Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

L'Amazzonia è la più grande foresta rimasta al mondo. Un inestimabile scrigno di biodiversità da difendere. L'Amazzonia, la nostra foresta, è in pericolo a causa della deforestazione e dei cambiamenti climatici. Greenpeace si batte per fermare la deforestazione in Amazzonia entro il 2015 e a livello globale entro il 2020.

L'ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior III, navigherà per due mesi sul Rio delle Amazzoni per mostrare al mondo la bellezza dell'Amazzonia. Oltre alle meraviglie del polmone del pianeta, denunceremo i responsabili della sua distruzione e dimostreremo che ci sono le soluzioni per raggiungere il nostro obiettivo comune: Deforestazione Zero in Amazzonia.

Accompagnaci in questo magico viaggio e aiuta il popolo brasiliano a salvare l’Amazzonia.

L'Amazzonia è vasta, maestosa e ospita un quarto delle specie conosciute. Il giaguaro, il delfino rosa, il bradipo, il fiore più grande al mondo, la scimmia piccola come uno spazzolino da denti e un ragno grande come una palla da baseball sono solo alcune delle specie che conosciamo. Ma ce ne sono ancora molte, tutte da scoprire.

L'Amazzonia è la casa di oltre 20 milioni di persone e centinaia di indigeni che non hanno mai avuto contatti con il mondo esterno.

L'Amazzonia è un enorme deposito di carbonio che ci aiuta a stabilizzare il clima e mitigare i cambiamenti climatici: trattiene tra 80 e 120 miliardi di tonnellate di CO2.

Gli ultimi aggiornamenti

 

In Indonesia le fiamme divorano la foresta. Brucia l’ultimo rifugio degli oranghi

News | 13 ottobre, 2015 a 18:39

Da ormai molti anni tra giugno e ottobre un’ondata di fumo intenso misto a cenere avvolge il sud-est asiatico.

Le trivellazioni offshore? Ormai piacciono solo a Renzi!

News | 30 settembre, 2015 a 15:14 1 commento

Dopo l’abbandono dell’Artico da parte di Shell, anche la Croazia lascia le esplorazioni in Adriatico. E da noi?

Vittoria! Shell se ne va a mani vuote dall’Artico!

News | 28 settembre, 2015 a 18:00 3 commenti

Dopo un tentativo fallimentare di trivellazione al largo dell’Alaska, il colosso del petrolio annuncia l’abbandono della ricerca di idrocarburi.

Apriamo gli occhi, il futuro è rinnovabile. E dipende da noi.

Blog di Luca Iacoboni - Campagna energia e clima | 21 settembre, 2015

Chiudete gli occhi. Immaginate un mondo in cui le centrali a carbone smettono di sputare fumi nocivi dalle loro ciminiere, sostituite da pale eoliche che producono energia grazie al vento . Un mondo in cui di trivelle, in mare e a...

Energy Revolution 2015

Pubblicazione | 21 settembre, 2015 a 10:20

Nel 2050 il Pianeta potrebbe soddisfare interamente il proprio fabbisogno energetico con fonti rinnovabili: uno scenario non solo possibile, ma anche conveniente, come dimostra “Energy Revolution 2015 – 100% renewable energy”, nuovo rapporto di...

16 - 20 di 994 risultati.