Io Non Vi Voto
  • image
  • image
  • image
FIRMA ANCHE TU!
Fai sapere ai candidati che non avranno il tuo voto se sono amici del carbone e del petrolio.


5 febbraio 2013
Edizione "speciale" Metro:
notizie sorprendenti!


Vuoi leggere il giornale dei sogni? Oggi è possibile. Stiamo distribuendo a Roma 100 mila copie della "nostra" edizione verde di Metro, un quotidiano quasi identico all'originale ma con notizie sorprendenti.

I leader politici impegnati nella campagna elettorale che cambiano radicalmente strategia, puntando sulla green economy e promettendo una vera rivoluzione energetica; gli Usa di Obama che raccolgono la sfida dei cambiamenti climatici, la Cina che abbandona la fonti fossili; e, ancora, i cittadini e gli amministratori siciliani in rivolta contro le trivelle petrolifere al largo delle loro coste, l'istituzione di un Tribunale Internazionale per l'Ambiente, un mega parco eolico inaugurato davanti alle coste di Taranto.

Alcune tra le notizie riportate nell'edizione verde di "Metro" sono di pura fantasia, altre non lo sono affatto. Sono veritieri, ad esempio, i dati pubblicati sulla mortalità prematura causata dalle centrali a carbone in Italia (570 casi l'anno), quello sui risparmi garantiti dalle rinnovabili in termini di mancate importazioni di fonti fossili (fino a 10 miliardi di euro l'anno, agli attuali livelli produttivi), quello sul potenziale occupazionale delle fonti pulite.

Queste sono le notizie che vorremmo leggere sui giornali, ma purtroppo i temi ambientali sono completamente assenti dall'informazione e, soprattutto, dalla campagna elettorale.

Tra poche settimane noi cittadini siamo chiamati a votare. Greenpeace crede che l'energia pulita delle fonti rinnovabili e l'efficienza energetica possono salvare il clima e ripulire l'aria che respiriamo, farci risparmiare sulle importazioni di petrolio, carbone e gas e creare occupazione.
I principali candidati al governo non la pensano così. Non dare il tuo voto a chi non si impegna a cambiare strategia energetica. Già più di 50 mila cittadini hanno sfidato la politica fossile. Unisciti anche tu su www.IoNonViVoto.org