Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Il taglio illegale del legno minaccia le

Immagine | 14 marzo, 2006 a 0:00

Il taglio illegale del legno minaccia le Foreste del Paradiso e tutte le specie di animali e di piante che si trovano in queste foreste.

Gli abitanti della Papua Nuova Guinea salutano

Immagine | 14 marzo, 2006 a 0:00

Gli abitanti della Papua Nuova Guinea salutano la nave ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior, che è partita oggi in missione a caccia di legno illegale per salvare le preziose Foreste del Paradiso.

Le Foreste del Paradiso. Un Paradiso da salvare.

News | 14 marzo, 2006 a 0:00

In occasione della Convenzione delle Nazioni Unite sulla Biodiversità, che si è aperta a Curitiba, in Brasile, il 20 marzo e durerà fino a fine mese, Greenpeace punta l'attenzione sulle Foreste del Paradiso, le ultime foreste primarie del Sud-Est...

José Donizetti Pires de Oliveira

Immagine | 8 marzo, 2006 a 10:38

José Donizetti Pires de Oliveira, presidente dell'Associazione dei coltivatori diretti di Santarém, in Brasile, è accusato dall'Ibama della distruzione di 1.645 ettari di foresta primaria.

Iniziativa del gruppo locale di Napoli

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:29

Iniziativa del gruppo locale di Napoli, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

Iniziativa del gruppo locale di Napoli

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:28

Iniziativa del gruppo locale di Napoli, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

Iniziativa del gruppo locale di Napoli

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:26

Iniziativa del gruppo locale di Napoli, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

Iniziativa del gruppo locale di Napoli

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:24

Iniziativa del gruppo locale di Napoli, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

Iniziativa del gruppo locale di Napoli

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:22

Iniziativa del gruppo locale di Napoli, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

Iniziativa del gruppo locale di Verona

Immagine | 7 marzo, 2006 a 15:18

Iniziativa del gruppo locale di Verona, nell'ambito del progetto "Kids for Forest" - Campagna Foreste, Greenpeace Italia.

2441 - 2450 di 2798 risultati.