Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Mele al sapor di pesticidi

News | 21 ottobre, 2015 a 11:10 1 commento

Nel nostro ultimo rapporto abbiamo fatto le analisi alle mele: l’83% di quelle prodotte in modo convenzionale è contaminato da residui di pesticidi.

L'abuso di pesticidi nella produzione europea di mele

Pubblicazione | 21 ottobre, 2015 a 9:00

A Milano la mostra fotografica "Food for Life"

Galleria di immagini | 15 ottobre, 2015

Stop Ombrina: non c’è più tempo, è ora di una moratoria sulle trivelle!

News | 14 ottobre, 2015 a 14:10

Alla manifestazione al Ministero per lo Sviluppo Economico insieme ai movimenti contro le trivellazioni offshore!

In Indonesia le fiamme divorano la foresta. Brucia l’ultimo rifugio degli oranghi

News | 13 ottobre, 2015 a 18:39

Da ormai molti anni tra giugno e ottobre un’ondata di fumo intenso misto a cenere avvolge il sud-est asiatico.

Pesticidi: una tossicodipendenza che costa cara all’ambiente

News | 13 ottobre, 2015 a 11:15

Il nostro ultimo rapporto parla chiaro: l’agricoltura industriale, con il massiccio uso di sostanze chimiche, inquina acque e suoli causando la perdita di habitat e di biodiversità.

Le bombe di Ankara, i bambini di Yirca, il mondo che vorremmo

Blog di Lorenzo Monacci e Elettra Repetto | 12 ottobre, 2015

Ci svegliamo con il sole, quasi fosse estate. A colazione troviamo i volontari arrivati nella notte da Istanbul. Adesso siamo più di trenta e cominciamo la giornata con olive, tahini e caffè turco. L’atmosfera è rilassata: ieri abbiamo...

Nel cuore della Turchia, per portare il solare in un villaggio minacciato...

Blog di Lorenzo Monacci e Elettra Repetto | 9 ottobre, 2015

Questa storia comincia con Elettra e Lorenzo in partenza per la Turchia . Per portare l’energia solare in un piccolo villaggio minacciato dall’ industria del carbone . Ma cominciamo dalle presentazioni: siamo due volontari di...

È il momento di analizzare il tuo abbigliamento outdoor!

Blog di Giuseppe Ungherese, campagna Inquinamento | 6 ottobre, 2015

Come ha recentemente mostrato la nostra ricerca , la produzione della maggior parte dei marchi dell’outdoor è ancora fortemente dipendente da sostanze chimiche pericolose come i PFC . Nelle scorse settimane avete chiesto alle...

51 - 60 di 2961 risultati.