L'Amazzonia è la più grande foresta rimasta al mondo. Un inestimabile scrigno di biodiversità da difendere. L'Amazzonia, la nostra foresta, è in pericolo a causa della deforestazione e dei cambiamenti climatici. Greenpeace si batte per fermare la deforestazione in Amazzonia entro il 2015 e a livello globale entro il 2020.

L'ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior III, navigherà per due mesi sul Rio delle Amazzoni per mostrare al mondo la bellezza dell'Amazzonia. Oltre alle meraviglie del polmone del pianeta, denunceremo i responsabili della sua distruzione e dimostreremo che ci sono le soluzioni per raggiungere il nostro obiettivo comune: Deforestazione Zero in Amazzonia.

Accompagnaci in questo magico viaggio e aiuta il popolo brasiliano a salvare l’Amazzonia.

L'Amazzonia è vasta, maestosa e ospita un quarto delle specie conosciute. Il giaguaro, il delfino rosa, il bradipo, il fiore più grande al mondo, la scimmia piccola come uno spazzolino da denti e un ragno grande come una palla da baseball sono solo alcune delle specie che conosciamo. Ma ce ne sono ancora molte, tutte da scoprire.

L'Amazzonia è la casa di oltre 20 milioni di persone e centinaia di indigeni che non hanno mai avuto contatti con il mondo esterno.

L'Amazzonia è un enorme deposito di carbonio che ci aiuta a stabilizzare il clima e mitigare i cambiamenti climatici: trattiene tra 80 e 120 miliardi di tonnellate di CO2.

Gli ultimi aggiornamenti

 

G7 energia: vogliamo indipendenza dalle fonti fossili, non dalla Russia

News | 6 maggio, 2014 a 11:01

“G7: go renewable, go clean & independent”: è questo il messaggio che abbiamo lanciato oggi, con un enorme banner dalla terrazza del Pincio a Roma, mentre i ministri dell’energia dei Paesi del G7 sono riuniti per decidere il futuro energetico...

G7 Energia. Vogliamo l'indipendenza energetica dai combustibili fossili, non dalla Russia

Pubblicazione | 6 maggio, 2014 a 8:15

L’annessione della Crimea da parte della Russia ha scatenato un intenso dibattito politico sulla dipendenza dell'Europa dall'energia russa e ha spinto la questione all'ordine del giorno di diversi incontri politici ad alto livello.

Quello spazio rischioso fra una petroliera e un porto

Blog di Kumi Naidoo | 1 maggio, 2014

Oggi uno dei principali porti del mondo è diventato lo scenario per un’azione “di civiltà” che i governi sembrano non voler intraprendere: respingere il greggio artico e lottare contro gli interessi delle grandi compagnie petrolifere.

In azione a Rotterdam contro il primo greggio artico

News | 1 maggio, 2014 a 12:26 1 commento

I nostri attivisti, a bordo della Rainbow Warrior III e con l'ausilio dei gommoni, hanno tentato di bloccare l'attracco nel porto della petroliera di Gazprom contenente il primo carico di petrolio artico. In stato di arresto il capitano Pete Willcox.

Terza parte rapporto IPCC: dal decennio del carbone al secolo delle rinnovabili

News | 14 aprile, 2014 a 17:00

Dopo aver trattato i cambiamenti climatici dal punto di vista scientifico e degli impatti sulla salute umana e del Pianeta, l'IPCC - l'organismo ONU che si occupa di climate change - ha rilasciato nelle ultime ore la terza parte del suo "Quinto...

31 - 35 di 882 risultati.