Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

La storia della caccia alle balene è stata

Immagine | 1 settembre, 2003 a 3:00

La storia della caccia alle balene è stata caratterizzata da una pesca eccessiva indirizzata prima verso una specie e poi verso un'altra, prima in una zona e poi in un'altra.

Gli effetti del mare sulle coste urbanizzate

Immagine | 2 luglio, 2003 a 3:00

Gli effetti del mare sulle coste urbanizzate.

Incenerimento e salute umana

Pubblicazione | 1 luglio, 2003 a 2:00

La gestione dei rifiuti urbani ed industriali sta diventando un problema sempre più preoccupante in tutto il mondo. Questo rapporto, tradotto in italiano nel luglio del 2003, riassume lo stato delle conoscenze sugli impatti dell'incenerimento dei...

Uso, distribuzione, rischio e regolamentazione di cinque gruppi chiave di inquinanti...

Pubblicazione | 15 giugno, 2003 a 2:00

In questo documento, che è la traduzione dell'allegato II al rapporto "Consuming Chemicals: Hazardous chemicals in house dust as an indicator of chemical exposure in the home" pubblicato da Greenpeace UK, sono ripartate informazioni circa l'uso,...

L'industria del legno in Finlandia

Pubblicazione | 15 giugno, 2003 a 2:00

La deforestazione non è un fenomeno che riguarda solo le foreste tropicali. Anche le foreste primarie che si trovano nelle zone boreali e temperate, in Russia, in Canada e nella regione scandinava sono minacciate da pratiche illegali o...

La guerra degli USA alla biosicurezza

Pubblicazione | 9 giugno, 2003 a 2:00

Gli Stati Uniti hanno da tempo dichiarato guerra alla biosicurezza in tutto il mondo: usano il WTO per attaccare Protocollo di Cartagena sulla Biosicurezza e cercano di minare il diritto delle singole nazioni di proteggersi dagli OGM. Questo...

Stop al legno illegale dell'Africa

Immagine | 13 maggio, 2003 a 13:10

Stop al legno illegale proveniente dalle foreste primarie. In questa azione gli attivisti bloccano al porto di Ravenna un carico di legname proveniente dalla deforestazione in Africa.

Attivisti di Greenpeace in azione nel Mare

Immagine | 14 aprile, 2003 a 2:00

Attivisti di Greenpeace in azione nel Mare di Barents per dire no al sovrasfruttamento del patrimonio ittico.

Liberia - Conflitti per le risorse e distruzione delle foreste

Pubblicazione | 15 marzo, 2003 a 1:00

Questo rapporto, pubblicato nel marzo del 2003, affronta il problema del legno di conflitto [ conflict timber ] in relazione al caso Liberia.

Un impegno concreto: Guerra

Immagine | 13 marzo, 2003 a 17:33

Un impegno concreto: Guerra. E' questo il messaggio che Greenpeace ha inviato al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al Vittoriano di Roma. Il governo, infatti, ha sostenuto gli Stati Uniti nella guerra in Iraq.

3211 - 3220 di 3263 risultati.