Indonesia

Ogni anno 1.8 miliardi di tonnellate di gas serra vengono rilasciati nell’atmosfera a causa della degradazione e degli incendi delle foreste torbiere indonesiane.

Le foreste torbiere indonesiane immagazzinano una quantità di carbonio che supera di un terzo quella trattenuta nell'atmosfera a livello globale. In Indonesia, l'espansione delle piantagioni di palma da olio nelle foreste torbiere viene praticata drenando il terreno con un reticolo di canali. I canali vengono inizialmente impiegati per il trasporto dei tronchi di valore commerciale rimossi dalla foresta e, successivamente, vengono svuotati per far defluire l'acqua e prosciugare il terreno. Malgrado questa pratica sia vietata, la biomassa residua viene normalmente rimossa con il fuoco immettendo nell'atmosfera enormi quantità di CO2.

Il rapporto di Greenpeace "Come ti friggo il clima" dimostra come - a causa della crescente domanda sul mercato internazionale di olio di palma - le più grandi industrie alimentari, cosmetiche e di biocarburanti distruggano torbiere e foreste pluviali indonesiane. E il clima del pianeta va "a farsi friggere".

Scarica il rapporto "Come ti friggo il clima"

Gli ultimi aggiornamenti

 

Cincinnati, liberi gli attivisti che scalarono il palazzo di P&G

Blog di Alessandro Giannì, direttore delle campagne | 19 dicembre, 2014

Otto attivisti di Greenpeace sono stati assolti dal Tribunale di Cincinnati dalle pesanti accuse di violazione di domicilio con effrazione e condotta criminale. Gli attivisti rischiavano fino a 9 anni e mezzo di carcere. Il tribunale...

Dall'Amazzonia ancora legno illegale nei porti europei, ora basta!

Blog di Chiara Campione - Campaigner Foreste | 6 novembre, 2014 5 commenti

Siamo in azione a Rotterdam per fermare il legno che distrugge l'Amazzonia . Mentre vi scrivo, i nostri attivisti olandesi stanno affiancando con i gommoni una nave, battente bandiera francese, che trasporta legno illegale...

Ministro Martina, che fine ha fatto il decreto contro il legno illegale?

Blog di Esperanza Mora - Campaigner Foreste | 10 luglio, 2014 2 commenti

Dopo l'approvazione in Consiglio dei Ministri, il decreto legislativo che l'Italia deve emanare per implementare la normativa europea contro le importazioni di legno illegale rimane bloccato. A 16 mesi dall'entrata in vigore, il...

L’impegno di Johnson&Johnson: niente più lacrime anche per le foreste indonesiane

Blog di Chiara Campione | 7 maggio, 2014 2 commenti

Avete presente quello shampoo con cui milioni di madri lavano i capelli dei propri figli perché fa tanta schiuma e promette mai più lacrime ? Ecco, mentre i nostri bambini sono felici in mezzo alla schiuma e senza bruciore agli...

Italia senza legge: porte aperte al legname illegale

Blog di Esperanza Mora, campaigner Foreste | 4 settembre, 2013 3 commenti

La foresta del bacino del Congo è il secondo polmone più grande del Pianeta. Oltre a purificare l’aria, fornisce acqua dolce e terre fertili alle popolazioni, ed è l’habitat dell’elefante delle foreste, il gorilla e oltre 3 mila specie...

FSC, sei l’unico credibile ma non perfetto!

Blog di Esperanza Mora, campaigner Foreste | 18 luglio, 2013 1 commento

Nel 1993 nasce Forest Stewardship Council (FSC), il sistema di certificazione forestale che consente a consumatori e aziende di trovare sul mercato legno e prodotti derivati provenienti da fonti gestite in modo responsabile. Vent’anni...

Nuovo impegno del gigante JBS per l’Amazzonia

Blog di Esperanza Mora, campagna Foreste | 21 dicembre, 2012

In questi giorni JBS, il gigante della carne e della pelle brasiliana, ha firmato un nuovo impegno a rispettare l’accordo del 2009 per combattere la distruzione dell’Amazzonia. A giugno 2009, infatti, in seguito alla denuncia di...

Il futuro dell'Amazzonia è sempre più incerto

Blog di Jessica Miller, campagna Amazzonia | 19 ottobre, 2012 1 commento

Per dieci anni il destino delle foreste brasiliane è rimasto appeso al futuro del Codice Forestale. La legge che proteggeva la foresta amazzonica in Brasile, infatti, rischiava di essere indebolita. In questi ultimi anni il dibattito...

#SaveTheAmazon - Il decatwitter per salvare l’Amazzonia

Blog di Chiara Campione, campaigner Foreste | 7 giugno, 2012

Una persona che non mantiene le promesse e gli impegni presi la chiamiamo bugiarda. Bugiarda è stata la Presidente del Brasile, Dilma Rouseff , che, infrangendo la promessa fatta agli elettori brasiliani di tutelare l’Amazzonia, ha...

Chiedi a Dilma di salvare l’Amazzonia. Firma! Twitta! Condividi!

Blog di Chiara Campione, campaigner Foreste | 24 maggio, 2012

Non c’è tempo, bisogna salvare l’Amazzonia quindi ve la faccio breve. Entro oggi la Presidente brasiliana Dilma Roussef deciderà le sorti del nuovo Codice Forestale : una legge già approvata dal Congresso Brasiliano che metterebbe in...

1 - 10 di 30 risultati.