Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Costa Concordia: un caso esemplare, nel male e nel bene

Blog di Giuseppe Onufrio - Direttore esecutivo Greenpeace | 28 luglio, 2014

Con l'arrivo a Genova del relitto della Costa Concordia si chiude una parte, per quanto rilevante, di una vicenda che ha visto la morte di 33 persone. Va ricordato che solo dopo questa tragedia – frutto della stupidità umana e...

Concordia, terzo giorno, Genova si avvicina

Blog di Alessandro Giannì - Direttore Campagne Greenpeace | 25 luglio, 2014 1 commento

Dopo una notte tranquilla, la mattina ci troviamo in un mare insolitamente calmo. Meglio così. La Concordia fila spedita verso Genova e noi, intorno alle 11, avvistiamo un bel gruppo di stenelle che ci accompagnano per un pezzo.

Concordia, anche i delfini ci accompagnano nel viaggio verso Genova

Blog di Alessandro Giannì - Direttore Campagne Greenpeace | 25 luglio, 2014

E' stata la prima notte dietro la Concordia (o quel che ne resta). Il convoglio, lunghissimo, di quattordici imbarcazioni, visto da tre miglia di distanza e nel buio della notte tra l'Elba e Montecristo, mi ricordava qualcosa tra una...

Dharnai, il villaggio al buio per 30 anni, si illumina grazie all'energia solare!

Blog di Luca Iacoboni - Campaigner Energia e clima | 22 luglio, 2014 1 commento

Questa storia è una di quelle occasioni che non capitano spesso, in cui possiamo raccontare un cambiamento positivo che fa la differenza nella vita delle persone. È la storia di un villaggio che ha finalmente abbandonato il buio,...

Renzi, il Texas d'Italia non conviene a nessuno!

Blog di Luca Iacoboni | 15 luglio, 2014 2 commenti

La Basilicata e la Sicilia sono meglio del Texas , il Mar Mediterraneo è pieno di oro nero che aspetta solo di essere estratto per renderci tutti ricchi, le persone che in tutta Italia si oppongono allo sfruttamento del proprio...

Ecco cosa succede a fare patti con i petrolieri!

Blog di Giorgia Monti | 12 luglio, 2014 1 commento

ENI vuole distruggere il mare di Sicilia e migliaia di posti di lavoro. E Crocetta si mangia le mani.   Che dei petrolieri non ci si potesse fidare noi lo sapevamo da tempo. Non è un mistero che le grandi aziende petrolifere di tutto...

Ministro Martina, che fine ha fatto il decreto contro il legno illegale?

Blog di Esperanza Mora - Campaigner Foreste | 10 luglio, 2014 2 commenti

Dopo l'approvazione in Consiglio dei Ministri, il decreto legislativo che l'Italia deve emanare per implementare la normativa europea contro le importazioni di legno illegale rimane bloccato. A 16 mesi dall'entrata in vigore, il...

Rosina è libera, l'attivismo non si ferma

Blog di Andrea Boraschi - resp. campagna Energia e Clima | 12 giugno, 2014

Che l’ attivismo non è un crimine Greenpeace lo proclama da anni. Questo convincimento ha a che fare con la nostra visione del mondo, con la nonviolenza che è la stella polare di ogni nostro intervento; e con l’idea, soprattutto,...

Crocetta, folgorato sulla via del catrame, sceglie di trivellare il Canale di Sicilia

Blog di Alessandro Giannì - Direttore Campagne Greenpeace | 6 giugno, 2014 3 commenti

Crocetta è stato fulminato sulla via del catrame dagli interessi degli amici petrolieri . Da buon politico, ha firmato i nostri appelli contro le trivelle in campagna elettorale per poi rimangiarsi tutto davanti all’odore...

Pronti, partenza, via: api attiviste in pole position!

Blog di Sara - volontaria GL Trieste | 1 giugno, 2014

Trieste è una delle città protagoniste di una delle tante attività di noi volontari a difesa delle api. Qui poco tempo fa si sono svolte la 15a Maratona d’Europa “Bavisela”, la 19a Maratonina di Trieste e la “Bavisela Family”:  tre...

1 - 10 di 305 risultati.