Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Canada: dove difendere il clima rischia di essere terrorismo

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energia e clima | 19 febbraio, 2015

" È la caratteristica delle censure più rigide quella di dare credibilità alle opinioni che attacca ". Così diceva Voltaire. Come dire: se ti censurano ti rendono più forte; se ti censurano è perché ti temono. Chissà cosa...

Disastro in Brasile: esplode la FPSO ‘Cidade de São Mateus'

Blog di Andrea Boraschi - campaigner Energia e clima | 12 febbraio, 2015

Ci sono infiniti motivi per sostenere che perforare i fondali del Mediterraneo in cerca di petrolio sia una impresa scellerata. Hanno a che fare con la difesa del clima (eh si, il petrolio è tra quelle fonti fossili di cui ci...

Trivelle in Adriatico? No grazie

News | 11 febbraio, 2015 a 13:31 3 commenti

Abbiamo chiesto al Governo di intervenire sui piani della Croazia: è un nostro diritto!

Tar Sands, il petrolio importato che ci renderà indipendenti dalle importazioni di...

Blog di Andrea Boraschi - Campaigner Energia e clima | 10 febbraio, 2015 1 commento

Oggi possiamo e dobbiamo operare una scelta; una scelta obbligata che non ammette terze vie, ritardi, incertezze. Possiamo salvare il clima , lasciando sotto terra tre quarti delle risorse fossili disponibili sul Pianeta,...

Se ami il Pianeta, a San Valentino sostieni Greenpeace!

News | 6 febbraio, 2015 a 13:34

Con una donazione puoi sostenere con il cuore le campagne a difesa dell’ambiente!

Salviamo la Grande Barriera Corallina: un “losco” piano rischia di farla scomparire...

Blog di Campagna Mare | 5 febbraio, 2015

1. La trama è un cliché Sembra quasi una sceneggiatura di James Bond in cui un nemico malvagio decide di scavare una gigantesca miniera di carbone e di far esplodere una delle più grandi bombe climatiche a livello planetario...

Le trivelle, la Croazia e noi…

Blog di Alessandro Gianni - Direttore campagne | 27 gennaio, 2015 2 commenti

La battaglia delle trivelle infuria in tutto il Mediterraneo e la notizia delle nuove concessioni che la Croazia ha destinato a una serie di multinazionali del petrolio , ENI compresa, sta scuotendo le coscienze di tanti...

Buone notizie per gli Oceani!

News | 26 gennaio, 2015 a 18:32

Storico accordo alle Nazioni Unite: parte il negoziato per sviluppare un accordo giuridicamente vincolante per la conservazione della vita marina.

Niente mais OGM in Italia!

News | 26 gennaio, 2015 a 15:00

Good news: confermato il divieto di coltivazione del mais OGM MON810 sul territorio italiano. Un ottimo segnale in vista di Expo 2015!

Film denuncia di Jia Zhangke sull'inquinamento delle città cinesi

Video | 22 gennaio, 2015 a 14:40

Greenpeace diffonde oggi "Smog Journeys", breve film realizzato da Jia Zhangke, uno dei registi cinesi più famosi al mondo, già vincitore in carriera del Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2006. Il corto affronta il tema degli...

71 - 80 di 2885 risultati.