Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Cosa facciamo noi

Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!

 

Salviamo il clima

Salviamo il clima

Le temperature globali aumentano. I segnali di cambiamento climatico si moltiplicano, dalla fusione dei ghiacci alla desertificazione, fino all'inasprirsi degli eventi estremi. È necessario un percorso che ci porti subito fuori dal regno dei combustibili fossili, verso le fonti rinnovabili. Una rivoluzione energetica pulita è possibile.
Per saperne di più

Deforestazione Zero

Deforestazione Zero

Ci battiamo per proteggere le ultime grandi foreste primarie del pianeta, le piante, gli animali e le comunità che le abitano. Per questo indaghiamo sul commercio di legno di provenienza illegale e facciamo pressione su governi e imprese perché mettano fine alla deforestazione. Promuoviamo alternative reali, come la carta riciclata e i prodotti certificati FSC.
Per saperne di più

Difendiamo mari e oceani

Difendiamo mari e oceani

Ci impegniamo a difendere la salute dei mari del Pianeta, e del Mediterraneo in particolare. Il Mare nostrum ospita una ricca biodiversità, minacciata però dallo sfruttamento eccessivo delle risorse e dalla pesca illegale. Proteggere la vita marina comporta benefici per le comunità costiere, per un turismo s sostenibile e per la pesca tradizionale.
Per saperne di più

Agricoltura e OGM

Agricoltura e OGM

Ci opponiamo al rilascio nell'ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM) a causa dei rischi imprevedibili e sconosciuti che ciò comporta. Facciamo campagna per salvaguardare la biodiversità e sviluppare un'agricoltura sostenibile, l'unica strada per garantire nel tempo cibo per tutti e la salute della Terra.
Per saperne di più

Liberi da sostanze tossiche

Liberi da sostanze tossiche

Il nostro obiettivo è eliminare gradualmente la produzione e l'uso di sostanze pericolose che sono fonte di contaminazione del suolo, dell'acqua, del cibo e degli organismi viventi. Come? Promuovendo l’impiego di sostituti più sicuri per l'uomo e per l'ambiente e chiedendo alle aziende una politica orientata al ritiro e al recupero dei prodotti a fine vita.
Per saperne di più

Fuori dal nucleare

Fuori dal nucleare

Abbiamo sempre combattuto con forza – e continueremo a combattere – l’energia nucleare perché rappresenta un rischio inaccettabile per l’ambiente e l’umanità, costa troppo, e non dà indipendenza energetica. L’unica soluzione è fermare l’espansione della tecnologia nucleare, e la chiusura degli impianti esistenti.
Per saperne di più

 

Gli ultimi aggiornamenti

 

Scorie esportate. Ma a tempo determinato.

News | 9 maggio, 2007 a 0:00

Accordo tra la Sogin e la francese Areva per la gestione delle scorie nucleari italiane. Sono 235 le tonnellate di combustibile irraggiato in partenza. Le scorie verranno riprocessate in Francia. E torneranno in Italia vetrificate. Ma non per...

L'ITTO chiacchiera. Le foreste muoiono

News | 8 maggio, 2007 a 0:00

L'ITTO (International Tropical Timber Organization) è riunito a Port Moresby, in Papua Nuova Guinea, per l'inizio del suo 42° vertice. Attivisti di Greenpeace si sono calati dal tetto del Plaza Crowne hotel, sede del meeting, e hanno spiegato un...

A greener Apple

Pubblicazione | 3 maggio, 2007 a 0:00

A greener Apple.

Nucleare: una risposta lenta e costosa ai problemi del clima

News | 2 maggio, 2007 a 0:00

L'energia nucleare non può essere la risposta al problema del cambiamento climatico: è troppo lenta, troppo costosa, troppo pericolosa. È questa la tesi principale de "I costi economici dell'energia nucleare", un rapporto indipendente...

Attivisti di Greenpeace in azione per fermare

Immagine | 26 aprile, 2007 a 13:42

Attivisti di Greenpeace in azione per fermare la costruzione dei reattori EPR di nuova generazione nel sito francese di Flamanville. Gli attivi hanno bloccato gli ingressi del cantiere con dei camion.

Cernobyl Day: 30 attivisti in azione e 22.000 firme contro il nucleare.

News | 26 aprile, 2007 a 0:00

Ventuno anni fa il disastro di Cernobyl. Oggi, trenta attivisti di Greenpeace in azione per bloccare il cantiere di Flamanville, in Francia, e dire NO alla costruzione di tre reattori EPR di nuova generazione. Tanto moderni, quanto pericolosi.

Non c'è vento da perdere. Né energia da sprecare

News | 20 aprile, 2007 a 0:00

Greenpeace lancia a Cagliari la "MARATONA EOLICA 2007". L'eolico in Sardegna deve correre se vogliamo combattere il cambiamento climatico. Questa Regione è una delle più ventose in Italia. L'eolico avrebbe ottime opportunità di crescita.

Deforestazione in Camerun. Coinvolte imprese italiane

News | 19 aprile, 2007 a 0:00

L'impresa italiana del legno, Fipcam, avrebbe sfruttato illegalmente oltre 700 ettari di foresta in Camerun. Lo denuncia il rapporto pubblicato oggi dalle sezioni olandese e francese di Amici della Terra (Milieu Defensie e Les Amis de la Terre) e...

Enel decide di investire sul nucleare

Immagine | 17 aprile, 2007 a 0:00

Enel decide di investire sul nucleare. Sovietico. Dice di credere nell'innovazione. Dice di voler tutelare l'ambiente. Ma investe 1,8 miliardi di euro in una tecnlogia obsoleta e pericolosa, che non rispetta gli standard di sicurezza europeei.

Attivisti di Greenpeace in azione davanti

Immagine | 12 aprile, 2007 a 12:21

Attivisti di Greenpeace in azione davanti alla sede della Banca d'Italia per denunciare la svendita delle foreste primarie del Congo.

1861 - 1870 di 2424 risultati.