Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Tianjin, la città devastata dalle esplosioni tossiche

News | 26 agosto, 2015 a 17:21

A due settimane dall’incidente, resta alta l'allerta per la contaminazione ambientale.

Caso Arctic 30: la Russia ha violato il diritto internazionale

News | 25 agosto, 2015 a 13:03

A stabilirlo la Corte permanente di arbitrato dell'Aja.

Di ritorno dalle spedizioni nei posti più remoti del Pianeta, missione compiuta!

Blog di Gabriele Salari | 7 agosto, 2015

Otto squadre di Greenpeace sono tornate da altrettante spedizioni scientifiche in luoghi remoti di tre continenti , raccogliendo campioni di acqua e neve che saranno ora esaminati in laboratorio. Lo scopo è capire fino dove si spinga...

Il lato oscuro dell’industria del tonno

News | 6 agosto, 2015 a 17:51

Terribili violazioni dei diritti umani in mare, direttamente connesse all’industria del tonno. È quanto abbiamo raccolto in cinque video-interviste realizzate all’inizio di quest’anno in un porto del Pacifico meridionale.

Dall’Italia alla Grecia, in azione per un Mediterraneo 100% rinnovabile

Blog di Davide Fasolo – Attivista e volontario Greenpeace | 6 agosto, 2015 1 commento

Un Mediterraneo che sia il paradiso del vento e del sole e non del petrolio , come invece vorrebbero alcuni tra i governi dei Paesi che si affacciano sul  Mare nostrum.  Con questo obiettivo siamo entrati in azione pochi giorni...

Giù la maschera Nostromo, noi sappiamo cosa peschi “laggiù nel cuore del mare”!

Blog di Giorgia Monti - Campaigner Mare | 31 luglio, 2015 1 commento

Vuoi sapere davvero dove nasce il tonno Nostromo ? Allora forse è meglio che eviti di guardare lo spot televisivo lanciato qualche settimana fa da uno dei più importanti marchi di tonno presenti sul mercato italiano. Nostromo ci...

Trivelle: Puglia, Basilicata e Calabria al Ministero per lo Sviluppo Economico

News | 30 luglio, 2015 a 16:27

Ieri i governatori Emiliano, Pittella e l’assessore all’ambiente della Regione Calabria Rizzo hanno incontrato il sottosegretario per discutere di airgun e trivelle.

Attivisti di Greenpeace USA bloccano rompighiaccio di Shell

News | 29 luglio, 2015 a 15:00

Ventisei climber stanno bloccando una rompighiaccio del colosso petrolifero Shell diretta verso l’Artico, mentre tenta di salpare da Portland (Oregon, Stati Uniti).

Stop trivelle! In azione a Civitanova Marche

News | 23 luglio, 2015 a 13:27

Una protesta pacifica dei nostri “attivisti-turisti” all’ombra della piattaforma Sarago Mare A, a soli 3 km dalla costa.

100% Rinnovabile: ecco il futuro delle isole minori italiane!

News | 22 luglio, 2015 a 11:42

Presentato oggi a Palermo il nostro nuovo rapporto per la rivoluzione energetica dei piccoli paradisi italiani

1 - 10 di 1281 risultati.