Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Il caso Arctic30 arriva alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

News | 2014-03-17 a 18:24

Gli Arctic30 – i 28 attivisti di Greenpeace e i due giornalisti freelance ingiustamente detenuti per due mesi in Russia lo scorso anno – si sono rivolti questa mattina alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo chiedendo un risarcimento alla...

Non dimentichiamo Fukushima

Galleria di immagini | 2014-03-11

Dimentichiamo il nucleare, ricordiamo le vittime di Fukushima

News | 2014-03-11 a 11:53

A tre anni dalla catastrofe nucleare che ha coinvolto la città nipponica, non vogliamo dimenticare il disastro che ha devastato la vita di molti cittadini giapponesi nel marzo 2011.

Navi dei veleni e traffici di rifiuti tossici: bene la desecretazione, ma con quali...

Blog di Giuseppe Onufrio - ED di Greenpeace Italia | 2014-03-06

La Presidente della Camera Laura Boldrini ha positivamente risposto alle richieste, fatte anche da Greenpeace, di desecretare i documenti relativi alle indagini, citati dalle commissioni parlamentari di indagine sul ciclo dei rifiuti...

In azione in tutta Europa contro le centrali nucleari in decadenza

News | 2014-03-05 a 15:49

Questa mattina siamo entrati in azione in sei nazioni europee - Belgio, Svizzera, Svezia, Francia, Spagna e Paesi Bassi – per chiedere ai governi UE di non investire più su reattori nucleari ormai vecchi e pericolosi e puntare su fonti di energia...

Il Re è nudo! In corteo per le strade di tutta Italia

Blog di Esperanza Mora - Campaigner Greenpeace Italia | 2014-03-01

Udite Udite, dame e cavalieri! Il Re ha emanato un nuovo editto per tutti gli abitanti di questa contrada. Il nostro piccolo Re ha scoperto che i suoi vestiti sono tossici e li rifiuta. Il sovrano esige che nessuna veste nel suo...

Una settimana per il clima: basta dinosauri fossili, è tempo di Energy Revolution

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energie Rinnovabili | 2014-02-28

Una “ lettera di benvenuto ” al nuovo premier Renzi , un report che spiega perché i grandi colossi europei dell’energia stanno cercando di fermare lo sviluppo delle rinnovabili, infine una manifestazione in Piazza Montecitorio per...

Gioia Tauro: trasporti di materiali pericolosi, chiediamo trasparenza

Blog di Alessandro Giannì - Dir. Campagne Greenpeace Italy | 2014-02-27

A breve il porto di Gioia Tauro sarà sotto gli occhi di tutti per le operazioni di trasbordo di parte dell’arsenale chimico siriano. Tonnellate di materiali pericolosi (Classe di rischio 6.1) arriveranno a bordo - probabilmente - della...

21 - 30 di 2636 risultati.