Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Rapporto: pericolose sostanze chimiche nell’abbigliamento outdoor

Blog di Mirjam Kopp, Detox Outdoor Global project leader | 25 gennaio, 2016

Ricordate quando, nello scorso mese di settembre, abbiamo chiesto insieme ai marchi dell’outdoor se utilizzassero PFC nei loro prodotti? La maggior parte ci ha risposto di sì, ma senza indicare in quali prodotti venissero...

Tracce nascoste nell'outdoor

Pubblicazione | 25 gennaio, 2016 a 9:00

Sostanze chimiche pericolose e persistenti, dannose per la salute e l’ambiente, sono state trovate in prodotti dei maggiori marchi del settore outdoor.

GENE-EDITING: OGM che escono dalla porta e rientrano dalla finestra?

Pubblicazione | 21 gennaio, 2016 a 10:04

L'Ue dovrà presto decidere se la normativa europea sugli OGM si applica anche alle nuove tecniche di gene-editing (New Breeding Techniques - NBT). In questo briefing Greenpeace sottolinea come per molte di queste tecniche non esistano...

Trivelle, la Corte Costituzionale ammette il referendum

News | 19 gennaio, 2016 a 17:38

La Consulta conferma l’ammissibilità del quesito già “promosso” dalla Cassazione: ora la parola decisiva ai cittadini!

Greenpeace International annuncia due nuovi co-direttori esecutivi

News | 15 gennaio, 2016 a 15:07

Nominate oggi Jennifer Morgan e Bunny McDiarmid, che si insedieranno il prossimo 4 aprile

Spedizione in Patagonia: sulla vetta del Cerro Torre senza PFC!

Blog di David Bacci - Alpinista | 14 gennaio, 2016

Quando proposi a Greenpeace di voler scalare una delle vette più impegnative presenti in Patagonia – terra famosa anche per il clima pessimo – usando capi di abbigliamento privi di PFC , avevo in realtà qualche dubbio. Questi...

Se questo è un Nobel

Blog di Federica Ferrario-Campagna Agricoltura Sostenibile | 12 gennaio, 2016

L’ intervista di Piergiorgio Odifreddi a Richard Roberts  naviga tra l’inaudito e lo stupefacente. Con un contorno di insinuazioni tali da interessare l’avvocato. Dovendo difendere gli  OGM , Roberts – già Nobel per la medicina –...

Salvo (per ora) l’habitat del panda!

News | 12 gennaio, 2016 a 11:57

Grazie alle nostre denunce sul taglio illegale delle foreste del Sichuan, abbiamo ottenuto la protezione di foreste vitali per il panda

Disastro ambientale: fuga di gas a Los Angeles, dichiarato lo stato di emergenza

News | 8 gennaio, 2016 a 13:13

In un sobborgo di Los Angeles, una minaccia invisibile non si arresta da mesi

Trivelle in mare, cosa ne pensano gli italiani?

Pubblicazione | 21 dicembre, 2015 a 15:59

La maggioranza degli italiani è contro le trivelle e un ampio numero di persone, prossimo al 50% degli interpellati, si dice pronto a votare i quesiti referendari che allontanerebbero l’ombra del petrolio dai nostri mari.

71 - 80 di 3031 risultati.