Cosa facciamo noi

Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!

 

Salviamo il clima

Salviamo il clima

Le temperature globali aumentano. I segnali di cambiamento climatico si moltiplicano, dalla fusione dei ghiacci alla desertificazione, fino all'inasprirsi degli eventi estremi. È necessario un percorso che ci porti subito fuori dal regno dei combustibili fossili, verso le fonti rinnovabili. Una rivoluzione energetica pulita è possibile.
Per saperne di più

Deforestazione Zero

Deforestazione Zero

Ci battiamo per proteggere le ultime grandi foreste primarie del pianeta, le piante, gli animali e le comunità che le abitano. Per questo indaghiamo sul commercio di legno di provenienza illegale e facciamo pressione su governi e imprese perché mettano fine alla deforestazione. Promuoviamo alternative reali, come la carta riciclata e i prodotti certificati FSC.
Per saperne di più

Difendiamo mari e oceani

Difendiamo mari e oceani

Ci impegniamo a difendere la salute dei mari del Pianeta, e del Mediterraneo in particolare. Il Mare nostrum ospita una ricca biodiversità, minacciata però dallo sfruttamento eccessivo delle risorse e dalla pesca illegale. Proteggere la vita marina comporta benefici per le comunità costiere, per un turismo s sostenibile e per la pesca tradizionale.
Per saperne di più

Agricoltura e OGM

Agricoltura e OGM

Ci opponiamo al rilascio nell'ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM) a causa dei rischi imprevedibili e sconosciuti che ciò comporta. Facciamo campagna per salvaguardare la biodiversità e sviluppare un'agricoltura sostenibile, l'unica strada per garantire nel tempo cibo per tutti e la salute della Terra.
Per saperne di più

Liberi da sostanze tossiche

Liberi da sostanze tossiche

Il nostro obiettivo è eliminare gradualmente la produzione e l'uso di sostanze pericolose che sono fonte di contaminazione del suolo, dell'acqua, del cibo e degli organismi viventi. Come? Promuovendo l’impiego di sostituti più sicuri per l'uomo e per l'ambiente e chiedendo alle aziende una politica orientata al ritiro e al recupero dei prodotti a fine vita.
Per saperne di più

Fuori dal nucleare

Fuori dal nucleare

Abbiamo sempre combattuto con forza – e continueremo a combattere – l’energia nucleare perché rappresenta un rischio inaccettabile per l’ambiente e l’umanità, costa troppo, e non dà indipendenza energetica. L’unica soluzione è fermare l’espansione della tecnologia nucleare, e la chiusura degli impianti esistenti.
Per saperne di più

 

Gli ultimi aggiornamenti

 

Diamo un futuro alla piccola pesca

News | 24 novembre, 2014 a 15:07

Si è appena conclusa la settimana d'azione di Greenpeace contro la pesca eccessiva.

In tutto il mondo per dire No alla pesca eccessiva

Galleria di immagini | 24 novembre, 2014

Bentornata Mati!

News | 20 novembre, 2014 a 17:51

La nostra attivista ferita durante l’azione contro le trivelle alle Canarie, è uscita questa mattina dall’ospedale per far rientro a casa.

Sistemazione dei rifiuti nucleari: il governo pesta l’acqua nel mortaio

Blog di Giuseppe Onufrio - Direttore Esecutivo Greenpeace | 20 novembre, 2014

La recente nomina a direttore dell’ ISIN , il costituendo Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione , di una persona non competente in materia, la cui identificazione è stata effettuata solo su “base...

L'Arctic Sunrise trattenuta in Spagna

News | 19 novembre, 2014 a 11:04 1 commento

La nostra nave è posta da ieri in stato di fermo dalle autorità spagnole nel porto di Arrecife, a Lanzarote, dopo l’azione contro le trivelle di Repsol al largo delle Isole Canarie.

No trivelle nel mare di Sicilia: la nostra diffida al Ministero dell’Ambiente

News | 18 novembre, 2014 a 15:11

Abbiamo diffidato la Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale dal concedere parere positivo alle istanze di ricerca e perforazione nel Canale di Sicilia.

La marina militare spagnola sperona i nostri attivisti: un'italiana ferita

News | 15 novembre, 2014 a 15:04 4 commenti

Questa mattina, tre gommoni della Marina Militare spagnola hanno ripetutamente speronato i gommoni dei nostri attivisti alle Canarie, durante un'azione contro le trivellazioni petrolifere. Un'attivista italiana di 21 anni è stata ferita. Guarda...

Accordo Usa-Cina su clima non sia un traguardo, ma un punto di partenza

News | 12 novembre, 2014 a 15:22 1 commento

Poche ore fa Stati Uniti e Cina hanno annunciato di aver raggiunto un accordo sulle politiche da attuare e gli obiettivi da raggiungere circa il taglio delle emissioni di gas serra per salvare il clima. Un piccolo passo in avanti rispetto alla...

Se noi siamo banditi dalla Camera, loro sono banditi del petrolio!

News | 11 novembre, 2014 a 17:58

Abbiamo provato a dire No alle trivelle mentre si votava il Sì allo Sblocca Italia: per questo hanno deciso di vietare l’ingresso a Montecitorio ai nostri attivisti.

Passo in avanti del Parlamento Ue per vietare la coltivazione di Ogm!

News | 11 novembre, 2014 a 13:05 1 commento

Questa mattina il Parlamento Europeo ha votato per dare agli Stati membri solide basi legali per vietare nei propri territori la coltivazione di Ogm.

1 - 10 di 2177 risultati.