruola tre eroi dei videogiochi per chiedere ai giganti dell'elettronica - Sony, Microsoft e Nintendo – di eliminare le sostanze pericolose dai loro prodotti. Master Chief, Mario e Kratos lotteranno alla conquista di un futuro libero...

Parquet: il buono, il brutto e il cattivo!

News | 12 dicembre, 2007 a 0:00

In Italia la domanda di parquet di lusso è in crescita. Nuove specie esotiche compaiono di continuo sul mercato. Ma nomi come Wengè, Iroko e Doussiè dovrebbero mettere in allarme i consumatori. Spesso, infatti, si tratta di specie rare o...

Indonesia e olio di palma. Ecco chi frigge il clima

News | 6 dicembre, 2007 a 0:00

Sta per esplodere una bomba all'olio di palma. Greenpeace svela chi l'ha innescata: Unilever, Nestlè, Procter&Gamble e, tra gli italiani, Ferrero e Merloni Progetti sono complici della distruzione delle torbiere indonesiane. Nel rapporto "Come ti...

Zelig 6 - Due lampadine a spasso per la città

Video | 5 dicembre, 2007 a 18:39

Leonardo Manera e Diego Parassole - i due famosi comici di Zelig - hanno collaborato con Greenpeace realizzando una serie di mini gag video per promuovere campagna "Al bando le incandescenti". Sono andati in giro travestiti da lampadine...

NO al carbone: doppia azione in mare

News | 4 dicembre, 2007 a 0:00

Dalle centrali alle navi: le azioni di Greenpeace contro il carbone prendono il largo, mentre a Bali è in corso il vertice Onu sul clima. Poche ore fa – a bordo dei gommoni - gli attivisti hanno raggiunto tre navi carboniere attraccate al largo...

1801 - 1810 di 2445 risultati.