Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Un ricordo di Berta Cáceres, contro la violenza e gli omicidi di indigeni e...

Blog di Salvador Zuniga Edgardo Cáceres | 9 agosto, 2016 2 commenti

Negli ultimi mesi abbiamo parlato molto della lotta degli indigeni Munduruku contro la costrizione della diga di São Luiz do Tapajós, nell’Amazzonia brasiliana [un obiettivo raggiunto pochi giorni fa grazie al sostegno di oltre un...

Transocean, la piattaforma in balia della tempesta

Blog di Alessandro Giannì, direttore campagne Greenpeace | 8 agosto, 2016 2 commenti

Dopo la Deepwater Horizon, tutti a spergiurare che mai e poi mai, mai più una trivella avrebbe fatto disastri di quel genere. E vai con le direttive europee come la “Offshore directive”, (Direttiva UE 13/2013) buttata giù in fretta e...

VITTORIA! Annullato il mega-progetto della diga sul Tapajós!

News | 5 agosto, 2016 a 12:35

Fermato il progetto che minacciava il cuore dell’Amazzonia

Ministro Calenda, quando inizieremo a puntare sul sole e sul vento?

Blog di Luca Iacoboni, campagna Energia e clima | 27 luglio, 2016 1 commento

Pochi giorni fa su Twitter circa mille persone hanno posto al ministro Calenda una domanda semplice, ma precisa: quando smetteremo di alimentare le piccole isole italiane con il petrolio e inizieremo a puntare sul sole e sul vento? Ad...

Microsfere di plastica nemiche degli oceani!

News | 22 luglio, 2016 a 12:40

Dentifrici e scrub continuano a contaminare l’ambiente

Il Mediterraneo è fatto di sole e di vento, perché non li sfruttiamo?

News | 20 luglio, 2016 a 11:11

Chiediamo al Ministero dello Sviluppo Economico una norma per sbloccare le rinnovabili!

Una mostra fotografica e un film a Roma per festeggiare i nostri 30 anni!

News | 19 luglio, 2016 a 17:11

Tante iniziative per un grande compleanno

Si è acceso il sole, chi lo ha acceso sei tu!

News | 18 luglio, 2016 a 13:04

Grazie a 936 persone abbiamo raccolto 30mila euro per “solarizzare” Lampedusa

Il Marocco vieta l'importazione dei rifiuti dall'Italia

News | 15 luglio, 2016 a 16:30

Marcia indietro del governo marocchino sull’importazione dei rifiuti dall'Italia. Lo scandalo era scoppiato all'inizio di luglio, quando un'inchiesta giornalistica svelava l'arrivo di un carico di 2.500 tonnellate di rifiuti provenienti...

Compiamo 30 anni e non mettiamo la testa a posto!

News | 13 luglio, 2016 a 15:51

Da trent’anni non raccontiamo un pianeta migliore: lo facciamo

1 - 10 di 3063 risultati.