Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

“Buon vento” a Stefan Weber, pioniere delle battaglie contro rifiuti tossici e OGM

Blog di Alessandro Giannì - Direttore campagne Greenpeace | 3 settembre, 2015

Qualche giorno fa si è spento prematuramente, a soli 54 anni, Stefan Weber, un campaigner che ha fatto la storia di Greenpeace, a partire dalla campagna contro lo smaltimento dei rifiuti tossici nei Paesi poveri, alla quale diede un...

Tianjin, la città devastata dalle esplosioni tossiche

News | 26 agosto, 2015 a 17:21

A due settimane dall’incidente, resta alta l'allerta per la contaminazione ambientale.

Caso Arctic 30: la Russia ha violato il diritto internazionale

News | 25 agosto, 2015 a 13:03

A stabilirlo la Corte permanente di arbitrato dell'Aja.

Di ritorno dalle spedizioni nei posti più remoti del Pianeta, missione compiuta!

Blog di Gabriele Salari | 7 agosto, 2015

Otto squadre di Greenpeace sono tornate da altrettante spedizioni scientifiche in luoghi remoti di tre continenti , raccogliendo campioni di acqua e neve che saranno ora esaminati in laboratorio. Lo scopo è capire fino dove si spinga...

Il lato oscuro dell’industria del tonno

News | 6 agosto, 2015 a 17:51

Terribili violazioni dei diritti umani in mare, direttamente connesse all’industria del tonno. È quanto abbiamo raccolto in cinque video-interviste realizzate all’inizio di quest’anno in un porto del Pacifico meridionale.

Dall’Italia alla Grecia, in azione per un Mediterraneo 100% rinnovabile

Blog di Davide Fasolo – Attivista e volontario Greenpeace | 6 agosto, 2015 1 commento

Un Mediterraneo che sia il paradiso del vento e del sole e non del petrolio , come invece vorrebbero alcuni tra i governi dei Paesi che si affacciano sul  Mare nostrum.  Con questo obiettivo siamo entrati in azione pochi giorni...

Bombardamento a tappeto

Pubblicazione | 5 agosto, 2015 a 15:18

Per la sua conformazione particolare, l’Adriatico è probabilmente il settore più pescoso del Mediterraneo. La pesca in questo mare vale circa 300 milioni di euro l’anno e dà lavoro a circa 10 mila persone. Senza contare settori come...

Giù la maschera Nostromo, noi sappiamo cosa peschi “laggiù nel cuore del mare”!

Blog di Giorgia Monti - Campaigner Mare | 31 luglio, 2015 1 commento

Vuoi sapere davvero dove nasce il tonno Nostromo ? Allora forse è meglio che eviti di guardare lo spot televisivo lanciato qualche settimana fa da uno dei più importanti marchi di tonno presenti sul mercato italiano. Nostromo ci...

Trivelle: Puglia, Basilicata e Calabria al Ministero per lo Sviluppo Economico

News | 30 luglio, 2015 a 16:27

Ieri i governatori Emiliano, Pittella e l’assessore all’ambiente della Regione Calabria Rizzo hanno incontrato il sottosegretario per discutere di airgun e trivelle.

Attivisti di Greenpeace USA bloccano rompighiaccio di Shell

News | 29 luglio, 2015 a 15:00

Ventisei climber stanno bloccando una rompighiaccio del colosso petrolifero Shell diretta verso l’Artico, mentre tenta di salpare da Portland (Oregon, Stati Uniti).

1 - 10 di 2886 risultati.