Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Concordia, terzo giorno, Genova si avvicina

Blog di Alessandro Giannì - Direttore Campagne Greenpeace | 25 luglio, 2014 1 commento

Dopo una notte tranquilla, la mattina ci troviamo in un mare insolitamente calmo. Meglio così. La Concordia fila spedita verso Genova e noi, intorno alle 11, avvistiamo un bel gruppo di stenelle che ci accompagnano per un pezzo.

Diario di bordo dalla Maria Teresa. Giorno 3

News | 25 luglio, 2014 a 15:30

Dopo la bufera di ieri pomeriggio, con vento fino a 15 nodi e onde di due metri, il mare è calato tantissimo.

Concordia, anche i delfini ci accompagnano nel viaggio verso Genova

Blog di Alessandro Giannì - Direttore Campagne Greenpeace | 25 luglio, 2014

E' stata la prima notte dietro la Concordia (o quel che ne resta). Il convoglio, lunghissimo, di quattordici imbarcazioni, visto da tre miglia di distanza e nel buio della notte tra l'Elba e Montecristo, mi ricordava qualcosa tra una...

Diario di bordo dalla Maria Teresa. Giorno 2

News | 24 luglio, 2014 a 16:45 1 commento

Prosegue la nostra navigazione a fianco della Costa Concordia.

Greenpeace analizza la scia della Costa Concordia

Video | 24 luglio, 2014 a 9:40

Un team di Greenpeace è appena rientrato dall’osservazione da elicottero del relitto della Costa Concordia, in trasferimento dall’Isola del Giglio a Genova. Lo scopo di questa missione è di analizzare – grazie a una speciale termocamera – la scia...

Diario di bordo dalla Maria Teresa. Giorno 1

News | 23 luglio, 2014 a 17:09

Questa mattina all’alba la nostra imbarcazione “Maria Teresa” è arrivata al Giglio.

Dharnai, il villaggio al buio per 30 anni, si illumina grazie all'energia solare!

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energia e clima | 22 luglio, 2014 1 commento

Questa storia è una di quelle occasioni che non capitano spesso, in cui possiamo raccontare un cambiamento positivo che fa la differenza nella vita delle persone. È la storia di un villaggio che ha finalmente abbandonato il buio,...

Renzi, il Texas d'Italia non conviene a nessuno!

Blog di Luca Iacoboni | 15 luglio, 2014 2 commenti

La Basilicata e la Sicilia sono meglio del Texas , il Mar Mediterraneo è pieno di oro nero che aspetta solo di essere estratto per renderci tutti ricchi, le persone che in tutta Italia si oppongono allo sfruttamento del proprio...

Ecco cosa succede a fare patti con i petrolieri!

Blog di Giorgia Monti | 12 luglio, 2014 1 commento

ENI vuole distruggere il mare di Sicilia e migliaia di posti di lavoro. E Crocetta si mangia le mani.   Che dei petrolieri non ci si potesse fidare noi lo sapevamo da tempo. Non è un mistero che le grandi aziende petrolifere di tutto...

Ministro Martina, che fine ha fatto il decreto contro il legno illegale?

Blog di Esperanza Mora - Campaigner Foreste | 10 luglio, 2014 2 commenti

Dopo l'approvazione in Consiglio dei Ministri, il decreto legislativo che l'Italia deve emanare per implementare la normativa europea contro le importazioni di legno illegale rimane bloccato. A 16 mesi dall'entrata in vigore, il...

11 - 20 di 2719 risultati.