Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

IOI: ora è tempo di agire e guidare il cambiamento!

Blog di Martina Borghi, campagna foreste | 30 settembre, 2016

Nonostante il rapporto che espone le operazioni distruttive dei fornitori di IOI , e il blocco effettuato dai nostri attivisti alla raffineria di IOI al porto di Rotterdam , il gigante malese dell’ olio di palma si è rifiutato di...

La Rainbow Warrior torna in Italia… per accendere il sole!

Blog di Luca Iacoboni, campaigner clima | 29 settembre, 2016

Libano, Turchia, Italia, Marocco. Sono i Paesi dove la Rainbow Warrior, la nostra nave ammiraglia, sta portando il suo messaggio. Paesi molto diversi, collegati però da un elemento che ci unisce tutti: il sole.   Il tour della...

Facciamo una pace verde!

Blog di Jennifer Morgan e Bunny McDiarmid - ED Greenpeace | 21 settembre, 2016

Oggi in tutto il mondo, festeggiamo la Giornata della Pace, sapendo però che per molti la pace è introvabile. Non oggi. E, a meno che le cose cambino radicalmente, non in tempi brevi. Nel 2015 il numero di rifugiati e sfollati ha...

IOI, il gigante malese dell’olio di palma che continua a distruggere le foreste del...

Blog di Martina Borghi, campagna foreste | 15 settembre, 2016

Il gruppo industriale malese IOI (Industrial Oxygen Incorporated Sdn Bhd), presente anche in Italia, è tra i maggiori produttori mondiali di olio di palma ed uno dei fondatori della Tavola Rotonda per l’olio di palma sostenibile (RSPO)...

Qua la zampa! Whiskas ci ha ascoltato!

Blog di Giorgia Monti, responsabile campagna Mare | 8 settembre, 2016

È un grande giorno per i nostri amici gatti! Mars, uno dei più grandi produttori di cibo per animali al mondo, proprietario di marchi come Whiskas, Sheba o KiteKat in Italia, ha finalmente fatto un passo importante per garantire...

3 buoni motivi per cui abbiamo bisogno di santuari marini

Blog di Giorgia Monti, Responsabile campagna mare | 31 agosto, 2016

Il 26 Agosto il presidente americano Obama ha annunciato la creazione del più grande santuario marino del mondo al largo delle coste delle Hawaii, mentre in questi giorni i governi di tutto il mondo sono riuniti a New York presso...

Un ricordo di Berta Cáceres, contro la violenza e gli omicidi di indigeni e...

Blog di Salvador Zuniga Edgardo Cáceres | 9 agosto, 2016 2 commenti

Negli ultimi mesi abbiamo parlato molto della lotta degli indigeni Munduruku contro la costrizione della diga di São Luiz do Tapajós, nell’Amazzonia brasiliana [un obiettivo raggiunto pochi giorni fa grazie al sostegno di oltre un...

Transocean, la piattaforma in balia della tempesta

Blog di Alessandro Giannì, direttore campagne Greenpeace | 8 agosto, 2016 2 commenti

Dopo la Deepwater Horizon, tutti a spergiurare che mai e poi mai, mai più una trivella avrebbe fatto disastri di quel genere. E vai con le direttive europee come la “Offshore directive”, (Direttiva UE 13/2013) buttata giù in fretta e...

Ministro Calenda, quando inizieremo a puntare sul sole e sul vento?

Blog di Luca Iacoboni, campagna Energia e clima | 27 luglio, 2016 3 commenti

Pochi giorni fa su Twitter circa mille persone hanno posto al ministro Calenda una domanda semplice, ma precisa: quando smetteremo di alimentare le piccole isole italiane con il petrolio e inizieremo a puntare sul sole e sul vento? Ad...

Spegniamo il petrolio, accendiamo il sole

Blog di Luca Iacoboni - Campagna clima Greenpeace Italia | 6 luglio, 2016 1 commento

Può la burocrazia bloccare perfino il sole? Decisamente sì, e in Italia succede più spesso di quanto si possa immaginare. È ciò che sta accadendo a Lampedusa, dove il progetto di un impianto fotovoltaico da 40 kW da installare sul...

1 - 10 di 388 risultati.