Più di cento attivisti bloccano quattro centrali a carbone

Mentre i leader delle nazioni più ricche del Pianeta arrivano al summit del G8, oltre cento attivisti di Greenpeace da tutto il mondo hanno occupato quattro centrali elettriche a carbone sparse sul territorio italiano, chiedendo ai Capi di Stato del G8 di assumere un ruolo di leadership contro i cambiamenti climatici.

Dettagli video



Chi cambia il clima

Dopo aver abbattuto foreste, arato terreni, aperto canali e strade, costruito città, l’uomo è arrivato a uno stadio superiore di intervento sulla Terra: è diventato, per dirla con gli scienziati, un “agente di trasformazione planetaria”., «L’umanità rappresenta oggi una vera e propria forza geologica in continua e illimitata crescita», scriveva nel secolo scorso il geochimico russo Vladimir Vernadskij, padre dell’ecologia globale.

Se vogliamo individuare il momento in cui avviene il salto di qualità indicato da Vernadskij, non possiamo che guardare al Settecento, alle origini di quella Rivoluzione industriale che inaugura la stagione delle macchine a vapore e spinge la popolazione mondiale a una crescita senza precedenti – dagli 800 milioni circa di metà secolo ai 6 miliardi abbondanti del Duemila –, ma speriamo non illimitata. L’uomo – che ha già conquistato il Pianeta, almeno nella sua porzione abitabile, nei secoli precedenti – abbandona i mulini a vento e consolida la sua capacità d’intervento per mezzo della tecnologia industriale.

Mai prima d’ora l’azione dell’uomo ha inciso tanto sull’ambiente circostante, e mai questa azione è stata così forte e diversificata come adesso.
Vladimir Vernadskij

Il motore dell’industrializzazione è l’energia termica originata dalla combustione di carbone, petrolio, gas naturale: infatti è bruciando questi combustibili – che vengono chiamati “fossili” perché si sono formati per decomposizione di sostanze organiche vegetali o marine – che si muovono le macchine. Purtroppo, nel corso della combustione, queste fonti liberano il carbonio immagazzinato, restituendolo all’atmosfera sotto forma di anidride carbonica e di altri gas serra. Quello che millenni di evoluzione geologica avevano nascosto sotto la crosta del pianeta viene ora reinserito in circolazione. Andando ad alterare l’effetto serra naturale, e quindi il clima.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Orsi polari in azione a Mosca

Immagine | 5 settembre, 2012 a 15:07

Gli orsi polari di Greenpeace in azione a Mosca di fronte al quartier generale della Gazprom: gli attivisti, provenienti da 5 paesi europei, sono stati tutti arrestati e portati in tribunale. Greenpeace chiede al colosso russo dell'energia di...

Nuova azione in Artico

News | 27 agosto, 2012 a 15:02

Di nuovo in azione a due giorni dal blocco della piattaforma petrolifera della Gazprom, Prirazlomnaya, per chiedere alla Russia di abbandonare i piani di perforazione petrolifera in Artico.

Climber in azione nell'Artico

Video | 24 agosto, 2012 a 10:58

Attivisti di Greenpeace, tra cui il direttore esecutivo internazionale Kumi Naidoo, hanno scalato la piattaforma petrolifera della Gazprom, Prirazlomnaya, per domandare alla Russia di abbandonare i piani di perforazione petrolifera nell'Artico...

Un morto al giorno…

Blog di Giuseppe Onufrio | 9 agosto, 2012 9 commenti

Il carbone di ENEL costa più di un morto al giorno, tutti i giorni dell'anno. ENEL è il maggior utilizzatore di carbone per produrre la sua elettricità. Bisogna farla smettere. Con la  campagna – "Facciamo Luce Su ENEL" – abbiamo...

Vittoria in Tribunale su #EnelClimaKiller

News | 12 luglio, 2012 a 18:17

Abbiamo vinto! Il tentativo di Enel di censurare la campagna di Greenpeace FacciamoLuceSuEnel.org è stato bocciato dal Tribunale di Roma. La prima sezione civile, infatti, ha rigettato il ricorso dell’azienda, riconoscendo che la comunicazione di...

Orsa polare cerca casa

Video | 3 luglio, 2012 a 15:55

Questo video in difesa dell'Artico è nato dalla collaborazione con l'attore Jude Law e i Radiohead. Protagonista un'orsa polare così simile alla realtà da sembrare vera che si aggira per le strade di Londra. Per la versione italiana del video ha...

Contro la censura di Enel non siamo soli

Blog di Andrea Boraschi, campaigner Energia e Clima | 28 giugno, 2012 3 commenti

A volte dire la verità può essere un'attività rischiosa, che comporta conseguenze o problemi veri e propri. E, tuttavia, dire la verità rimane - a maggior ragione - un imperativo, un'esigenza imprescindibile. Questo pensiamo...

Non fermeremo la nostra campagna contro il carbone

News | 28 giugno, 2012 a 15:41

Martedì 26 giugno si è tenuta la prima udienza per discutere dei provvedimenti restrittivi e censori richiesti da Enel nei nostri confronti. L'azienda, riservandosi richieste risarcitorie per il danno d'immagine arrecatole dalla campagna Facciamo...

Greenfreeze: la tecnologia del freddo che salverà il clima

Pubblicazione | 28 giugno, 2012 a 10:00

Frigoriferi, condizionatori, sistemi di refrigerazione a impatto climatico zero. Per scongiurare un brusco innalzamento delle emissioni di gas effetto serra provenienti dal comparto della refrigerazione, rilanciamo la tecnologia Greenfreeze: un...

I nostri auguri a Fulvio Conti

Immagine | 15 giugno, 2012 a 17:30

Enel compie 50 anni, i nostri attivisti consegnano a Fulvio Conti, Amministratore Delegato di Enel, il volantino Enel Killer del Clima durante la festa di Repubblica 2012 a Bologna.

91 - 100 di 423 risultati.

Categorie