Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Oceano ai Poli

Artico e Antartide: le loro lande nevose, le loro acque gelate, sono l’ultimo esempio che resta, il più puro, di vita selvaggia sul Pianeta Terra e sono indispensabili al funzionamento dell’unico Pianeta che abbiamo.

Mentre l’Artico è stato abitato per millenni da popoli che si sono adattati alle difficili condizioni della vita tra i ghiacci, l’Antartide solo da poco tempo ha cominciato a “ospitare” prima cacciatori (di foche e balene), poi esploratori, scienziati e turisti… più di recente. Entrambi i Poli, e i loro oceani, ospitano una vita selvaggia in grado di resistere a condizioni ambientali estreme. Le acque polari forniscono alimentazione ricchissima a uccelli e a quel che resta delle popolazioni di mammiferi marini, compresa la maggior parte delle ultime grandi balene.

Oggi troppi fattori ormai hanno un effetto globale sul funzionamento di tutto il Pianeta e non risparmiano neanche i Poli: dal cambiamento climatico in rapida accelerazione, alla rapida industrializzazione, fino al consumo incontrollato delle risorse globali.

I Poli sono indicatori dello stato di salute del nostro Pianeta e ci mandano un allarme molto chiaro: stiamo compromettendo la capacità della Terra di sostenere la vita come la conosciamo. È già troppo tardi per evitare effetti profondi e negativi sugli ecosistemi polari. Siamo ancora in tempo, però, per evitare ulteriori impatti, mettendo un freno all’espansione delle flotte pescherecce, all’industria estrattiva di combustibili fossili (petrolio, gas, ma anche carbone) e alle altre minacce che rischiano di completare il saccheggio e la contaminazione della nostra ultima frontiera selvaggia.

Le riserve marine sono la migliore soluzione possibile per entrambi i Poli.

Gli ultimi aggiornamenti

 

I Munduruku non vogliono abbandonare il loro villaggio, la storia di Aldira

Blog di Martina Borghi, campagna foreste | 21 giugno, 2016

Una bambina mi stava colorando il viso di rosso con i semi di urucu quando Aldira mi ha invitato a casa sua per bere succo di buritì. Aldira Akai Munduruku è la maestra di lingua materna di Sawré Muybu, uno dei villaggi degli...

La Croazia chiude i suoi mari a trivelle e petrolieri

Blog di Andrea Boraschi, responsabile campagna Energia e C | 17 giugno, 2016

Premessa: la nostra non è facile esterofilia, e neppure la suggestione di chi vede l’erba del vicino sempre più verde, o il suo mare sempre più blu.   Sì, perché di mare qui si parla: la Croazia ha deciso, chiude...

Al fianco dei Munduruku per proteggere il cuore dell’Amazzonia

Blog di Martina Borghi, campagna foreste | 16 giugno, 2016

Non sono state le urla dei macachi a svegliarmi stavolta, ma la pioggia: un acquazzone degno della foresta pluviale più grande del mondo. Da qualche giorno, infatti, mi trovo nel villaggio di Sawré Muybu, sul fiume Tapajos, nel cuore...

In città non si respira e il nostro governo vuole indebolire la direttiva europea...

Blog di Giuseppe Ungherese, campagna Inquinamento | 30 maggio, 2016

Che aria tira oggi? L’ inquinamento atmosferico è sempre più una minaccia reale per gli abitanti delle città. Gli ultimi dati pubblicati dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) hanno evidenziato una situazione estremamente...

Sei cose da sapere sul TTIP

Blog di Susan Cohen Jehoram campaigner TTIP Greenpeace | 20 maggio, 2016

Greenpeace Olanda ha pubblicato a inizio maggio dei documenti segreti riguardanti le trattative del TTIP, il controverso accordo commerciale tra Stati Uniti ed Unione europea che avrebbe gravi ripercussioni per l’ambiente e per oltre...

Un maestro di vita. Un "guerriero dell'arcobaleno"

Blog di Ivan Novelli, già Presidente di Greenpeace Italia | 19 maggio, 2016

Per chi come me è stato folgorato a metà degli anni Settanta dalla sua visione e dal suo agire quotidiano, la scomparsa di Marco Pannella è una perdita incommensurabile. [ Marco Pannella, foto da Il Fatto Quotidiano ] Un...

Incendi in Canada, uno dei volti dei cambiamenti climatici

Blog di Luca Iacoboni - Campagna clima Greenpeace Italia | 13 maggio, 2016 1 commento

Il danno è inimmaginabile. Quasi 100 mila persone evacuate, oltre 2400 tra costruzioni e case distrutte. Famiglie intere costrette a vivere in palestre, hotel e accampamenti. Un processo di ricostruzione che, malgrado gli eroici...

L'Esperanza nell'Oceano Indiano: a caccia di FAD

Blog di Giorgia Monti, responsabile campagna Mare | 9 maggio, 2016

Da ormai due settimane la nostra nave Esperanza, partita da Diego Suarez in Madagascar, sta instancabilmente solcando l’Oceano Indiano per fermare la pesca distruttiva di Thai Union, proprietaria anche del marchio italiano Mareblu. Dal...

Dal cuore dell'Amazzonia al cuore delle aziende

Blog di Martina Borghi - Campagna foreste Greenpeace ItalY | 6 maggio, 2016

Un mese fa alcuni rappresentanti del popolo Munduruku hanno lasciato i propri villaggi nel cuore dell’Amazzonia per incontrare, in Europa e negli Stati Uniti, tre delle principali aziende coinvolte nella costruzione di una mega diga...

Cosa finisce nel mio Whiskas?

Blog di Giorgia Monti, responsabile campagna Mare | 1 aprile, 2016 1 commento

Entra in azione insieme al tuo gatto e chiedi a Mars di garantire che nella sua ciotola non finisca #BadTuna! Alcune delle marche di cibo per animali più famose al mondo potrebbero usare del “tonno cattivo”, #badtuna .  E quella...

1 - 10 di 375 risultati.