Riserve marine

Sempre più dati scientifici indicano come l'istituzione di una rete di riserve marine su larga scala, che protegga le specie e gli ecosistemi marini, può contrastare la crisi del patrimonio ittico e garantire un’efficace tutela delle attività di pesca.

Riserve marine ora

Mar Mediterraneo

Le riserve marine possono giovare alle zone di pesca adiacenti sia perché i pesci adulti possono sconfinare oltre il perimetro della riserva, sia per il passaggio di uova e di larve. All'interno delle riserve, le colonie possono crescere in dimensione, i pesci possono vivere più a lungo e, col tempo, migliorare il proprio tasso di riproduzione. Le riserve marine potrebbero, inoltre, avvantaggiare anche le specie migratorie come gli squali e i tonni, qualora fossero create dove queste specie sono più vulnerabili, come nelle zone di riproduzione.

Le riserve marine sono aree proibite a qualsiasi uso estrattivo - attività di pesca o minerarie - e di scarico. All'interno possono esserci delle zone dove non è concessa alcuna attività umana, ad esempio zone che fungono da aree scientifiche o dove ci sono habitat e specie particolarmente sensibili. In altre zone costiere, invece, può essere autorizzata una pesca su piccola scala, non distruttiva, sostenibile, con la piena partecipazione di tutte le comunità locali interessate.

Evitare il sovrasfruttamento delle risorse ittiche è l'obiettivo primario dell'istituzione delle riserve marine. Sono fondamentali anche per proteggere l'ambiente marino dall'inquinamento, in particolare da quello causato dallo scarico dei rifiuti.

Gli ultimi aggiornamenti

 

L'incidente del Mersa 2 all'Isola d'Elba

Pubblicazione | 14 giugno, 2012 a 16:58

Uno scoglio sbriciolato e ribaltato, qualche chilo di rottami metallici e forse qualche ciuffo di posidonia strappata. Per essere il bilancio dell’incagliamento di un mercantile di 90 metri è fin troppo leggero.

Giornata Mondiale degli Oceani. Dieci azioni per proteggerli

News | 8 giugno, 2012 a 16:00

Nella Giornata mondiale degli Oceani, pubblichiamo le linee guida da seguire per scongiurare il collasso della principale fonte di vita del Pianeta: il mare.

Quando il bucato inquina

News | 22 marzo, 2012 a 16:30

Dietro i capi firmati, le pubblicità accattivanti e il fascino delle passerelle c’è un mondo che l’industria dell’abbigliamento ti vuole nascondere. È un mondo sporco, pieno di sostanze pericolose, che sta lentamente contaminando i nostri fiumi.

Tonno Rio Mare: qualità responsabile solo al 50%

News | 17 marzo, 2012 a 19:58

Quando Bolton Alimentari eliminerà completamente dalla propria produzione i metodi di pesca distruttivi, allora potrà annunciare di aver preso un vero impegno di sostenibilità al 100%. Per ora no.

Scatolette di "Tonno in trappola" invadono l'Italia

News | 17 marzo, 2012 a 12:35

A due giorni dal lancio della terza edizione della classifica "Rompiscatole" le nostre scatolette di "Tonno in trappola" hanno invaso ventisei città italiane per denunciare i metodi di pesca distruttivi con cui troppo spesso viene pescato il...

“Rompiscatole” III. Quant’è sostenibile il tonno in scatola?

News | 15 marzo, 2012 a 10:00

Sai che tonno mangi? Scoprilo con la terza edizione della nostra classifica “Rompiscatole” sulla sostenibilità delle scatolette. A due anni dalla prima, i punteggi migliorano anche se non c'è ancora nessuna azienda che riesce a raggiungere la...

Giglio: fondali e acque sotto analisi

News | 9 marzo, 2012 a 17:00

Come sta il mare del Giglio? Per scoprirlo abbiamo avviato un'indagine preliminare sui fondali e sulle acque dell'isola che affiancassero le procedure di monitoraggio condotte dalle istituzioni.

Come sta il mare del Giglio?

Video | 9 marzo, 2012 a 12:48

Fra il 15 e il 18 febbraio, Greenpeace ha verificato lo stato dei fondali dell'isola e prelevato alcuni campioni di acqua marina superficiale dalla costa, con due obiettivi: fotografare lo stato attuale dei fondali così da confrontare...

Come sta il mare del Giglio?

Pubblicazione | 9 marzo, 2012 a 9:36

Fra il 15 e il 18 febbraio, a un mese dal disastro Costa Concordia, Greenpeace ha verificato lo stato dei fondali dell'isola del Giglio e prelevato alcuni campioni di acqua marina superficiale dalla costa. Gli obiettivi erano due: fotografare lo...

C’è il decreto sulle rotte a rischio!

Blog di Giorgia Monti, responsabile campagna Mare | 6 marzo, 2012

Ce l’abbiamo fatta. A un mese e mezzo dal disastro della Costa Concordia abbiamo finalmente un decreto per regolare la navigazione in aree sensibili e assicurare la sicurezza dei cittadini e dell’ambiente. La notizia è giunta mentre...

91 - 100 di 389 risultati.

Categorie