Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Quale futuro energetico per l'Europa

Pubblicazione | 27 marzo, 2014 a 10:39

In tre distinti rapporti Greenpeace fotografa la situazione delle grandi aziende elettriche ancora bloccate a difendere le fonti fossili, del pericoloso invecchiamento centrali nucleari e del conflitto tra rinnovabili e fonti sporche nelle reti...

Colgate si impegna contro la deforestazione, ora tocca a P&G

News | 26 marzo, 2014 a 18:10

Grazie alla nostra pressione degli ultimi mesi, il gruppo Colgate-Palmolive ha annunciato una nuova politica di acquisti, per ripulire dalla deforestazione la propria filiera dell'olio di palma entro il 2020 e garantirne la piena tracciabilità.

Musica per il Pianeta, Sarah Stride per SaveTheArctic

News | 25 marzo, 2014 a 18:27

Una canzone per l'Artico. È "Casca la Terra", il brano scritto dalla cantautrice milanese Sarah Stride e dedicato alla nostra campagna in difesa del Polo Nord.

Solo parole: Renzi e l'Europa rimandano e non danno #laSvoltabuona per il clima

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energie Rinnovabili | 24 marzo, 2014

Ancora una volta da Bruxelles arrivano fiumi di parole e zero fatti . Il Consiglio Europeo, tenutosi il 20-21 marzo, è terminato con un nulla di fatto per le politiche in materia di clima ed energia. Tutto rimandato di almeno 6...

Giornata internazionale delle foreste 2014

Galleria di immagini | 21 marzo, 2014

Rinnovabili, la svolta buona per il clima

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energie Rinnovabili | 19 marzo, 2014

La svolta buona. Per l’energia pulita, per l’ambiente, per l’economia, per l’indipendenza energetica dall’estero, per fermare i cambiamenti climatici. Una rivoluzione da mettere in atto subito , prendendo con decisione la strada delle...

Fare luce su 20 anni di traffici tossici

Blog di Giuseppe Onufrio - ED di Greenpeace Italia | 18 marzo, 2014 1 commento

Tra pochi giorni ricorrono i 20 anni dall’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin,  che rappresenta uno dei “misteri” su cui mai è stata fatta piena luce. Lo scorso novembre Greenpeace, tra gli altri, ha inviato ai Presidenti di...

Il caso Arctic30 arriva alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

News | 17 marzo, 2014 a 18:24

Gli Arctic30 – i 28 attivisti di Greenpeace e i due giornalisti freelance ingiustamente detenuti per due mesi in Russia lo scorso anno – si sono rivolti questa mattina alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo chiedendo un risarcimento alla...

Non dimentichiamo Fukushima

Galleria di immagini | 11 marzo, 2014

Dimentichiamo il nucleare, ricordiamo le vittime di Fukushima

News | 11 marzo, 2014 a 11:53

A tre anni dalla catastrofe nucleare che ha coinvolto la città nipponica, non vogliamo dimenticare il disastro che ha devastato la vita di molti cittadini giapponesi nel marzo 2011.

91 - 100 di 2714 risultati.