Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Nasce il primo registro mondiale on line

Immagine | 8 giugno, 2005 a 0:00

Nasce il primo registro mondiale on line della contaminazione da OGM. Il sito, con un pratico motore di ricerca, offre i dettagli di tutti i casi noti di contaminazione da Ogm di cibo, mangimi, semi e piante selvatiche nel mondo.

Sacchetti di plastica: bisogna arrivare al

Immagine | 7 giugno, 2005 a 18:29

Sacchetti di plastica: bisogna arrivare al bando degli shopper non biodegradabili.

I fondali marini sono ecosistemi ricchissimi

Immagine | 17 maggio, 2005 a 0:00

I fondali marini sono ecosistemi ricchissimi di biodiversità. Molte delle specie che abitano i fondali oceanici non sono ancora state scoperte dall'uomo, ma già rischiano l'estinzione a causa della pesca a strascico, una tecnica di pesca...

Sai cosa succede oltre le nostre spiagge?

Immagine | 17 maggio, 2005 a 0:00

Sai cosa succede oltre le nostre spiagge?

Mario Tozzi interviene alla conferenza stampa

Immagine | 29 aprile, 2005 a 1:00

Mario Tozzi interviene alla conferenza stampa organizzata da Greenpeace per presentare i risultati delle analisi effettuate su prodotti in commercio alla ricerca di sostanze chimiche pericolose.

Additivi chimici nei prodotti di consumo

Pubblicazione | 29 aprile, 2005 a 0:00

Greenpeace Italia ha commissionato ad un laboratorio indipendente olandese [ TNO ] delle analisi con l'obiettivo di rilevare la presenza di composti pericolosi in 12 beni di consumo acquistati sul mercato italiano.

Attivisti di Greenpeace travestiti da testate

Immagine | 16 aprile, 2005 a 1:00

Attivisti di Greenpeace travestiti da testate nucleari durante una azione dimostrativa agli uffici della NATO a Brussel.

Offshore Wind - Implementing a new power house for Europe

Pubblicazione | 4 aprile, 2005 a 0:00

Il rapporto "Offshore Wind - Implementing a new Power House for Europe" analizza il ruolo e le potenzialità dell'energia eolica offshore nella battaglia per ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera e contrastare il cambiamento climatico.

Carenza di vitamina A: diverse le cause, diverse le soluzioni [ in inglese ]

Pubblicazione | 17 marzo, 2005 a 0:00

Il 40% circa della popolazione mondiale è affetta da VAD [ carenza di vitamina A ]. Tra le categorie più esposte ci sono i bambini piccoli e le donne in gravidanza o durante l'allattamento. Questo rapporto indica le diverse soluzioni al problema,...

Canadian Seal Hunt: No Management and No Plan

Pubblicazione | 9 marzo, 2005 a 0:00

Il governo canadese ha autorizzato, per il triennio 2003 - 2005, un programma di caccia alle foche che prevede l'uccisione di 975.000 esemplari in tre anni. Questo rapporto fornisce un quadro di riferimento rispetto al quale è possibile valutare...

2701 - 2710 di 2851 risultati.