Amazzonia

L’Amazzonia è l’ecosistema più ricco di biodiversità al mondo: ospita circa 60.000 specie di piante, 1.000 specie di uccelli e oltre 300 specie di mammiferi. La causa principale della distruzione della foresta amazzonica è l'allevamento bovino.

Si estende su un’area di circa 6,5 milioni di chilometri quadrati e attraversa nove paesi del Sud America per circa il 5% della superficie terrestre. Tra il 2000 e il 2007, l’Amazzonia brasiliana è stata deforestata a un tasso medio di 19,368 chilometri quadrati all’anno. In questo lasso di tempo, quindi, più di 154,312 chilometri quadrati di foresta sono andati perduti: un’area pari alla superficie della Grecia.

Il Brasile è al quarto posto nella classifica dei paesi emettitori a livello globale. La deforestazione e il cambio d’uso dei suoli forestali causa il 75% delle emissioni del paese. Di questa percentuale il 59% proviene dalla perdita di copertura forestale e dagli incendi nella regione amazzonica.

La causa principale di questa distruzione è l’allevamento bovino, in linea con l’aumento dell’export brasiliano di capi bovini e carne. Si stima che l’Amazzonia conservi tra 80 e 120 miliardi di tonnellate di carbonio. Se queste riserve di carbonio venissero distrutte, si emetterebbero in atmosfera una quantità di gas serra pari a cinquanta volte quelle prodotte dagli Stati Uniti in un anno.

Deforestazione Zero è l’obiettivo che il Brasile deve raggiungere a ogni costo attraverso strategie che combinino la riduzione progressiva della deforestazione con lo sviluppo sostenibile delle risorse naturali e la conservazione della biodiversità.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Ken molla Barbie!

Video | 8 giugno, 2011 a 10:12

Barbie, la bambola più famosa al mondo, è coinvolta nel brutale fenomeno della deforestazione. Ecco il video virale dove Ken, compagno storico di Barbie, scopre l'identità nascosta della sua "fidanzata serial killer".

Scandalo! Barbie distrugge la foresta pluviale

News | 7 giugno, 2011 a 20:04

Scoop dell'ultim ora: Ken molla Barbie. La bambola più famosa al mondo è coinvolta nel brutale fenomeno della deforestazione. Dopo accurate analisi e indagini sul campo abbiamo scoperto che il packaging di Barbie è prodotto con legno della...

Greenpeace presenta il gioco che salva le foreste

Video | 5 aprile, 2011 a 14:51

Nell'anno internazionale delle foreste Greenpeace, in collaborazione con Rai per il Sociale e l'Antoniano di Bologna, lancia il progetto "Kids 4 Forests" per far scoprire ai più piccoli le meraviglie degli ultimi polmoni verdi del pianeta. A...

Il gioco che salva le foreste

Immagine | 4 aprile, 2011 a 17:50

Nell'anno internazionale delle foreste Greenpeace, in collaborazione con Rai per il Sociale e l'Antoniano di Bologna, lancia il progetto "Kids 4 Forests" per far scoprire ai più piccoli le meraviglie degli ultimi polmoni verdi del pianeta. A...

Un deforestatore in meno

Blog di mgiuglia | 10 febbraio, 2011 2 commenti

Fino all'anno scorso ciò che rendeva famosa l'azienda Golden Resources Agri (GAR) era il suo coinvolgimento in brutali fenomeni di deforestazione e cambiamenti climatici. Gar, infatti, è di proprietà del colosso multinazionale Sinar...

Motosega d'oro

Immagine | 30 gennaio, 2011 a 12:49

Attivisti di Greenpeace alla Fiera Internazionale della carta di Francoforte, hanno consegnato il premio motosega d'oro alla multinazionale della carta APP (Asian Pulp & Paper), riconosciuto come la principale responsabile della deforestazione in...

“Salvaforeste” al raddoppio

News | 16 dicembre, 2010 a 0:00

Italia — Da 60 a 110 in meno di sette mesi. Sono le case editrici che, da oggi, potrete trovare nell’ultima versione della classifica 'Salvaforeste'. Le abbiamo valutate in base alla sostenibilità della carta che utilizzano nei propri libri e, in...

Foreste a rotoli

Immagine | 20 novembre, 2010 a 15:59

Questa mattina in tutta Italia i volontari di Greenpeace hanno distribuito di fronte ai supermercati “Foreste a rotoli”, la nuova guida verde per l’acquisto responsabile di carta igienica, rotoloni, tovaglioli e fazzoletti usa e getta.

Biocarburanti: quando “bio” non è sinonimo di “verde”

Pubblicazione | 8 novembre, 2010 a 0:00

Gli obiettivi comunitari in materia di biocarburanti causeranno in tutto il mondo il cambio d’uso di 69.000km² di suolo nei prossimi dieci anni.

Pulping the planet

Pubblicazione | 7 luglio, 2010 a 17:07

Il nuovo rapporto “Pulping the planet. Come Sinar Mas manda al macero il pianeta” denuncia come alcuni marchi internazionali quali Walmart, Auchan, Kentucky Fried Chicken, Burger King e Shiseido stiano contribuendo ad accelerare i cambiamenti...

71 - 80 di 281 risultati.

Categorie