Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

L'Amazzonia è la più grande foresta rimasta al mondo. Un inestimabile scrigno di biodiversità da difendere. L'Amazzonia, la nostra foresta, è in pericolo a causa della deforestazione e dei cambiamenti climatici. Greenpeace si batte per fermare la deforestazione in Amazzonia entro il 2015 e a livello globale entro il 2020.

L'ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior III, navigherà per due mesi sul Rio delle Amazzoni per mostrare al mondo la bellezza dell'Amazzonia. Oltre alle meraviglie del polmone del pianeta, denunceremo i responsabili della sua distruzione e dimostreremo che ci sono le soluzioni per raggiungere il nostro obiettivo comune: Deforestazione Zero in Amazzonia.

Accompagnaci in questo magico viaggio e aiuta il popolo brasiliano a salvare l’Amazzonia.

L'Amazzonia è vasta, maestosa e ospita un quarto delle specie conosciute. Il giaguaro, il delfino rosa, il bradipo, il fiore più grande al mondo, la scimmia piccola come uno spazzolino da denti e un ragno grande come una palla da baseball sono solo alcune delle specie che conosciamo. Ma ce ne sono ancora molte, tutte da scoprire.

L'Amazzonia è la casa di oltre 20 milioni di persone e centinaia di indigeni che non hanno mai avuto contatti con il mondo esterno.

L'Amazzonia è un enorme deposito di carbonio che ci aiuta a stabilizzare il clima e mitigare i cambiamenti climatici: trattiene tra 80 e 120 miliardi di tonnellate di CO2.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Un ricordo di Berta Cáceres, contro la violenza e gli omicidi di indigeni e...

Blog di Salvador Zuniga Edgardo Cáceres | 9 agosto, 2016 2 commenti

Negli ultimi mesi abbiamo parlato molto della lotta degli indigeni Munduruku contro la costrizione della diga di São Luiz do Tapajós, nell’Amazzonia brasiliana [un obiettivo raggiunto pochi giorni fa grazie al sostegno di oltre un...

Transocean, la piattaforma in balia della tempesta

Blog di Alessandro Giannì, direttore campagne Greenpeace | 8 agosto, 2016 2 commenti

Dopo la Deepwater Horizon, tutti a spergiurare che mai e poi mai, mai più una trivella avrebbe fatto disastri di quel genere. E vai con le direttive europee come la “Offshore directive”, (Direttiva UE 13/2013) buttata giù in fretta e...

Ministro Calenda, quando inizieremo a puntare sul sole e sul vento?

Blog di Luca Iacoboni, campagna Energia e clima | 27 luglio, 2016 1 commento

Pochi giorni fa su Twitter circa mille persone hanno posto al ministro Calenda una domanda semplice, ma precisa: quando smetteremo di alimentare le piccole isole italiane con il petrolio e inizieremo a puntare sul sole e sul vento? Ad...

Spegniamo il petrolio, accendiamo il sole

Blog di Luca Iacoboni - Campagna clima Greenpeace Italia | 6 luglio, 2016 1 commento

Può la burocrazia bloccare perfino il sole? Decisamente sì, e in Italia succede più spesso di quanto si possa immaginare. È ciò che sta accadendo a Lampedusa, dove il progetto di un impianto fotovoltaico da 40 kW da installare sul...

Amazzonia, primo successo dei Ka'apor nella lotta alla deforestazione

Blog di Martina Borghi, campagna foreste | 28 giugno, 2016

Dal 2008 gli indigeni Ka'apor , che vivono da secoli nella foresta amazzonica , chiedono l'aiuto del governo brasiliano per frenare i continui e violenti assalti della mafia del legno nelle loro terre e finalmente, a marzo 2016, la...

1 - 5 di 199 risultati.