Canale di Sicilia

Il Canale di Sicilia è un area di altissimo valore ecologico e biologico che ancora aspetta la dovuta protezione. Proprio nel Canale vi sono aree uniche come i banchi d'alto mare, formazione vulcaniche, canyon sottomarine e una vita marina tra cetacei, pesci e invertebrati, unica al mondo.

Dettagli video



Riserve marine

Sempre più dati scientifici indicano come l'istituzione di una rete di riserve marine su larga scala, che protegga le specie e gli ecosistemi marini, può contrastare la crisi del patrimonio ittico e garantire un’efficace tutela delle attività di pesca.

Riserve marine ora

Mar Mediterraneo

Le riserve marine possono giovare alle zone di pesca adiacenti sia perché i pesci adulti possono sconfinare oltre il perimetro della riserva, sia per il passaggio di uova e di larve. All'interno delle riserve, le colonie possono crescere in dimensione, i pesci possono vivere più a lungo e, col tempo, migliorare il proprio tasso di riproduzione. Le riserve marine potrebbero, inoltre, avvantaggiare anche le specie migratorie come gli squali e i tonni, qualora fossero create dove queste specie sono più vulnerabili, come nelle zone di riproduzione.

Le riserve marine sono aree proibite a qualsiasi uso estrattivo - attività di pesca o minerarie - e di scarico. All'interno possono esserci delle zone dove non è concessa alcuna attività umana, ad esempio zone che fungono da aree scientifiche o dove ci sono habitat e specie particolarmente sensibili. In altre zone costiere, invece, può essere autorizzata una pesca su piccola scala, non distruttiva, sostenibile, con la piena partecipazione di tutte le comunità locali interessate.

Evitare il sovrasfruttamento delle risorse ittiche è l'obiettivo primario dell'istituzione delle riserve marine. Sono fondamentali anche per proteggere l'ambiente marino dall'inquinamento, in particolare da quello causato dallo scarico dei rifiuti.

Gli ultimi aggiornamenti

 

La pesca eccessiva svuota i mari, fermiamola!

News | 15 dicembre, 2014 a 15:45

Oggi si riunisce a Bruxelles il Consiglio dei ministri della pesca Ue: vogliamo ricordare che è nostro dovere proteggere il mare e garantire il recupero degli stock ittici.

Diamo un futuro alla piccola pesca

News | 24 novembre, 2014 a 15:07 1 commento

Si è appena conclusa la settimana d'azione di Greenpeace contro la pesca eccessiva.

I venti mega pescherecci che distruggono la vita dei nostri mari

News | 4 novembre, 2014 a 17:04 1 commento

Come denunciato nel nostro nuovo report “Monster Boats, flagello dei mari”, venti mega pescherecci europei sono tra i maggiori responsabili dell’impoverimento dei mari, in quanto utilizzano metodi di pesca distruttivi come i FAD (sistemi di...

Blitz di Greenpeace alla Camera

Video | 30 ottobre, 2014 a 13:06

Questa mattina, durante la votazione della fiducia sul decreto “Sblocca Italia”, alcuni attivisti di Greenpeace hanno tentato di aprire uno striscione con scritto “no trivelle, sì rinnovabili” all’interno della Camera dei Deputati e sono stati...

Più di 30 ore di occupazione contro le trivelle

Video | 15 ottobre, 2014 a 15:27

Dopo più di 30 ore gli attivisti sono scesi dalla piattaforma Prezioso. E' la fine di un'azione ma non della battaglia contro le fonti fossili. L’appoggio non è mancato: cittadini, comitati locali e anche amministrazioni pubbliche hanno...

I tre giorni della Rainbow Warrior a Licata: no alle trivelle. E tanto affetto dalla...

Blog di fmoramar | 13 ottobre, 2014 1 commento

Licata, costa meridionale della Sicilia, splendido scorcio affacciato sul mare del Canale. Parte di quel sud dell’Italia lontano…e troppe volte dimenticato. Non certo dai petrolieri però, che, senza alcuno scrupolo, vorrebbero...

Uniti si va lontano: una catena umana per dire no al carbone

News | 25 agosto, 2014 a 14:39

Neanche l'acqua del fiume Neisse ha fermato la catena umana che ha unito la città di Kerkwitz, in Germania, con Grabice, in Polonia. Otto kilometri di persone per protestare contro il progetto che vorrebbe far nascere in quella zona la più grande...

Un Parco della Concordia: dal dramma possono rinascere la memoria e la tutela del mare

News | 5 agosto, 2014 a 15:29

Un Parco della Concordia per conservare la memoria, e per dare al mare la possibilità di far rinascere la vita sui fondali del Giglio: ecco cosa abbiamo chiesto al Ministro dell’Ambiente.

Lettera al ministro dell'Ambiente

Pubblicazione | 5 agosto, 2014 a 12:06

oggetto: richiesta di un processo di programmazione trasparente sulle questioni successive alla rimozione della Costa Concordia dall'Isola del Giglio

Costa Concordia: un caso esemplare, nel male e nel bene

Blog di Giuseppe Onufrio - Direttore esecutivo Greenpeace | 28 luglio, 2014

Con l'arrivo a Genova del relitto della Costa Concordia si chiude una parte, per quanto rilevante, di una vicenda che ha visto la morte di 33 persone. Va ricordato che solo dopo questa tragedia – frutto della stupidità umana e...

1 - 10 di 388 risultati.

Categorie