La rivoluzione energetica

La temperatura globale media è aumentata di 0,8 gradi centigradi dall'inizio della Rivoluzione industriale. Non sembra molto, ma le conseguenze sono enormi. Le calotte glaciali si stanno riducendo anno dopo anno. Situazioni climatiche estreme e cicloni sono in aumento. I cambiamenti climatici stanno già provocando danni all'ecosistema e mettendo in pericolo la vita di milioni di persone. Ed è solo l'inizio.

Ma non è una minaccia che proviene dallo spazio. Sono gli esseri umani ad aver causato i cambiamenti climatici immettendo nell'atmosfera quantità eccessive di gas serra. In questo siamo fortunati. Se abbiamo iniziato noi tutto questo, siamo anche in grado di fermarlo. Le tecnologie necessarie già esistono.

Possiamo – e dobbiamo – diminuire le emissioni di CO2 del 50 per cento entro il 2050. I paesi industrializzati dovranno diminuire le loro ancora di più, fino all’80 per cento. Se lo faremo, potremo contenere l’aumento della temperatura globale sotto i 2 gradi. Gli scienziati concordano che si tratta di una condizione essenziale per evitare che il clima vada del tutto fuori controllo.

Le forme di energia rinnovabile – energia solare, eolica, idroelettrica, geotermica e biomasse – possono soddisfare la metà dei consumi di energia del mondo entro la metà di questo secolo. Ma solo se smettiamo di sprecare energia e facciamo qualcosa per usarla in maniera più efficiente. Questo è possibile senza mettere in pericolo l’economia globale e dando la possibilità anche ai paesi più poveri di svilupparsi, com’è illustrato nella serie di studi di Greenpeace, Energy Revolution.

Abbiamo bisogno di una rivoluzione energetica per raggiungere questo obiettivo. Questo significa cambiamenti fondamentali nei modi di generare l’energia, in cui viviamo e viaggiamo e nelle nostre abitudini in genere. Noi, nei paesi industrializzati, dobbiamo indicare la via. E i paesi in via di sviluppo dovranno fare attenzione a non ripetere i nostri stessi errori. Non c’è tempo da perdere. Iniziamo subito a vivere una vita più rispettosa del clima!

Per approfondire

Energy Revolution Italia 2013 (versione integrale in inglese)

Sintesi Energy Revolution Italia 2013 (in italiano)

Briefing Energy Revolution Italia 2013 (in italiano)

Infografica Energy Revolution Italia 2013

Fai il download del rapporto 2012 integrale (versione World - in inglese)

Energy Revolution 2012 Briefing (World)

Energy Revolution Europe 2012 (versione integrale in inglese)

Gli ultimi aggiornamenti

 

Rapporto IPCC: demoliti i falsi miti sulle rinnovabili

Pubblicazione | 9 maggio, 2011 a 12:23

Le energie rinnovabili potrebbero soddisfare fino all’80% della domanda energetica mondiale entro il 2050, anche solo utilizzando il 2,5% del potenziale energetico disponibile e le tecnologie attualmente in uso.

Sulla rotta della Leiv Erikisson per proteggere l'Artico

News | 22 aprile, 2011 a 16:19

Abbiamo bloccato i piani della piattaforma di esplorazione petrolifera Leiv Erikisson, partita oggi dal porto di Instanbul e diretta alla Baia di Baffin in Groenlandia alla ricerca di petrolio. Alle prime luci dell'alba, un team internazionale di...

In piazza con il popolo delle rinnovabili per un'Italia più sostenibile

News | 20 aprile, 2011 a 19:06

Oggi siamo scesi in piazza al fianco dei lavoratori delle rinnovabili che, insieme allo sviluppo sostenibile del Paese, vedono lentamente andare in fumo il loro futuro occupazionale. Al mattino davanti al ministero dello Sviluppo Economico, nel...

A un anno dal disastro, in un sito web i documenti “segreti” sulla Deepwater Horizon

Blog di Andrea Boraschi, campaigner Clima di Greenpeace | 19 aprile, 2011 1 commento

Agli inizi di aprile 2010, Barak Obama riavviava, dopo una lunga moratoria, il programma di esplorazioni petrolifere offshore negli USA. Un pedaggio, questo, pagato alle lobby del barile per far passare un “Climate Bill” che impegna...

Greenpeace a Facebook: "Ci piaci verde"

Video | 13 aprile, 2011 a 16:01

Greenpeace rilancia oggi la sua sfida a Facebook "Unfriend coal": usare solo energia rinnovabile, senza nucleare e senza carbone, per il funzionamento dei suoi sistemi informatici. A Milano un gruppo di attivisti ha aperto in Piazza del Duomo uno...

Europa e nucleare: Green Exit Strategy

Pubblicazione | 24 marzo, 2011 a 16:08

Il popolo delle rinnovabili

Blog di Domenico Belli, campaigner Energia e Clima | 10 marzo, 2011 3 commenti

Una di quelle giornate che non dimentichi, i volti, la passione delle migliaia di persone accorse oggi al teatro Quirino di Roma. Tutti per gridare la loro rabbia verso un Governo che in un sol colpo ha ucciso le speranze in un'Italia...

Facebook, rimuovi il carbone dai tuoi amici

News | 3 marzo, 2011 a 13:05

Sapete come Facebook alimenterà il suo nuovo colossale data center in Oregon? A carbone! Con la nostra campagna virale Unfriend Coal vogliamo convincerli a cambiare strada: abbandonare le fonti fossili inquinanti e superate e scegliere una...

L'Arctic Sunrise a New York

Immagine | 3 febbraio, 2011 a 10:07

L'Arctic Sunrise è arrivata a New York, da dove inizierà il Coal Free Future tour. Durante il mese di febbraio, la nave di Greenpeace toccherà diversi punti della east coast americana portando un messaggio chiaro, "vogliamo un futuro libero dal...

L’Ue contro frodi e scorciatoie nel mercato delle emissioni

Blog di Greenpeace Italia | 24 gennaio, 2011 3 commenti

Il sistema di scambio dei crediti di emissione è un sistema tutto interno a una logica puramente finanziaria, quindi comprensibile per gli addetti ai lavori ma molto più ostico e complicato per noi comuni mortali… In pratica,...

171 - 180 di 220 risultati.

Categorie