Attività recenti nel Santuario

Pagina - 28 dicembre, 2010
Divieto di balenazione

Divieto di Balenazione

Dopo il tour del 2008, Greenpeace è tornata nel Santuario l’estate del 2009 a bordo della Rainbow Warrior per capire meglio cosa sta succedendo.  Purtroppo i dati raccolti e presentati nel rapporto “Divieto di balenazione” confermano le nostre preoccupazioni: sempre più minacce e ben pochi cetacei.

Nel Santuario, Greenpeace ha potuto registrare un traffico navale molto intenso che in estate può arrivare a una media di circa 200 imbarcazioni al giorno, tra cui navi passeggeri (con traghetti che corrono a ben a oltre 38 nodi!), tanker  e cargo, spesso con sostanze pericolose. Questo traffico rappresenta un grave fattore di disturbo per i cetacei, non solo per il rumore e per le possibili collisioni, ma anche per problemi di contaminazione. I dati raccolti facendo l’analisi delle acque superficiali del Santuario sono scandalosi: abbiamo trovato una forte contaminazione da batteri fecali in alto mare, con livelli che arrivano a superare quelli normalmente tollerati a riva per la balneazione. Proprio nell’area che dovrebbe garantire la tutela di balene e delfini oggi dovremmo mettere cartelli con la scritta “divieto di balenazione”!

La fonte di contaminazione più verosimile sono gli scarichi di grandi navi traghetto e da crociera, che usano il Santuario come vera e propria discarica. Anche se questi sversamenti sono previsti dalla legislazione vigente, è scandaloso che siano permessi anche in un’area “protetta”: ancora una volta tutto ciò che vale fuori dal Santuario è valido anche dentro.

L’economia della fascia costiera di Liguria, Toscana e Sardegna dipende dal mare: davanti all’inattività del ministero dell’Ambiente, le Regioni che si affacciano sul Santuario devono prendere l’iniziativa per risolvere le problematiche dell’area e tutelare un patrimonio in pericolo. 

Download rapporto "Divieto di balenazione"

Sogliole tossiche: non ingerire!

Allarme sogliole tossiche

Abbiamo pubblicato nuovi dati allarmanti sulla contaminazione del Santuario dei Cetacei del Mar Ligure: le sogliole pescate nell’area sono tossiche. Tutti gli esemplari analizzati risultano contaminati da metalli pesanti, idrocarburi policiclici aromatici e bisfenolo A, in certi casi oltre il limite consentito dalla legge. E pensare che proprio le sogliole sono consigliate in fase di svezzamento dei bambini.

Le analisi, commissionate al Dipartimento di Scienze Ambientali dell'Università di Siena, sono state effettuate la scorsa estate su 31 esemplari prelevati in cinque aree al largo di Genova, Lerici (La Spezia), Viareggio, Livorno e Civitavecchia. Fra i risultati più preoccupanti c'è il dato sul mercurio trovato oltre il limite di legge nel 25 per cento dei campioni (7 esemplari su 31).

La concentrazione più alta di mercurio è stata registrata in un campione pescato al largo di Civitavecchia: dieci volte il massimo consentito. A Viareggio, in una delle sogliole la concentrazione di mercurio supera del doppio il limite massimo per il consumo umano, mentre in altri due esemplari è il livello di piombo a essere in eccesso (7 per cento dei campioni). Grave è anche il dato registrato in un campione pescato a Lerici, dove la concentrazione di benzo(a)pirene supera del doppio il limite.

Alcune sostanze, come il piombo e il mercurio, possono interferire con il normale sviluppo del cervello dei bambini e arrecare danni al sistema renale, oppure essere addirittura cancerogene, come nel caso del benzo(a)pirene. Il fatto che in alcuni campioni di sogliola la concentrazione di questi composti sia addirittura al di sopra dei limiti consentiti dalla legge, indica che vi sono chiari rischi per la salute umana.

Ancora una volta Greenpeace evidenzia il degrado del Santuario dei Cetacei, un'area ‘protetta’ dove non è stato sviluppato nessun piano preciso per monitorare ed eliminare gli impatti sull'ecosistema, a cominciare dall'inquinamento. È ora che Italia, Francia e Principato di Monaco - le Parti Contraenti dell'Accordo che ha sancito la nascita del Santuario dei Cetacei nel 1999 - la smettano di fare solo chiacchiere.

Rapporto "Sogliole tossiche: non ingerire"

Rapporto "Veleni a galla"

Categorie