Le soluzioni

Le soluzioni al riscaldamento globale sono già disponibili, non sono troppo costose e ci possono portare verso uno scenario di energia pulita e sviluppo sostenibile. Una vera e propria Rivoluzione Energetica!

L’ultimo rapporto dell’IPCC indica centinaia di tecnologie oggi disponibili, a un costo molto basso, per ridurre le emissioni dannose per il clima. Lo stesso rapporto afferma che è compito dei governi rimuovere le barriere che si frappongono all’uso di queste tecnologie. Nella maggior parte dei Paesi industrializzati, infatti, la produzione convenzionale di energia – da combustibili fossili e nucleare – è pesantemente sostenuta con sussidi, e gli impatti ambientali della sua produzione non si riflettono sul prezzo per gli utenti finali.

La notizia positiva è che – nonostante tutti gli ostacoli – il peso delle fonti energetiche rinnovabili nella produzione di energia elettrica è costantemente cresciuto negli ultimi quindici anni, conoscendo una forte accelerazione negli ultimi cinque mentre, anche a causa della crisi economica, a livello globale è diminuito il consumo di energia. Alla fine del 2008, quindi, il 18,7 per cento dell’elettricità mondiale era prodotta da fonti rinnovabili, contro il 13.5 per cento del nucleare. Nel 2010 tale percentuale ha superato il 20 per cento.

Questa rapida diffusione a livello globale di tecnologie alternative comporta una drastica riduzione dei costi di produzione e di vendita. È giunto il momento di porre fine alla nostra dipendenza dai combustibili fossili e da altre tecnologie che danneggiano il clima. In questa sezione puoi scoprire come le fonti rinnovabili – sole, vento, acqua, calore naturale – possono combinarsi con una maggiore efficienza energetica per creare una rivoluzione in favore dell’energia pulita. Scopri inoltre le false credenze su queste soluzioni, diffuse da chi ha interesse ad arrestare la Rivoluzione Energetica.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Kumi Naidoo in azione nell'Artico

Video | 20 giugno, 2011 a 17:18

In questo video potete vedere Kumi Naidoo, Direttore Esecutivo di Greenpeace International, che scala la piattaforma petrolifera Leiv Eiriksson nell'Artico, a 150 km dalle coste della Groenlandia. Kumi Naidoo ha sfidato il gelo dei cannoni ad...

Kumi Naidoo scala la Leiv Eriksson. Arrestato!

News | 17 giugno, 2011 a 13:46

Kumi Naidoo, il direttore di Greenpeace International, è entrato in azione contro la piattaforma petrolifera Leiv Eriksson, della compagnia Cairn Energy, nell’Artico. Con una richiesta precisa: fermare immediatamente le operazioni di...

Kumi Naidoo in azione contro le trivellazioni nell'Artico

Immagine | 17 giugno, 2011 a 13:20

Il Direttore Esecutivo di Greenpeace International, Kumi Naidoo, ha violato stamattina la zona di esclusione stabilita dalle autorità danesi a protezione della piattaforma petrolifera Leiv Eriksson, attualmente operante a 120km dalla costa...

Ancora in azione nell'Artico

Galleria di immagini | 4 giugno, 2011

Obiettivo 30%: i falsi miti sulla riduzione della CO2 al 2020

Pubblicazione | 18 maggio, 2011 a 5:10

Chi si oppone all’innalzamento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra dal 20 al 30% al 2020, usa spesso argomenti catastrofici: “miti” che si possono smontare facilmente.

Imprese europee: obiettivo 30%

Pubblicazione | 18 maggio, 2011 a 5:00

Prezzi dei carburanti insostenibili, rischi energetici, cambiamenti climatici, contrazione delle risorse e una crescente concorrenza con le economie emergenti dimostrano che la formula “business as usual” non costituisce più un’opzione...

Nuovo rapporto IPCC: non c'è limite alle rinnovabili

News | 9 maggio, 2011 a 15:29

Buone notizie sul futuro dell’energia pulita: l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), il gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite, ha approvato oggi ad Abu Dhabi il nuovo Special Report on...

Rapporto IPCC: demoliti i falsi miti sulle rinnovabili

Pubblicazione | 9 maggio, 2011 a 12:23

Le energie rinnovabili potrebbero soddisfare fino all’80% della domanda energetica mondiale entro il 2050, anche solo utilizzando il 2,5% del potenziale energetico disponibile e le tecnologie attualmente in uso.

Sulla rotta della Leiv Erikisson per proteggere l'Artico

News | 22 aprile, 2011 a 16:19

Abbiamo bloccato i piani della piattaforma di esplorazione petrolifera Leiv Erikisson, partita oggi dal porto di Instanbul e diretta alla Baia di Baffin in Groenlandia alla ricerca di petrolio. Alle prime luci dell'alba, un team internazionale di...

171 - 180 di 227 risultati.

Categorie