Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Al bando le lampadine a incandescenza

News | 26 ottobre, 2007 a 0:00

Greenpeace lancia oggi la campagna per mettere al bando le lampadine incandescenti, sprecone e nemiche del clima. A promuovere l'iniziativa, Leonardo Manera e Diego Parassole - i due noti comici di Zelig - che hanno realizzato una serie di mini...

"Le salvi chi può": foreste in bella mostra

News | 25 ottobre, 2007 a 0:00

Dal 26 al 29 ottobre - presso l'Arancera del Comune di Roma - sarà aperta al pubblico la mostra "Le salvi chi può". I visitatori verranno condotti in un coinvolgente percorso interattivo: la ricostruzione in serra di una selva tropicale, una...

Sostanze pericolose nei portatili. Atto II

Pubblicazione | 23 ottobre, 2007 a 0:00

Seconda edizione del rapporto di Greenpeace che analizza la presenza di composti chimici pericolosi nei computer portatili.

Portatili ma pericolosi

News | 23 ottobre, 2007 a 0:00

Greenpeace presenta i risultati di una ricerca condotta sui materiali contenuti nei portatili. Nell'ultimo anno i produttori di computer hanno eliminato l'uso di alcune delle sostanze più pericolose. Ma i portatili continuano a essere imbottiti...

La Bibbia secondo Greenpeace

News | 18 ottobre, 2007 a 0:00

Primo: non distruggere le foreste primarie. Secondo: stampare su carta riciclata e certificata FSC. Così – negli Usa - la Bibbia diventa verde. L’editore Thomas Nelson Inc. ha sviluppato una nuova qualità di carta ecologica super sottile, ideale...

L’ombra della Clemenceau sul porto di Napoli

News | 17 ottobre, 2007 a 0:00

Il porto di Napoli rischia di essere il cantiere in cui verrà smantellata la portaerei francese Clemenceau. 27.000 tonnellate, piene di amianto, PCB e metalli pesanti in arrivo. Da anni Greenpeace denuncia il pericolo dello smantellamento delle...

Un dei telefoni i

Immagine | 15 ottobre, 2007 a 13:54

Un dei telefoni i-phone analizzati da Greenpeace.

Chiamata persa: composti pericolosi nell'iPhone

Pubblicazione | 15 ottobre, 2007 a 0:00

Nel maggio del 2007, Steve Jobs - guru della Apple - si era pubblicamente impegnato a regalare al mondo una Apple "più verde". Questo rapporto dimostra che la Apple predica bene, ma razzola male.

Chiamata persa per la Apple. Composti chimici pericolosi nell'iPhone

News | 15 ottobre, 2007 a 0:00

Nuovo rapporto di Greenpeace: l'iPhone della Apple contiene sostanze chimiche pericolose. Test scientifici hanno individuato due tipi di composti tossici, che in alcuni casi sono stati già eliminati da altre aziende del settore. E la Apple più...

Le migrazioni delle balene. In diretta. Sul web.

News | 10 ottobre, 2007 a 0:00

Greenpeace lancia un sito web per seguire la migrazione delle balene. Attraverso il "Great Whale Trail" - che utilizza la localizzazione via satellite - è possibile visualizzare le rotte migratorie delle megattere che, dai siti di riproduzione...

2371 - 2380 di 3205 risultati.