Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Come Detox sta ripulendo la moda

Video | 19 marzo, 2015 a 12:09

"Come #Detox sta ripulendo la moda" è un video in cui amministratori delegati e rappresentanti di grandi aziende, stilisti, attivisti, madri che acquistano con coscienza i prodotti per i propri figli, fino a chi fa i conti tutti i giorni con...

Detox, ecco chi sfila a testa alta!

News | 19 marzo, 2015 a 11:44 1 commento

Abbiamo aggiornato la nostra la “Sfilata Detox”, una piattaforma che valuta i marchi della moda impegnati nell’eliminazione delle sostanze tossiche!

Kumi Naidoo incontra Francesco Starace, AD di Enel

News | 17 marzo, 2015 a 12:37 2 commenti

Enel è stata al centro delle nostre campagne per molto tempo. Uno scontro duro, ancorché pacifico, costellato di numerose azioni legali contro Greenpeace e la sua protesta, segnato da un dialogo che a lungo ha stentato ad attivarsi.

La scienza è contro gli airguns dei petrolieri. E il Parlamento?

News | 16 marzo, 2015 a 18:42

Settantacinque scienziati hanno scritto ad Obama per chiedere il divieto degli airguns per la ricerca di idrocarburi in mare. E da noi?

L’inquinamento lo produco io e me lo gestisco io

News | 13 marzo, 2015 a 11:02

L’Unione Europea ha oggi un’opportunità straordinaria, che capita una volta ogni dieci anni. Deve mettere mano ai limiti di emissione delle centrali a carbone negli stati membri e può quindi tentare di abbattere emissioni tossiche responsabili...

Smoke and Mirrors - I più grandi inquinatori d’Europa si dettano le regole

Pubblicazione | 12 marzo, 2015 a 11:28

L’Unione Europea è impegnata in un processo di aggiornamento dei limiti di emissione delle centrali a carbone negli stati membri. Un’indagine di Greenpeace svela come l’intero processo di aggiornamento di questi limiti sia finito nelle mani...

Quattro anni fa il disastro nucleare di Fukushima. Tu dov’eri?

Blog di Greenpeace | 11 marzo, 2015 2 commenti

Quattro anni fa il mondo ha assistito con orrore, attraverso gli schermi televisivi, all’esplosione delle centrali nucleari di Fukushima Daichii e all’ emissione di scorie radioattive nell’aria e nel mare . Per commemorare questo ...

Fukushima: la situazione a 4 anni dal disastro in 10 punti

News | 9 marzo, 2015 a 11:52 1 commento

A quattro anni dal disastro dell'11 marzo 2011, spieghiamo in dieci punti qual è la situazione oggi a Fukushima.

Fukushima, 4 anni fa il disastro nucleare

Pubblicazione | 9 marzo, 2015 a 11:26

A quattro anni dal disastro nucleare di Fukushima, che si verificò l’11 marzo 2011 con la fusione dei noccioli di tre reattori della centrale, Greenpeace pubblica due rapporti che mostrano come la contaminazione continui ancora oggi. Montagne...

Basta pesca eccessiva che svuota i nostri mari, l’Italia rischia un’infrazione UE

News | 4 marzo, 2015 a 14:47

Le politiche di gestione della pesca portate avanti sino ad ora dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali sono state fallimentari. L’Italia, per mantenere in equilibrio le attività di pesca con le risorse disponibili e...

41 - 50 di 2870 risultati.