Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Lapponia - Stato di conflitto. Come il governo finlandese sta abusando dei diritti...

Pubblicazione | 2 marzo, 2005 a 0:00

I Sami abitano da generazioni le foreste della Lapponia, dedicandosi all'allevamento delle renne. Durante la fredda stagione invernale, le renne si nutrono soprattutto dei licheni che crescono sui rami e sulla corteccia degli alberi. La vita...

Non è tutto oro quello che luccica. Le false speranze del Golden Rice [ in inglese ]

Pubblicazione | 1 marzo, 2005 a 0:00

Nel 2000 la Syngenta annuncia il lancio di un riso Ogm, il Golden Rice, modificato geneticamente per contenere betacarotene, un precursore della vitamina A. Secondo la Syngenta questo riso avrebbe dovuto essere una risposta al problema della...

REACH - Esempi pratici di applicazione del principio di sostituzione

Pubblicazione | 28 febbraio, 2005 a 0:00

Questo documento che è un estratto del rapporto in inglese "Safer Chemicals Within Reach – Using the substitution principle to drive green chemistry" contiene alcuni esempi pratici di sostituzione di composti chimici classificabili come "sostanze...

Il saccheggio illegale delle foreste del camerun. Un caso studio

Pubblicazione | 23 febbraio, 2005 a 0:00

La Ingénierie Forestière - IngF è diventata negli ultimi anni una delle imprese più importanti del settore forestale del Camerun. Una parte considerevole del legname marcato IngF deriva probabilmente da operazioni illegali. Questo rapporto è...

Il treno bloccato da Greenpeace

Immagine | 15 febbraio, 2005 a 1:00

Il treno bloccato da Greenpeace, con il suo carico di scorie radioattive, parcheggiato nella stazione di Chivasso.

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la

Immagine | 14 febbraio, 2005 a 1:00

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la ferrovia tra Vercelli e Chivasso, in provincia di Torino, mentre calano un banner che dice "Stop alle scorie nucleari".

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la

Immagine | 14 febbraio, 2005 a 1:00

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la ferrovia tra Vercelli e Chivasso, in provincia di Torino, per fermare un treno di scorie nucleari diretto a Sellafield, in Inghilterra.

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la

Immagine | 14 febbraio, 2005 a 1:00

Attivisti di Greenpeace in azione lungo la ferrovia tra Vercelli e Chivasso, in provincia di Torino, per fermare un treno di scorie nucleari diretto a Sellafield, in Inghilterra.

L’esportazione dei rifiuti nucleari italiani all’estero: imbroglio o realtà?

Pubblicazione | 14 febbraio, 2005 a 0:00

Mentre in Italia si riapre il dibattito sul nucleare, il governo italiano, con il decreto Marzano del 2 dicembre 2004, "risolve" in maniera irresponsabile il problema della gestione delle scorie nucleari nazionali inviandole all'estero, in...

Profumi – Indagine sulle sostanze chimiche contenute in 36 Eaux de Toilette e Eaux de...

Pubblicazione | 10 febbraio, 2005 a 0:00

Questo rapporto riprende i risultati di una serie di analisi effettuate su un campione di profumi in commercio per valutare la presenza di due gruppi di composti chimici, gli ftalati e i muschi sintetici. I risultati hanno confermato che...

2701 - 2710 di 2841 risultati.