Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Parmigiano Reggiano e OGM?

Video | 16 luglio, 2007 a 16:30

Il Parmigiano-Reggiano è a rischio Ogm. Le mucche del Consorzio mangiano soia geneticamente modificata. E gli Ogm entrano nella filiera produttiva di uno dei prodotti italiani più famosi e apprezzati al mondo. Greenpeace vuole salvare il...

Emissioni di C02 in Italia: i buoni e i cattivi

News | 11 luglio, 2007 a 0:00

In Italia, è il settore termoelettrico a emettere la maggiore quantità di CO2 in atmosfera. In testa, il gigante Enel. Lo rivela la classifica dei principali gruppi industriali italiani soggetti alla direttiva europea sull'Emission Trading...

Emissioni di anidride carbonica in atmosfera:

Immagine | 11 luglio, 2007 a 0:00

Emissioni di anidride carbonica in atmosfera: chi sono i responsabili? Greenpeace presenta la classifica dei principali gruppi industriali italiani soggetti alla direttiva europea sull'emission trading. I dati sono della Commissione Europea.

Marcello e Gianluca Leoni

Immagine | 9 luglio, 2007 a 17:12

Marcello e Gianluca Leoni, i due cuochi bolognesi che hanno aderito alla campagna di Greenpeace per liberare il Parmigiano-Reggiano dagli Ogm.

Parmigiano & Ogm: anche gli chef dalla parte di Greenpeace

News | 9 luglio, 2007 a 0:00

La campagna "Amiamo il Parmigiano-Reggiano. Liberiamolo dagli Ogm" continua. E Greenpeace tira fuori un doppio asso dalla manica: due cuochi impegnati - due tra i migliori chef italiani - diventano i paladini del Parmigiano-Reggiano senza Ogm.

Futu[r]e Investment - A sustainable investment plan for the power sector to save the...

Pubblicazione | 6 luglio, 2007 a 0:00

Questo rapporto - leggi la sintesi in italiano - diffuso da Greenpeace ed Erec (European Renewable Energy Council), dimostra che produrre energia con le fonti rinnovabili e investire in efficienza costa dieci volte meno che continuare a usare...

Salvare il clima conviene

News | 6 luglio, 2007 a 0:00

In occasione del Live Earth, Greenpeace lancia il rapporto "Future Investment": è l'approfondimento finanziario di "Energy [R]evolution". i dati dimostrano che produrre energia con le fonti rinnovabili e investire in efficienza ci farà spendere...

IV Edizione dell'Ecoguida: la Apple è in rimonta

News | 27 giugno, 2007 a 17:47

Oggi Greenpeace presenta la quarta versione dell'Eco Guida ai Prodotti Elettronici. Una guida aggiornata ogni tre mesi che valuta l'impegno delle aziende per l'eliminazione di sostanze chimiche pericolose e il riciclaggio dei rifiuti...

Eco-guida IV - Giugno 2007

Pubblicazione | 27 giugno, 2007 a 0:00

Nell'ultima versione della Guida, Apple fa il salto in avanti più grande: è l'effetto della campagna GreenmyApple che ha convinto Steve Jobs, il leader maximo di Cupertino, a promettere una Apple più verde. Mentre Nokia è al comando, Dell e...

Il caso Parmigiano-Reggiano

Pubblicazione | 21 giugno, 2007 a 16:09

Questo documento si divide in due parti: nella prima si parla di problematiche ambientali e sanitarie legate alle colture geneticamente modificate e al loro utilizzo nel settore dell'alimentazione animale. Nella seconda si analizza, invece, un...

2401 - 2410 di 3188 risultati.