Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Temer non svendere l’Amazzonia alle aziende minerarie!

News | 30 agosto, 2017 a 17:09

Un nuovo decreto permetterà lo sfruttamento minerario di un’area di Foresta Amazzonica grande quanto la Danimarca

Una lunga estate calda

Blog di macolaci | 9 agosto, 2017 2 commenti

L'ondata di calore di quest'ennesima, anomala, estate sta distruggendo il patrimonio ambientale italiano a ritmi preoccupanti. Secondo dati raccolti da Legambiente a fine luglio erano già andati in fumo quasi 75.000 ettari del nostro...

Assolto! Difendere il mare non è un crimine!

News | 27 luglio, 2017 a 10:57

Il nostro direttore delle campagne assolto per protesta pacifica contro le “volanti a coppia”

Un messaggio forte e chiaro alla Regione Veneto

Video | 5 luglio, 2017 a 18:09

Migliaia di cittadini continuano a convivere quotidianamente l'acqua potabile contaminata da PFAS, e a pagarne le conseguenze sulla propria pelle. Con questa scritta umana di 500 metri, un centinaio di cittadini dei comuni più colpiti...

Live Acustico degli Almamegretta sulla Rainbow Warrior

Video | 3 luglio, 2017 a 18:15

LIVE ACUSTICO degli ALMAMEGRETTA a bordo della Rainbow Warrior! Gli Almamegretta sono venuti a trovarci sulla nostra Guerriera dell'Arcobaleno nel porto di Pozzuoli e questo è quello che successo. Abbiamo bisogno anche della tua voce per...

Dieci principi per gli accordi sul commercio

News | 27 giugno, 2017 a 15:01

La globalizzazione incide su ognuno di noi. L'attuale regime globale del commercio e degli investimenti impone elevati costi per le persone e per il Pianeta. In molti casi, i governi tendono ad anteporre il commercio agli standard sociali e...

In azione a Camogli! Il Mediterraneo non è usa e getta!

News | 26 giugno, 2017 a 11:19

Un messaggio a Galletti per liberare il mare dalla plastica

Ci siamo! La Rainbow Warrior è arrivata in Italia!

News | 23 giugno, 2017 a 11:16

Più plastica, meno Mediterraneo: questo tour è dedicato a salvare il mare

Un Mediterraneo pieno di plastica

Pubblicazione | 23 giugno, 2017 a 12:55

I materiali di plastica rappresentano tra il 60 e l’80 per cento dei rifiuti marini. Rifiuti o frammenti di plastica sono stati trovati anche nei fondali abissali tra 900 e 3 mila metri di profondità, nelle specie commerciali come tonno e pesce...

Meno plastica, più Mediterraneo!

News | 8 giugno, 2017 a 12:53

Quale occasione migliore della Giornata mondiale degli Oceani per lanciare il tour della nostra nave più famosa contro l’inquinamento da plastica che affligge i nostri mari?

91 - 100 di 3275 risultati.