Galanzino corre al Polo Nord

Galanzino corre al Polo Nord, una delle gare della Maratona dei 4 Deserti.

Guarda l'immagine

Galanzino corre al Polo Nord

Di corsa nel deserto contro il nucleare

Il nostro maratoneta, Francesco Galanzino, è pronto per la quattordicesima sfida estrema della sua vita: la Namibia. Attraverserà di corsa il deserto più antico del mondo per 210 chilometri in 5 giorni durante il Namib Desert Challenge. Questa volta sarà il testimonial della campagna contro il nucleare e indosserà la maglietta “Nuclear Emergency”.

La competizione si svolgerà nella zona del Sossusvlei, famosa per le dune più alte del mondo. In gara 42 runner. Con questa impresa Galanzino supera i 3000 chilometri corsi nei deserti caldi e freddi del mondo.

La gara in Namibia verrà corsa in autosufficienza. Galanzino porterà con sé tutto il cibo e l’attrezzatura per sopravvivere durante l’intera gara. Lo zaino, alla partenza, pesa 6,5 kg; ogni 12 chilometri circa si trova il rifornimento d’acqua. Il terreno è composto per il 70% da Reg (Sassi) e Ahmad (Rocce), per il rimanente 30% si tratta del famoso e temutissimo Erg (Sabbia). 

Imprenditore esperto in smaltimento rifiuti e compostaggio, Galanzino è diventato nostro testimonial nel 2007, prima di partire per la gara "4 deserti" dove è stato premiato come vincitore assoluto. Mille chilometri nei più aridi, più caldi, più freddi, più ventosi luoghi del Pianeta - il Gobi in Cina, l'Atacama in Cile, il Sahara in Egitto e l'Antartide - sostenendo con la sua impresa estrema una sfida possibile: una rivoluzione energetica pulita basata su fonti rinnovabili ed efficienza energetica. 

Dopo la "4 deserti" ha affrontato tante altre gare estreme, tagliando il traguardo con il banner di Greenpeace.

Francesco Galanzino

Categorie