Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Far west nei mari italiani, 100 piattaforme senza controllo

News | 31 marzo, 2016 a 17:46

Nei mari italiani operano circa 100 piattaforme, a gas e petrolio, del cui impatto ambientale non si ha alcuna stima, misurazione o controllo

In azione su una piattaforma in Adriatico!

Video | 30 marzo, 2016 a 13:17

Stop Trivelle, il 17 aprile vota sì! Per dirlo a tutti, siamo saliti sulla piattaforma Agostino B, al largo di Marina di Ravenna. Tre trivelle su quattro, fra quelle di cui il Ministero ci ha fornito i dati, sono fuorilegge: per questo abbiamo...

In azione su una piattaforma in Adriatico!

News | 30 marzo, 2016 a 11:07

E non finisce qui: abbiamo denunciato le trivelle fuorilegge

Rinnovabili nel mirino, il nostro nuovo Report

News | 24 marzo, 2016 a 11:00

Il Governo preferisce le fonti fossili: ecco come si perdono posti di lavoro e investimenti

Rinnovabili nel mirino

Pubblicazione | 24 marzo, 2016 a 10:15

Un governo ostile alle fonti rinnovabili. È il quadro che emerge dal rapporto “Rinnovabili nel mirino” pubblicato oggi da Greenpeace sui provvedimenti attuati dal governo Renzi a sfavore del fotovoltaico e dell’eolico, che hanno già portato a una...

Rio Tapajos, il "Fiume della Vita"

Blog di Martina Borghi - Campaigner Foreste Greenpeace Ita | 21 marzo, 2016 1 commento

Oggi è la Giornata Internazionale delle Foreste e quest’anno vogliamo celebrarla raccontando cosa sta succedendo nella regione amazzonica del Tapajós, situata nello stato del Pará, Brasile nord-orientale. Le terre del Tapajós,...

Oil men contro le trivelle!

News | 19 marzo, 2016 a 12:34

Da nord a sud, mobilitazione dei nostri volontari per il referendum del 17 aprile

Altre cinque aziende italiane aderiscono a DETOX

News | 16 marzo, 2016 a 15:08

Continua la rivoluzione del tessile, per una moda pulita e priva di sostanze tossiche

In azione sulla Montagna Spaccata

Video | 15 marzo, 2016 a 13:14

Un team di 10 climber di Greenpeace è entrato in azione su una delle più belle scogliere italiane, la “Montagna Spaccata”, nei pressi di Gaeta, per richiamare l’attenzione sul referendum sulle trivelle del prossimo 17 aprile. In quella data si...

In azione sulla Montagna Spaccata: fermiamo le trivelle con il referendum!

News | 15 marzo, 2016 a 11:59

VOTA Sì, il nostro messaggio svetta su una delle più belle scogliere d’Italia

71 - 80 di 3063 risultati.