Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

In azione per la democrazia energetica in Europa

Blog di Luca Iacoboni - Resp. Energia Greenpeace Italia | 21 maggio, 2018

La giornata di giovedì 17 maggio è stata molto importante per il futuro delle energie rinnovabili in Italia ed in Europa. A Bruxelles, infatti, si è tenuto un round della negoziazione sulla “Direttiva sulle energie rinnovabili”. Entro...

Api, una ricchezza inestimabile

Blog di Federica Ferrario | 18 maggio, 2018

Saremmo in grado di fare a meno del caffè? E di fragole, pesche, pomodori e frutti di bosco? Difficile vero? Eppure senza insetti impollinatori molti ingredienti della nostra cucina non esisterebbero più. Quando si parla di api il...

Centrali galleggianti, l’ennesima follia nucleare

Blog di Rashid Alimov - Jan Haverkamp | 26 aprile, 2018

Trentadue anni fa, il più grande incidente nucleare civile del mondo ha contaminato vaste aree dell'Europa. Le nuove generazioni potrebbero non ricordare che per alcuni mesi, in Paesi come l'Olanda e la Germania, gli spinaci e altre...

Il Pianeta nel piatto

Blog di Federica Ferrario | 10 aprile, 2018

Meno carne e prodotti lattiero-caseari per un clima migliore, per la salvaguardia delle foreste e della biodiversità, per consumare e inquinare meno acqua, per il benessere degli animali, per avere a disposizione più cibo per...

La legge sui sacchetti è buona, ma l'applicazione è un pasticcio all’italiana

Blog di Giuseppe Ungherese, campagna Inquinamento | 9 gennaio, 2018

Nei mesi scorsi vi abbiamo mostrato immagini di pesci, tartarughe, delfini, balene e uccelli marini che vivono in un mare soffocato dalla plastica . Eravamo e siamo ancora oggi convinti che sia necessario ridurre drasticamente il c...

Dalla Scandinavia alla Polonia: lottiamo per le ultime foreste europee!

Blog di Martina Borghi - Campagna Foreste Greenpeace Italy | 7 dicembre, 2017 18 commenti

La foresta di Fagerholmsloken , nella Svezia settentrionale, era una tra le più antiche appartenenti all’ecosistema boreale della Grande foresta del Nord , che si estende dalla Scandinavia fino al Canada, passando per la Russia e...

Lo scandalo H&M dei vestiti bruciati

Blog di Giuseppe Ungherese - Campagna Detox Greenpeace It | 24 novembre, 2017 5 commenti

Ieri con “Il Manifesto” è uscito un nuovo supplemento dedicato all’ambiente, “Gambero Verde”. Facciamo i migliori auguri a questa iniziativa editoriale, con la quale abbiamo avviato una collaborazione. Il primo tema che proponiamo ai...

6 ragioni per cui l’industria dell’auto deve immediatamente cambiare strada

Blog di Richard Casson - campagna Clean Air Now | 12 settembre, 2017 1 commento

Questo blog si basa su quanto contenuto nel nostro report “ Perché l’automobile non ha futuro”. Oggi in Germania ha preso il via il Motor Show di Francoforte , il più grande al mondo. Un appuntamento durante cui le più grandi ...

Una lunga estate calda

Blog di macolaci | 9 agosto, 2017

L'ondata di calore di quest'ennesima, anomala, estate sta distruggendo il patrimonio ambientale italiano a ritmi preoccupanti. Secondo dati raccolti da Legambiente a fine luglio erano già andati in fumo quasi 75.000 ettari del nostro...

Dopo anni di mancato rispetto della legge, l’industria del settore ittico sarà...

Blog di Graham Forbes, Greenpeace USA | 31 maggio, 2017

Siamo molto vicini a trasformare per sempre l’industria ittica più distruttiva. La storia è nota a tutti. Per anni l’industria ittica ha tratto enorme vantaggio dal lavoro forzato, dalla pesca illegale, dalla distruzione degli...

1 - 10 di 418 risultati.