La rivoluzione energetica

La temperatura globale media è aumentata di 0,8 gradi centigradi dall'inizio della Rivoluzione industriale. Non sembra molto, ma le conseguenze sono enormi. Le calotte glaciali si stanno riducendo anno dopo anno. Situazioni climatiche estreme e cicloni sono in aumento. I cambiamenti climatici stanno già provocando danni all'ecosistema e mettendo in pericolo la vita di milioni di persone. Ed è solo l'inizio.

Ma non è una minaccia che proviene dallo spazio. Sono gli esseri umani ad aver causato i cambiamenti climatici immettendo nell'atmosfera quantità eccessive di gas serra. In questo siamo fortunati. Se abbiamo iniziato noi tutto questo, siamo anche in grado di fermarlo. Le tecnologie necessarie già esistono.

Possiamo – e dobbiamo – diminuire le emissioni di CO2 del 50 per cento entro il 2050. I paesi industrializzati dovranno diminuire le loro ancora di più, fino all’80 per cento. Se lo faremo, potremo contenere l’aumento della temperatura globale sotto i 2 gradi. Gli scienziati concordano che si tratta di una condizione essenziale per evitare che il clima vada del tutto fuori controllo.

Le forme di energia rinnovabile – energia solare, eolica, idroelettrica, geotermica e biomasse – possono soddisfare la metà dei consumi di energia del mondo entro la metà di questo secolo. Ma solo se smettiamo di sprecare energia e facciamo qualcosa per usarla in maniera più efficiente. Questo è possibile senza mettere in pericolo l’economia globale e dando la possibilità anche ai paesi più poveri di svilupparsi, com’è illustrato nella serie di studi di Greenpeace, Energy Revolution.

Abbiamo bisogno di una rivoluzione energetica per raggiungere questo obiettivo. Questo significa cambiamenti fondamentali nei modi di generare l’energia, in cui viviamo e viaggiamo e nelle nostre abitudini in genere. Noi, nei paesi industrializzati, dobbiamo indicare la via. E i paesi in via di sviluppo dovranno fare attenzione a non ripetere i nostri stessi errori. Non c’è tempo da perdere. Iniziamo subito a vivere una vita più rispettosa del clima!

Per approfondire

Energy Revolution Italia 2013 (versione integrale in inglese)

Sintesi Energy Revolution Italia 2013 (in italiano)

Briefing Energy Revolution Italia 2013 (in italiano)

Infografica Energy Revolution Italia 2013

Fai il download del rapporto 2012 integrale (versione World - in inglese)

Energy Revolution 2012 Briefing (World)

Energy Revolution Europe 2012 (versione integrale in inglese)

Gli ultimi aggiornamenti

 

In azione a Palazzo Chigi

Video | 6 dicembre, 2011 a 12:03

Mentre il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini si sta recando a Durban, in Sud Africa, per rappresentare l'Italia alla conferenza delle Nazioni Unite sul clima, stamattina all'alba attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma, davanti a...

Cartolina dal caos climatico a Palazzo Chigi

News | 6 dicembre, 2011 a 6:56

Mentre il Ministro dell’Ambiente sta arrivando a Durban per la conferenza Onu sul clima, una cartolina dal caos climatico formato 14x5 metri è stata piazzata dai nostri climber davanti a Palazzo Chigi. Una tragica foto dell’alluvione di Genova...

Protesta a Durban

Immagine | 5 dicembre, 2011 a 13:43

I nostri attivisti, insieme ad altre associazioni, hanno manifestato a Durban, in occasione della conferenza del Global Business Day. La protesta è contro le industrie del carbone che remano contro il raggiungimento di un accordo globale per...

No alle trivellazioni in Groenlandia

Immagine | 1 dicembre, 2011 a 15:28

Gli attivisti di Greenpeace hanno preparato uno speciale benvenuto per le compagnie petrolifere giunte a Copenhagen per l'incontro con BMP, l'organizzazione responsabile delle estrazioni in Groenlandia. Con un tappeto rosso sporco di petrolio e...

Cartoline dal caos climatico

News | 28 novembre, 2011 a 19:00

Anche il nostro ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, parteciperà ai negoziati sul clima di Durban. Le tragiche alluvioni a Genova, Roma e Messina sono chiari segnali che anche il nostro Paese è vittima dei cambiamenti climatici. Se vuoi che...

Inizia la Conferenza sui Cambiamenti Climatici

Immagine | 26 novembre, 2011 a 12:30

Attivisti di Greenpeace innalzano delle turbine eoliche sulla spiaggia di Durban, durante la giornata di apertura della conferenza dell'ONU sui cambiamenti climatici.

La lobby che tiene in ostaggio il clima

News | 23 novembre, 2011 a 15:19

Vi presentiamo i più potenti inquinatori del pianeta, un manipolo di grandi multinazionali che, oltre a contribuire al cambiamento climatico, fanno di tutto per bloccare quelle leggi che, in vari Paesi, cercano di diminuire le emissioni di gas...

Chi rema contro?

Pubblicazione | 23 novembre, 2011 a 12:19

Questo documento riassume i contenuti del rapporto di Greenpeace International "Who is holding us back?", lanciato pochi giorni prima l'inizio dei lavori della conferenza sul clima a Durban, in Sud Africa.

L'ex bassista dei Clash attivista di Greenpeace

News | 16 novembre, 2011 a 16:23

Si è imbarcato sulla nave di Greenpeace, Esperanza, spacciandosi per un semplice aiuto cuoco. Nessuno a bordo conosceva la sua vera identità…

Eco-guida ai prodotti elettronici. Hp in testa

News | 9 novembre, 2011 a 15:37

Pubblichiamo oggi la versione aggiornata della nostra Eco-guida ai prodotti elettronici. La grande novità è il sorpasso di HP che si piazza al primo posto davanti a Dell e Nokia e ottiene il miglior punteggio in termini di sostenibilità della sua...

141 - 150 di 227 risultati.

Categorie