Cristian, lunedì udienza per la scarcerazione

Comunicato stampa - 11 ottobre, 2013
Cristian D'Alessandro, 31 anni, attivista italiano, membro dell'equipaggio della nave Arctic Sunrise, attualmente trattenuto in custodia cautelare a Murmansk, in Russia, parteciperà all’udienza prevista lunedì 14 nel tribunale locale.

I nostri avvocati hanno chiesto la scarcerazione su cauzione per lui come per gli altri 27 attivisti e i 2 giornalisti free lance. Finora è stato rigettato il ricorso di tutti coloro dei quali è stato esaminato. Rimane l’accusa di pirateria da parte delle autorità russe, secondo l'articolo 227 del Codice penale russo. Cristian e tutti gli attivisti di Greenpeace rischiano fino a 15 anni di detenzione.

Lunedì si deciderà anche sul ricorso presentato da Camila Speziale, 21 anni, di Buenos Aires, la più giovane attivista a bordo, di origini italiane.

Gli attivisti e i due giornalisti freelance a bordo della nave sono nelle mani delle autorità russe da giovedì 19 settembre, quando la Guardia Costiera ha abbordato e sequestrato la nave rompighiaccio di Greenpeace in acque internazionali. Dal 24 settembre sono detenuti in strutture di detenzione preventiva intorno alla città di Murmansk.