Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Tonno, ecco il video shock che racconta cosa finisce nelle reti

News | 21 ottobre, 2014 a 12:30

Sai come viene pescato il tonno che arriva sulla tua tavola? Un video shock documenta cosa finisce nelle reti, e per guardarlo, ci vuole più che stomaco.

La rivincita dei “comitatini”

Blog di Alessandro Gianni - Direttore campagne | 20 ottobre, 2014

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha offeso - etichettandoli come “ comitatini ” - quei cittadini che si oppongono alla follia dei petrolieri di estrarre fino all’ultima goccia di idrocarburi . Contro l’ articolo 38...

Il legno rubato all’Amazzonia arriva in Italia

Blog di Esperanza Mora - Campaigner Foreste | 20 ottobre, 2014

In un nuovo rapporto denunciamo il traffico di legno illegale che, dall’ Amazzonia brasiliana , viene esportato in diversi Paesi in tutto il mondo, tra cui l’ Italia . Per la seconda volta in un anno, abbiamo scoperto ...

Le ricadute economiche delle energie rinnovabili in Italia

Pubblicazione | 20 ottobre, 2014 a 11:46

Il rapporto, realizzato da Althesys per conto di Greenpeace, stima le ricadute economiche e occupazionali per l’Italia dello sviluppo delle fonti rinnovabili. In particolare, si è analizzato il valore aggiunto, diretto ed indiretto, generato...

Le bugie dei petrolieri

Pubblicazione | 18 ottobre, 2014 a 11:00

Qualcuno ha deciso che le trivelle sono il futuro del nostro mare: dobbiamo estrarre fino all'ultima goccia di idrocarburi. Secondo le stime del Ministero dello Sviluppo Economico si tratta di poca roba, qualche mese dei nostri consumi nazionali,...

Italia colonia dei giganti del petrolio? No, grazie.

News | 17 ottobre, 2014 a 17:00

L’Italia non è una colonia dei signori del petrolio. Abbiamo voluto ripeterlo forte e chiaro, a Siracusa, dove è approdata la nostra Rainbow Warrior, insieme a Legambiente e WWF.

Rainbow Warrior: non passeggeri, ma membri dell’equipaggio!

Blog di Carlotta Giovannucci | 16 ottobre, 2014

Sono certa che quando tornerò in città, autobus-ufficio-traffico, mi fermerò ogni tanto a pensare “chissà cosa stanno facendo ora sulla Rainbow Warrior , in mare aperto”… Già, perché la nostra Guerriera dell’Arcobaleno non è...

Più di 30 ore di occupazione sulla piattaforma

News | 15 ottobre, 2014 a 16:20

Dopo 34 ore gli attivisti sono scesi dalla piattaforma Prezioso. E' la fine di un'azione ma non della battaglia contro le fonti fossili.

Piattaforma Prezioso, continua l’occupazione degli attivisti!

News | 14 ottobre, 2014 a 19:35

I nostri attivisti si stanno preparando a passare la notte sulla piattaforma Prezioso di ENI al largo della costa di Licata.

In azione contro le trivelle nel Canale di Sicilia

Galleria di immagini | 14 ottobre, 2014

1 - 10 di 2754 risultati.