Da domani in Sicilia l'Arctic Sunrise, la rompighiaccio di Greenpeace

Comunicato stampa - 2013-04-24
Dal 25 al 27 aprile la storica nave di Greenpeace Arctic Sunrise sarà a Trapani e Favignana (dove sarà possibile visitarla) per un tour a sostegno dei pescatori artigianali europei dal titolo "Sostieni chi pesca sostenibile", proprio mentre in Europa sono ormai nella fase finale i negoziati per la riforma della Politica Comune della Pesca.

Al porto di Trapani hanno attraccato velieri come l'Amerigo Vespucci, navi cargo di tutti i generi, navi da crociera, ma questa è forse la prima volta che arriva una rompighiaccio ambientalista.
"I nostri mari, una volta pieni di vita, sono in pericolo. La pesca eccessiva, l'inquinamento e non ultime le perforazioni petrolifere rischiano di svuotarli per sempre - afferma Giorgia Monti, responsabile della campagna Mare di Greenpeace. - Torniamo in Sicilia per ribadire il nostro no ad attività distruttive come le trivelle e per promuovere una gestione condivisa delle risorse del mare che tuteli l'ambiente, le economie locali e le attività sostenibili a partire dalla pesca artigianale".

Proprio per promuovere questa gestione condivisa sono stati organizzati due eventi significativi a bordo della Arctic Sunrise.

Venerdì 26 aprile, insieme alle associazioni di pescatori, AGCI-AGRITAL SICILIA e LEGACOOP PESCA SICILIA, si terrà un'iniziativa dal titolo "Contro la distruzione del mare, sostieni chi pesca sostenibile", in cui si illustreranno i pericoli che minacciano il mare del Canale di Sicilia e le problematiche che il mondo della pesca costiera artigianale si trova ad affrontare. Attesi   amministratori locali, tra cui l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Mariella Lo Bello e il presidente della Commissione Ambiente dell'ARS Giampiero Trizzino, ricercatori, operatori del settore e associazioni locali.

Sabato 27 aprile l'Arctic Sunrise sarà invece a Favignana, dove in collaborazione con l'Ente gestore dell'Area Marina Protetta delle Isole Egadi verrà organizzato un workshop scientifico con diversi esperti a bordo aperto ai giornalisti: "La pesca sostenibile e le aree marine protette - L'esempio delle Isole Egadi: buone pratiche e prospettive future".

Quella siciliana è l'unica tappa italiana: la nave, proveniente dalla Slovenia, proseguirà poi per raggiungere Spagna, Francia e Gran Bretagna. La visita della nave, ormeggiata alla banchina Dogana del porto di Trapani è libera il 25 aprile dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 20 mentre il 26 aprile solo il pomeriggio, dalle 15.30 alle 20. A Favignana invece sarà possibile visitare la nave dalle 20 alle 24, durante un evento serale a cui interverrà il presidente dell'Area Marina Protetta delle Isole Egadi, Lucio Antinoro.

Nelle diverse tappe della nave, e quindi anche a Trapani e Favignana, i cittadini potranno concretizzare la loro adesione alla pesca sostenibile realizzando e firmando delle barchette di carta personalizzabili, con un messaggio che Greenpeace consegnerà ai rappresentanti dell'Unione Europea incaricati di rivedere la Politica Comune della Pesca.  E per tutte le persone che non potranno raggiungere l'Arctic Sunrise, sul sito http://myboat.gp/it/ è possibile fin da oggi prendere parte al tour virtualmente.

Categorie