Gli impatti

Gli effetti dei cambiamenti climatici si stanno facendo sentire già oggi. Dagli Inuit nel polo Nord alle popolazioni che abitano le isole del Pacifico, molte persone stanno già subendo l’aumento delle temperature e milioni sono minacciate dalla fame, da malattie infettive, alluvioni e scarsità idrica. Mai prima d’ora l’umanità ha dovuto affrontare una crisi ambientale di questo tipo. L’Italia è uno dei Paesi europei più minacciati per il semplice motivo che la penisola si estende nel mezzo del Mediterraneo, un’area che sarà duramente colpita da fenomeni di desertificazione e scarsità idrica.

Nessuno è in grado di prevedere tutti gli effetti sul clima del riscaldamento globale. Quello che sappiamo è che sta già danneggiando persone ed ecosistemi. E che più la Terra si scalderà, maggiori saranno i cambiamenti climatici. Per questo, gli scienziati concordano sull’obiettivo di mantenere l’aumento delle temperature al di sotto dei 2 gradi centigradi.

Effetti probabili di un aumento delle temperature globali sotto i 2 gradi centigradi:

innalzamento del livello del mare a causa dello scioglimento dei ghiacciai e dell’espansione termica degli oceani;

rilasci massicci di gas a effetto serra dovuti allo scongelamento del permafrost e alla morte delle foreste;

alto rischio di eventi meteorologici estremi, come ondate di calore, siccità e alluvioni;

impatti gravi a livello regionale e locale: gli straripamenti dei fiumi aumenteranno in gran parte dell’Europa, mentre nelle aree costiere crescerà in modo sostanziale il rischio di inondazioni, erosione e perdita di zone umide;

perdita di biodiversità a seguito dell’estinzione di molte specie animali e vegetali;

i paesi in via di sviluppo in Africa, Asia e Pacifico subiranno gli impatti maggiori, essendo meno in grado di proteggersi dall’aumento del livello dei mari, dalla diffusione delle malattie e dal declino della produzione agricola.

Probabili effetti catastrofici a seguito dell’aumento oltre i 2 gradi centigradi:

scioglimento dei ghiacci in Groenlandia e Antartide con un aumento fino a sette metri del livello delle acque;

la Corrente del Golfo nell’Oceano Atlantico potrebbe rallentare, spostarsi o cessare di esistere, alterando il sistema circolatorio globale degli oceani e con effetti drammatici in Europa;

rilasci catastrofici di metano dagli oceani porterebbero al rapido aumento del metano nell’atmosfera e alla conseguente ulteriore crescita delle temperature.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Capire la scienza climatica in 10 semplici passaggi

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energia e Clima | 3 novembre, 2014

Quanto sono gravi i cambiamenti climatici e cosa possiamo/dobbiamo fare per contrastarli? Basandoci sull’ultimo report dell’IPCC e su altri recenti studi, ecco la nostra opinione su cosa bisogna conoscere in relazione a questo...

L'ossessione di Renzi per le trivelle

Blog di Giuseppe Onufrio - Direttore esecutivo Greenpeace | 10 settembre, 2014 2 commenti

Drill Baby Drill , sembra il leitmotiv scelto prima da Monti – che faceva approvare la Strategia Energetica Nazionale (SEN) nel marzo del 2013  poco prima di passare la mano al Governo Letta – e proseguito da Renzi , in modo...

Se l’Artico svanisse...

Blog di Cristiana De Lia, campaigner #SaveTheArctic | 9 agosto, 2013 1 commento

Una terra, in cima al mondo, lontana dagli occhi di tutti ma che, nella sua remota distanza svolge l’importante funzione di regolare il clima dell’intero pianeta. Il candido colore bianco del ghiaccio riflette i raggi del sole,...

Enel, l'energia che contro-protesta (strombazzando)

Blog di Andrea Boraschi, campaigner Energia e Clima | 22 luglio, 2013

Era l'azienda a organizzare le manifestazioni "spontanee" dei suoi lavoratori contro Greenpeace. "È l'ottobre del 2008. Manca poco più di un mese all'inizio della Conferenza sui cambiamenti climatici organizzata dall'Onu a Poznan,...

Arriva la Quinta Stagione

Blog di Gabriele Salari, ufficio stampa | 27 giugno, 2013 1 commento

Dopo aver mietuto premi in numerosi festival internazionali di cinema, arriva oggi nelle sale “La Quinta Stagione”, un film indipendente che non è solo magnetico e pieno di suggestioni visive come dicono i critici. È un concentrato di...

Greenpeace vs Enel. In tribunale vinciamo ancora noi!

Blog di Giuseppe Onufrio, Direttore esecutivo | 8 maggio, 2013 3 commenti

Abbiamo vinto ancora contro Enel: anche il Tribunale di Milano, dopo quello di Roma lo scorso anno, ha rigettato un ricorso ENEL contro la campagna di Greenpeace. L’uso del logo dell’azienda in campagne di sensibilizzazione che hanno...

Greenpeace alla sbarra

Blog di Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia | 19 aprile, 2013

Oggi a processo una trentina di attivisti per un’azione di protesta durata tre giorni presso la centrale di Porto Tolle, un mostro piantato nel mezzo del Delta del Po in una delle più importanti zone umide d’Europa. La protesta del...

Portando il Sole dalle Seychelles al Polo Nord

Blog di Renny Bijoux, in missione al Polo Nord | 12 aprile, 2013 1 commento

Sono Renny Bijoux e sono stato scelto tra milioni di persone per fare una di quelle cose che ti cambiano la vita: un’impegnativa ma allo stesso tempo divertente e spettacolare spedizione al Polo Nord. Non capita tutti i giorni che...

Vittoria! Sconfitto il Lato Oscuro di Volkswagen

Blog di Andrea Boraschi. campaigner Energia e Clima | 7 marzo, 2013 2 commenti

In uno scenario dove i segnali del cambiamento climatico si intensificano e fanno sempre più temere per il futuro del Pianeta, una storia firmata Greenpeace rende ottimismo e fa capire come impegnarsi per prevenire il peggio non sia...

Stop Shell alle trivellazioni in Alaska per il 2013

Blog di Giorgia Monti, campaigner Mare | 28 febbraio, 2013

Shell ha annunciato oggi di abbandonare per il 2013 i propri piani di estrazione del petrolio al largo delle coste dell’Alaska, nell’Artico. È la prima cosa giusta che fa Shell in Alaska. La reputazione di Shell come miglior azienda...

1 - 10 di 50 risultati.

Categorie