Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Posidonia. Trapianto letale

Pubblicazione | 2 agosto, 2007 a 11:42

Con questo rapporto, Greenpeace chiede maggiori tutele per le praterie di posidonia ricche di biodiversità e importanti per l'equilibrio dei fondali. Denuncia l'abuso della pratica del trapianto dei posidonieti. E analizza, nel dettaglio, il caso...

Greenpeace e la gestione dei rifiuti urbani

Pubblicazione | 31 luglio, 2007 a 0:00

In questo documento Greenpeace illustra - in dettaglio - la sua posizione sul tema della gestione dei rifiuti urbani. No agli inceneritori. Si alla raccolta differenziata e alla strategia delle "Erre" che riduce gli impatti ambientali e sanitari...

Galanzino sulle orme di Marco Polo

News | 26 luglio, 2007 a 0:00

Ha già percorso un milione di passi correndo nei deserti più estremi. Oggi Francesco Galanzino è pronto a ripartire: ad agosto correrà sulle orme di Marco Polo, percorrendo la parte occidentale della Via della Seta. Anche in queste terre...

No agli Ogm. Con un "referendum"

News | 24 luglio, 2007 a 0:00

Nasce la Coalizione "Italia-Europa. Liberi da OGM". Greenpeace aderisce e sostiene la consultazione nazionale che si terrà dal 15 settembre al 15 novembre, in tutta Italia: un referendum promosso dalla società civile per dire NO agli organismi...

Paura nucleare in Giappone

News | 17 luglio, 2007 a 0:00

Ieri pomeriggio il terremoto in Giappone ha provocato un incendio nella centrale nucleare di Kashiwazaki-Kariwa. Un litro e mezzo di acqua radioattiva fuoriesce dai reattori e finisce in mare. Le catastrofi naturali e gli errori umani sono...

Parmigiano Reggiano e OGM?

Video | 16 luglio, 2007 a 16:30

Il Parmigiano-Reggiano è a rischio Ogm. Le mucche del Consorzio mangiano soia geneticamente modificata. E gli Ogm entrano nella filiera produttiva di uno dei prodotti italiani più famosi e apprezzati al mondo. Greenpeace vuole salvare il...

Emissioni di C02 in Italia: i buoni e i cattivi

News | 11 luglio, 2007 a 0:00

In Italia, è il settore termoelettrico a emettere la maggiore quantità di CO2 in atmosfera. In testa, il gigante Enel. Lo rivela la classifica dei principali gruppi industriali italiani soggetti alla direttiva europea sull'Emission Trading...

Emissioni di anidride carbonica in atmosfera:

Immagine | 11 luglio, 2007 a 0:00

Emissioni di anidride carbonica in atmosfera: chi sono i responsabili? Greenpeace presenta la classifica dei principali gruppi industriali italiani soggetti alla direttiva europea sull'emission trading. I dati sono della Commissione Europea.

Marcello e Gianluca Leoni

Immagine | 9 luglio, 2007 a 17:12

Marcello e Gianluca Leoni, i due cuochi bolognesi che hanno aderito alla campagna di Greenpeace per liberare il Parmigiano-Reggiano dagli Ogm.

2411 - 2420 di 3204 risultati.