Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Eating Up The Amazon [ in inglese ]

Pubblicazione | 6 aprile, 2006 a 0:00

In questo rapporto Greenpeace International ripercorre la strada della soia, che dai latifondi dell'Amazzonia arriva in Europa. È una strada lastricata di illegalità, suprusi e violazioni dei diritti dei lavoratori. Le tre grandi multinazionali...

McAmazon - Amazzonia in salsa barbecue

News | 6 aprile, 2006 a 0:00

Alcuni attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Monaco - in Germania - e a Londra, per protestare contro McDonald's. Proprio oggi, infatti, un rapporto lanciato da Greenpeace International denuncia il ruolo del gigante mondiale dei fast...

Coesistenza Ogm: sai cosa semini, non sai cosa raccogli

News | 6 aprile, 2006 a 0:00

L'avanzare degli Ogm in Spagna - l'unico paese europeo dove vengono coltivati su larga scala - sta causando enormi problemi di contaminazione alle altre colture e minaccia la sussistenza degli agricoltori stessi, che sono spesso costretti a...

I coltivatori spagnoli di mais danno fuoco

Immagine | 5 aprile, 2006 a 0:00

I coltivatori spagnoli di mais danno fuoco alle proprie coltivazioni dopo aver scoperto che sono state contaminate dai vicini campi di mais geneticamente modificato.

Coesistenza impossibile [ in inglese ]

Pubblicazione | 4 aprile, 2006 a 12:34

Studio sulla coesistenza di colture tradizionali e OGM in Spagna. Il rapporto, sulla base di analisi di laboratorio e campionature in quaranta campi di mais spagnoli, convenzionali e biologici, documenta che in almeno un quarto dei casi si è...

Lo studio della Confederazione Europea Gestori Termovalorizzatori (CEWEP)...

Pubblicazione | 1 aprile, 2006 a 0:00

Nel Maggio del 2004, la PROFU, società di consulenza svedese, specializzata nel settore dell’energia, dell’ambiente e della gestione dei rifiuti presentava la versione finale di un proprio studio commissionato dalla Confederazione Europea dei...

Cina - Esportazioni e consumo del legno

Pubblicazione | 28 marzo, 2006 a 0:00

Questo rapporto di Greenpeace documenta diverse spedizioni di legname di origine illegale verso la Cina, provenienti soprattutto dalle Foreste del Paradiso. Si tratta di foreste ricchissime di vita, estese tra il Sud-est Asiatico, l'Indonesia, la...

La Cina è il principale responsabile del

Immagine | 28 marzo, 2006 a 0:00

La Cina è il principale responsabile del riciclaggio del legno illegale proveniente da alcune delle più preziose foreste del pianeta.

La nave di Greenpeace

Immagine | 27 marzo, 2006 a 14:52

La nave di Greenpeace, "Esperanza", sta pattugliando l'Oceano Atlantico in cerca di pescatori pirati, e ha già trovato 67 barche straniere da Italia, Corea, Cina, Liberia e Belize.

Nucleare: la risposta sbagliata alla domanda di energia

News | 24 marzo, 2006 a 0:00

"Quando il combustibile fossile sarà terminato, non si potrà che produrre energia con il nucleare": è questa la tesi del Presidente del Consiglio Berlusconi che è intervenuto di recente sul tema dell'energia. Secondo Greenpeace, è invece un grave...

2351 - 2360 di 2725 risultati.