Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Okinawa e i dugonghi hanno bisogno di te!

Blog di Rossano Filippini, equipaggio Rainbow Warrior | 11 novembre, 2015

Oggi, 11 novembre 2015, dovremmo finalmente essere in grado di organizzare una ‘open boat’ - una visita della Rainbow Warrior - per alcuni degli incredibili ed eroici membri del movimento di resistenza pacifica alla distruzione della...

Basta svuotare il mare per una scatoletta di tonno

Video | 10 novembre, 2015 a 18:27

I consumatori chiedono che il tonno che arriva nelle loro scatolette provenga da una pesca sostenibile che non distrugge i nostri mari e rispetta i diritti dei lavoratori. Da questo punto di vista Mareblu è veramente fermo al palo: nel 2012 aveva...

Efficienza e rinnovabili per superare la crisi economica

News | 10 novembre, 2015 a 11:50

Abbiamo fatto i conti: con la rivoluzione energetica Italia, Croazia, Grecia e Spagna potrebbero creare migliaia di posti di lavoro, rendere verde la propria economia e rilanciare il turismo

Il governo dà il via libera alla piattaforma petrolifera Ombrina

News | 9 novembre, 2015 a 18:22 1 commento

Sordo alla contrarietà di amministrazioni locali e alla volontà popolare, il Governo dice sì alle trivellazioni offhsore a pochi chilometri dalla costa abruzzese

In azione agli stabilimenti Volkswagen

Immagine | 9 novembre, 2015 a 17:20

Attivisti in azione allo stabilimento Volkswagen di Wolfsburg. Greenpeace chiede che i test sulle emissioni siano totalmente indipendenti, trasparenti e che riflettano le vere condizioni di guida delle automobili nella vita reale.

Dopo gli incendi, ecco l’olio di palma

Blog di Martina Borghi, campaigner Foreste | 9 novembre, 2015

Solo tre settimane fa vi abbiamo parlato degli incendi che stanno letteralmente divorando le “Foreste del Paradiso” indonesiane . Una bomba di anidride carbonica per tutto il Pianeta, un’emergenza durata mesi che, con il passare delle...

Protesta contro la base militare USA a Okinawa

Immagine | 8 novembre, 2015 a 17:32

L'equipaggio della Rainbow Warrior e lo staff di Greenpeace Giappone si è unito alla flottiglia organizzata dai comitati locali di Okinawa, per protestare contro l'espansione della base militare di Camp Schwab che, tra le altre cose, mette in...

Un bavaglio per i dugonghi di Okinawa

Blog di Alessandro Giannì - Direttore campagne Greenpeace | 5 novembre, 2015 1 commento

C’è un piccolo paradiso nel sud del Giappone. La baia di Henoko, (Okinawa, Arcipelago di Ryūkyū) vanta una diversità biologica invidiabile: 5.300 specie in un eden tropicale di coralli. Questo paradiso ha già visto l’inferno, durante...

Detox Outdoor, costruiamo insieme la campagna!

Blog di Giuseppe Ungherese - Campagna Inquinamento | 5 novembre, 2015 2 commenti

Le persone sono al centro del modo di agire di Greenpeace e uno degli obiettivi principali della campagna Detox Outdoor è coinvolgere le persone per sfidare i grandi marchi dell’outdoor a eliminare i PFC e tutte le sostanze...

Quella sporca filiera

News | 4 novembre, 2015 a 12:21

Il nostro ultimo report shock rivela gravi violazioni dei diritti dei lavoratori sui pescherecci thailandesi

31 - 40 di 2961 risultati.